Apple vs Qualcomm: tre verdetti potrebbero decidere le sorti della battaglia legale

11 Giugno 2018 20

La battaglia legale tra Apple e Qualcomm potrebbe presto giungere ad un importante punto di svolta, stando a quanto riferito da Matt Larson, analista per Bloomberg Intelligence. Ricapitolando brevemente, ricordiamo che tutto è nato con un mancato rimborso sulle royalties dovuto da Qualcomm nei confronti di Apple - parliamo di 1 miliardo di dollari - seguito dalla reazione della casa di Cupertino che ha esortato i suoi fornitori a non corrispondere alcun pagamento nei confronti del chipmaker statunitense.

In seguito il conflitto legale si è rapidamente esteso, sino a raggiungere oggi 50 procedimenti legali, divisi in 16 corti, appartenenti a 6 nazioni. Secondo Larson, gran parte del futuro della disputa legale potrebbe dipendere da appena tre sentenze, il cui verdetto è atteso negli Stati Uniti, in Germania e in Cina.

L'intricata rete di rapporti tra Qualcomm e Apple

Per quanto riguarda la disputa combattuta in casa, la prossima settimana verrà chiamata in causa la ITC (International Trade Commission), alla quale Qualcomm chiederà il blocco delle importazioni per tutti gli iPhone 7 equipaggiati con modem concorrenti (quindi Intel) a causa della presunta infrazione di tre brevetti.

Anche in Germania, più precisamente nel Mannheim, verrà richiesto un intervento simile, ma a livello europeo. In questo caso il giudice incaricato pare aver accolto con riserva le richieste di Qualcomm, tuttavia il verdetto è stato sospeso sino a quando l'Ufficio Brevetti Europeo stabilirà la validità dei brevetti al centro della contestazione.

Il terzo caso, quello cinese, vede Apple impegnata nel richiedere l'annullamento di alcuni brevetti detenuti da Qualcomm e utilizzati dal chipmaker statunitense per far valere le proprie ragioni. Secondo la società di Cupertino, questi descrivono il funzionamento dei moderni modem in maniera troppo generica e consentono a Qualcomm di imporsi sulla concorrenza in maniera illecita.

Queste sono i tre casi giudiziari citati da Larson, il quale afferma che potrebbero giungere a conclusione già nel terzo trimestre dell'anno. L'importanza di ognuno di essi è estremamente elevata e potrebbe cambiare notevolmente gli equilibri tra le due aziende. Al momento pare che Apple abbia ottenuto un maggior numero di consensi tra tutti e 50 i procedimenti legali in corso, tuttavia saranno proprio questi tre a pesare maggiormente sulle prossime mosse delle due società

Apple dovrebbe essersi affidata esclusivamente ad Intel per i modem degli iPhone 2018

Secondo Larson, infatti, non sarà necessario attendere 50 verdetti, bensì ne basteranno pochi - se non nessuno, sulla base dell'andamento del processo - per poter valutare l'effettiva forza legale di Apple e Qualcomm. Una volta stabilito ciò, le aziende potranno sedersi al tavolo e avviare le trattative per trovare una soluzione al di fuori delle corti che non danneggi eccessivamente nessuna delle due società.

D'altronde la posta in gioco è particolarmente alta e entrambe hanno molto da perdere. Dal canto suo Apple non vuole certamente ottenere una sconfitta evidente nei confronti di un suo fornitore (anche se non direttamente), specialmente se questa potrà portare al blocco della commercializzazione di un suo iPhone o spaventare i suoi futuri partner - Intel - nella realizzazione di nuove soluzioni di rete per i prossimi modelli.

Qualcomm, invece, ha appena superato con difficoltà il tentativo di scalata ostile da parte di Broadcom. Una sconfitta che metta in discussione l'importanza dei suoi brevetti, una delle principali voci all'interno del business della società, potrebbe generare ulteriore incertezza da parte degli investitori e dare il via ad operazioni speculative estremamente dannose.

Insomma, sia Qualcomm che Apple rischiano molto in entrambi i casi e un accordo privato sembra essere la miglior soluzione per salvaguardare il futuro delle società. Chissà che ciò non le porti a instaurare nuovamente dei normali rapporti cliente-fornitore.

Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Darkat

Non odio nessuno, io mi faccio solo qualche risata a leggere certe dichiarazioni e certi commenti, come il tuo

E K

Da quando ragionare=odiare? E ragionare é gratis per tutti. A meno che tu non attivi il cervello solo quando ti pagano.

Nembolo

Se ti riferisci ai brevetti di qualcomm violati da apple mi trovi daccordo...

Merdslie

Forse perché apple è l’unica che può fare quello che vuole. Samsung non potrebbe mai fare lo stesso altrimenti ciao ciao snapdragon

Merdslie

PAGAH E MUTO

Merdslie

Loro sono lì a fare i legali e prendere i soldi? Tu invece a odiare cosa stai guardando?

Merdslie

Qualcomm sta vedendo i sorci verdi

ferrari1990

Apple hai rotto veramente.....

ste

"Brevetti generici" disse l'azienda che ha brevettato i rettangoli con gli angoli arrotondati.

Darkat

"Secondo la società di Cupertino, questi descrivono il funzionamento dei moderni modem in maniera troppo generica e consentono a Qualcomm di imporsi sulla concorrenza in maniera illecita."
Ahahahahahah certo che i legali Apple hanno proprio la faccia di cul0 per fare certe affermazioni. Esilarante

Nembolo

Leggo dall'articolo: "Secondo la società di Cupertino, questi (brevetti) descrivono il funzionamento dei moderni modem in maniera troppo generica e consentono a Qualcomm di imporsi sulla concorrenza in maniera illecita.".
E queste faccie di tolla invece hanno contestato a Samsung di aver copiato il rettangolo smussato (seppur con misure diverse)
Ah ah ah ah
L'ho detto... questa è la telenovela del "chiagni e f0tti"

comatrix

Mai detto questo, al contrario dico che sono ipocriti questo eccome

Marco SoC

sono brutti e cattivi, ecco il vero motivo, ma tu l'hai sempre detto

CAIO MARIOZ

Uno a testa e poi testa o croce

Scottyy Wiz

beh in cina c'è poco da dire vincerà apple perchè ogni telefono cinese assomiglia ad un iphone e poi qualcomm non ha preso gran piede in asia, sia samsung che huawei usano soc proprietari e gli altri si affidano ancora a mediatek...in germania è più dura perchè nessuna delle due società è vista molto bene tuttavia apple fattura molto di più e quindi tra i due forse sarà avvantaggiata, in america è da vedere visto che sono due società americane. Quello che penso è che non ci saranno provvedimenti tanto drastici forse si finirà con un rimborso da pagare, ma apple continuerà piano piano ad eliminare completamente qualcomm come fornitore di modem per affidarsi completamente ad intel

Scottyy Wiz

infatti hanno sbagliato a scrivere!

MasterBlatter

Ah e ricordo che i brevetti anche Frand non sono gratuiti.

comatrix

Ed ancora una volta, disputa legale e chi ci trovi di mezzo: la Apple, ma guarda un po' che strano eh ^^

P.S. Non voglio fare l'uccello del malaugurio ed entrare in merito alla questione, però insomma se su ogni disputa in ogni paese ci trovi di mezzo sempre le solite..., io qualche domanda me la pongo...

MasterBlatter
mancato rimborso sulle royalties dovuto da Qualcomm nei confronti di Apple


Falsissimo è apple che ha pagato i fornitori decurtando la somma dovuta a Qualcomm da questi in quanto produttori di Hw e Sw con suoi brevetti.

stiga holmen

Apple dice i fornitori di non pagare Qualcomm...questo potrebbe richiedere lo stop delle vendite di iPhone 7, dove appunto i fornitori di Apple stessa ci guadagnano.

Insomma i fornitori di Apple perderebbero 2 volte....bello.

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?

TIM, ecco le prime offerte 5G: dettagli e smartphone disponibili

Apple, tutte le novità della WWDC 2019