MediaTek Helio A22: quattro core Cortex A53 a 12nm per la fascia bassa

15 Giugno 2018 32

Aggiornamento 18/07

Tramite comunicato stampa MediaTek ha presentato ufficialmente il chip, anche se era effettivamente disponibile da qualche tempo. Il comunicato lascia anche intendere che la famiglia A si amplierà con nuovi chip, anche se non rivela ulteriori dettagli.

Post originale - 15/06

MediaTek ha fornito tutti i dettagli sul nuovo SoC Helio A22, già anticipato da Xiaomi con il nuovo Redmi 6A. Si tratta di un processore dedicato ai futuri smartphone di fascia bassa, in grado di abbinare ottime prestazioni a consumi energetici ridotti.metti

Realizzato con un processo produttivo a 12nm FinFET da TSMC, Helio A22 è basato su un'architettura formata da quattro core ARM Cortex-A53 in grado di raggiungere una frequenza massima di 2 GHz ed un comparto grafico basato sulla GPU PowerVR GE.

MediaTek dichiara un incremento delle prestazioni della CPU fino al 30% e fino al 72% per la GPU, rispetto ad alternative di pari fascia, come Snapdragon 425, inoltre, grazie all'impiego della tecnologia NeuroPilot AI, i consumi vengono ottimizzati, offrendo al tempo stesso il massimo delle performance.


MediaTek Helio A22 supporta display in formato HD+ 20:9, ed integra un controller di memoria in grado di gestire moduli fino a 4GB di RAM LPDDR3 e fino a 6GB LPDDR4x. Sul fronte multimediale si segnala la capacità del SoC di gestire configurazioni a doppia fotocamera fino a 13 + 8 MegaPixel, oppure un singolo sensore fino a 21MP.

Tra le tecnologie integrate, non manca il supporto allo sblocco tramite riconoscimento del viso, e la compatibilità con la maggior parte dei framework AI, in piena conformità con l'API Android Neural Networks (NNAPI Android).

Concludiamo con la parte relativa alla connettività, Helio A22 include un modem LTE WorldMode 4G, dotato di Dual 4G VoLTE e TAS 2.0, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, GPS/Glonass/Galileo/Beidou ANT+, Bluetooth 5 e radio FM.

Come detto in apertura, Xiaomi Redmi 6A è il primo smartphone ad integrare il nuovo chipset MediaTek, ma altri modelli arriveranno nel corso della seconda metà dell'anno.

Xiaomi Redmi 6A è disponibile su a 93 euro.
(aggiornamento del 11 dicembre 2018, ore 00:36)

32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Azzorriano

Sai cosa ... mi hai insegnato qualcosa e te ne ringrazio. Grazie a te adesso ne so più e saprò essere più critico su questo tema che mi interessa. Grazie davvero! :-) a buon rendere.

piervittorio

Certo, come no.
L'A53 è stato semplicemente il fisiologico passaggio dai 32 bit dell'A7 ai 64 bit, su cui Apple aveva forzato la mano anticipando di tempi.
Non c'entra nulla né il calendario né tantomeno i fantomatici grossi ordini.
Mediatek usa la soluzione quad A53 + GPU Mali anche nelle smart TV, di cui detiene il 90% del mercato.
Il die shrink a 12 nm è l'inevitabile e fisiologico passaggio industriale.
Tutto lì.

piervittorio

Trattandosi di un soc di fascia bassa, non hanno voluto nemmeno spendere un dollaro di progettazione, hanno semplicemente preso il 625 e gli hanno ridotto del 10% il clock sia degli A53 che della GPU.
Allo stesso modo, la soluzione quad core (lo Snapdragon 425/427) altro non è che il vecchio 410 di cinque anni fa, poi diventato 412 con l'aumento della frequenza a 1.4ghz, poi diventato 425/427 con un ulteriore incremento di frequenza della GPU Adreno 306 diventata 308 e miglioramento della parte modem.
Si tratta comunque di SoC he vanno tra i 5 ed i 10 dollari, non c'entra nulla il posizionamento commerciale dei telefoni dove sono inseriti.
Quello dipende dai produttori.
L'idea che sia il SoC a determinare il prezzo finale del prodotto è molto comune ma molto errata: il SoC influisce per meno del 10%.

Alessio Ferri

Non intendo discutere con un esagitato che passa agli insulti personali attributendosi una finta superiorità che non ha e che non dimostra.

Sappi che basta consultare il calendario di uscita dei SoC (MediaTek e Qualcomm) che sancì il passaggio dall'A7 all'A53 nella fascia medio/bassa per smentirti su tutti i punti.

Il motivo per cui MediaTek ha presentato questo SoC è palese: un grosso cliente gli ha fatto una commessa con dei requisiti e adesso lo vendono a tutti, è un motivo eccellente ovviamente, ma ugualmente ho il diritto di lamentarmi senza essere insultato dal Grande Genio Piervittorio perchè avrei preferito qualcosa di meglio.

Azzorriano

Qualcomm come Soc di fascia più bassa ha il 450 ora. Però viene montato su device generalmente dai 150 euro in su. Manca una proposta per la fascia dei 100 euro, perché non farla. Comunque sono curioso di vedere le prestazioni dell'Helio A22

piervittorio

Al massimo avrebbero potuto usare gli A35, non di sicuro gli A55.

piervittorio

Ovvero spendere montagne di soldi in un progetto completamente nuovo, per ottenere esattamente le stesse prestazioni di un quad core A53 portato a 2.2 ghz attraverso il die shrink, col risultato di avere un soc entry level come prestazioni, ma che ti tocca vendere a ben di più a causa del maggior costo di produzione e progettazione.
Geniale.
Un po' come fare un'auto col cambio con due rapporti di retromarcia tanto per dire che hai fatto dei progressi, che un solo rapporto di retromarcia ormai è una soluzione superata perchè e la stessa da oltre un secolo...

piervittorio

Temo che tu non abbia minimamente capito cosa io abbia scritto, ma pazienza.
Cerco di spiegartelo con parole più semplici.
Solo un nerd segaiolo con un quoziente intellettivo tale da ridefinire il senso del termine "ritardato" sullo Zingarelli penserebbe di utilizzare una architettura completamente nuova per un SoC entry level.
Cerchiamo di capire perche:
1) costi di progettazione ex novo alle stelle rispetto ad un semplice un die shrink di un preesitente A53.
2) costi di produzione superiori (gli A55 necessitano di maggiore superficie sul wafer, ovvero ne produci meno per singolo wafer)
3) incrementi prestazionali ridicoli (20% circa a parità di frequenza, ma se l'obiettivo fossero le prestazioni basta salire con la frequenza degli A53, che abbiamo visto arrivano senza problema a 2.5 ghz g 16 nm, figuriamoci a 12 nm...).
4) e questo perché? perche secondo un segaiolo l'A53 e vecchio, e va sostituito con qualcos'altro, anche se in quella configurazione non ne avresti alcun vantaggio?
In altre parole, a meno di doverlo utilizzare come unità ad alta efficienza energetica in SoC DynamIQ A55+A75 o A55+A76, la scelta di una architettura A55 in una soluzione quad core entry level troverebbe ragione di esistere solo nel deficit intellettivo di chi l'ha pensata.
E le aziende che sviluppano semiconduttori quelli con deficit intellettivo tendono a non assumerli... strano eh?

Alessio Ferri

Contento tu, contenti tutti.
Tra un secolo saremo ancora con i quad core A53 per risparmiare qualche cent sul prezzo e continuerete a giustificarli.

Dea1993

è un A53 a 12nm e se permetti è un gran passo in avanti rispetto ai precedenti quad core a 28nm vecchi di svariati anni.
e ricordati che siamo nella fascia bassa, ovvero una fascia dove bisogna contenere i costi, quindi ancora gli A53 vanno pure bene, ciò che necessitavano era proprio una svecchiata al processo produttivo.
certo un A55 era meglio, ma non c'è tutto questo abisso

Alessio Ferri

E' un A53 "overcloccato" con tutti i limiti di un A53, ovvero un core del 2012. Comunque ho sbagliato la config, ARM suggeriva 1 A75 + 2 A55 al posto di un quad core A53 (vedere slide DynamIQ)

Alessio Ferri

Che DynamIQ nascano per soc di dimensioni diverse da quelle big.LITTLE te lo sei inventato, ARM ha semplicemente aggiunto flessibilità nelle configurazioni che invece di 4+4 possono essere da 0 a 4 core Big e da 0 a 8 core little, proprio nelle slide di esempio della nuova flessibilità ARM compara un 4 core a53 con una configurazione 1b+2/3L e un octa core A53 con 1b+4/7L.

Inoltre il SoC economico non può essere una scusa per continuare ad usare degli A53 per migliaia di anni dopo la loro uscita (ricordiamolo: nel 2012, 6 anni fa).

Vorrei vedere se con la scusa della fascia bassa ti vendessero un i3 di 6 anni fa allo stesso prezzo di 6 anni fa come la prenderesti.

Alessio Ferri

Questo non lo sapevo, ero rimasto ad Helio per fascia medio/alta e gli mt qualcosa per gli altri.

Alessio Ferri

Ok, quindi hanno rinunciato a differenziare il marchio, fino a un attimo fa gli Helio erano fascia alta mediatek.
4 Core A53 sono di fascia bassa e siamo d'accordo, era per questo motivo che "sbraitavo": avevo capito male e pensavo che volessero spacciare 4 A53 per fascia media

Dea1993

questo è fascia bassa cavolo... un quad core A53 secondo te cosa è?? lascia perdere il nome quello non conta niente, ciò che devi guardare è l'architettura.. 4 core A53 è fascia bassa (attualmente i quad core A53 sono negli mt6737 e negli snap 425, tutti soc di fascia bassa).
gli helio octacore non sono fascia bassa, ma questi nuovi helio altro non sono che i sostituti dei vecchi quad core

Dea1993

4 core A73 e 4core A53 non mi pare proprio fascia bassa eh... stai esagerando decisamente con fascia bassa

piervittorio

Come ho già spiegato, gli A55, A75 ed A76 nascono per architetture DynamIQ, ovvero SoC di dimensioni (e conseguente prezzo di produzione) ben diversi.
Se si devono fare SoC economici, le soluzioni non possono che essere o A53 o A35 in single cluster quad core, oppure A53/A35 abbinati ad un secondo cluster ad alta potenza formato da due o quattro A73 in big.LITTLE.
Ma già una soluzione quattro A53 + due A73 ha le dimensioni, ed il costo produttivo, di un teorico A53 deca core.
Dovete partire dal presupposto che queste aziende sappiano PERFETTAMENTE fare il loro lavoro.

piervittorio

Tutti i SoC per smartphone (ovvero con modem integrato) da due anni Mediatek li chiama Helio, per identificare quella specifica destinazione d'uso.

piervittorio

Un singolo A75 ha lo stesso ingombro di quattro A53.
Una soluzione come quella da te prospettata avrebbe l'ingombro di un teorico 12 core A53, oltre alla complessità della gestione in big.LITTLE.
Ovvero, nessun senso (tanto più che gli A75 nascono per essere abbinati agli A55 in modalità DynamIQ).

Alessio Ferri

Gli Helio non sono fascia bassa

Dea1993

A75 nella fascia bassa??? ma che senso ha???
bastava puntare su un 4xA55, e comunque, anche un 4xA53 a 2ghz e 12nm è un enorme passo in avanti rispetto agli obsoleti snap 425 e mt6737

Dea1993

era ora che rifacessero quad core con un nuovo processo produttivo, ma a questo punto potevano fare le cose per bene e puntare direttamente agli A55.
ma vabbè rispetto al classico snap 425 e mt6737 4xA53 a 28nm è sicuramente un gran passo in avanti

Alessio Ferri

Butto li: 2+2 A55 A75

piervittorio

È un classico quad core A53, ma a 2ghz, con processo produttivo a 12 nm e finalmente una GPU decente, ovvero si tratta di un grosso salto tecnologico sulle soluzioni di primissimo prezzo, dove va a collocarsi (ove fino ad adesso le soluzioni quad core A53 erano tutte al massimo da 1.4/1.5 Ghz con GPU dell'anteguerra).
Cosa avrebbero dovuto usare?
Gli A35?
Davvero non capisco certi post...

alexhdkn

Ancora con sti A53?

Alessio Ferri

Sì, che diamine, come se Intel facesse un celeron dual core, lo inserisce nella fascia bassa e di 6 mesi in 6 mesi aumenta semplicemente le frequenze di 100 MHz infine 4 anni dopo la creazione lo inserisce identico con 800 mhz in più in un Soc spacciato come fascia media.
È un core di 4 anni fa, un atom in versione arm pensato per essere poco costoso e poco energivoro, lo mettono in tutte le salse OVUNQUE, principalmente in configurazione con se stesso overcloccato giusto per dire di avere 8 core, sempre associato a GPU schifose, ogni terminale di fascia medio/bassa ha una miriade inutile di core A53 quale un dual core A73 o A75 o A76 andrebbe più veloce.

Nalin

Ti da fastidio?

Azzorriano

Qualcomm avrebbe dovuto fare uno Snapdragon 220 così... un quad-core Cortex A55 magari con processo produttivo a 14 nm e clock sui 1,8 GHz

Alessio Ferri

L'ennesimo SOC con core A53, giusto la GPU migliora

ice.man

[DOMANDA]
gps dual band? (altrimenti il supporto a Galileo non serve a nulla)

Patafrosti

20:9?
Manca poco agli Smartphone grissino

JoeMacMillan

Non male

Le migliori Powerbank per Apple iPhone e non solo | Video | #BESTBUY

4 chiacchiere con 16 smartphone TOP DI GAMMA 2018 | Video

Dipendenza da smartphone | Video

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi