Helio M70, MediaTek entra nell'era 5G con il suo primo chipset

06 Dicembre 2018 5

Aggiornamento 6/12:

MediaTek ha presentato (nuovamente) il suo primo chipset compatibile con lo standard 5G. Helio M70 era stato svelato ufficialmente a giugno, e l’azienda ha colto l’occasione della China Mobile Global Partner Conference in corso a Guangzhou per mostrare il prodotto ai propri partner.

Si tratta nello specifico di un chipset multi-mode conforme alle specifiche 3GPP Rel-15 fino a 5Gbps con supporto alle reti 2G/3G/4G/5G NR, alle architetture standalone e non-standalone, alle bande di frequenza sub-6GHz, all’equipaggiamento ad alta potenza e ad altre tecnologie 5G. Supporta la doppia connettività LTE e 5G (EN-DC) per evitare di perdere la connessione nelle zone in cui la copertura 5G è scarsa.

Helio M70 è stato progettato per consentire ai produttori di smartphone di realizzare prodotti di dimensioni compatte che siano nel contempo in grado di ottimizzare il consumo energetico. Il chipset è già disponibile e sarà rilasciato sul mercato all’interno dei primi dispositivi compatibili nella seconda metà del 2019.


Articolo originale - 8/6

MediaTek ha presentato Helio M70, il suo primo modem 5G NR realizzato con processo produttivo a 7nm di TSMC e in grado di raggiungere velocità di punta pari a 5Gbps. Helio M70 sarà disponibile a partire dal 2019, con ben 6 mesi di anticipo rispetto alle tabelle di marcia del chipmaker taiwanese.

Questo evidenzia la sempre più crescente importanza che il 5G assumerà all'interno del mondo della telefonia, motivo per cui MediaTek e i suoi partner - tra i quali figurano Nokia, NTT DoCoMo, China Mobile e Huawei - hanno accelerato notevolmente il lavoro su Helio M70.

MediaTek sta concentrando tutti i suoi sforzi verso lo sviluppo di soluzioni di fascia media e bassa, quindi M70 potrebbe essere il primo modem 5G a giungere su smartphone non top di gamma. Un traguardo importante che segnerà una netta linea di demarcazione con Qualcomm, quest'ultima impegnata nello sviluppo di Snapdragon X50, il modem dei prossimi chip di fascia alta della casa statunitense.

I principali operatori hanno cominciato a testare le proprie reti 5G già da qualche mese e ormai manca poco alla definizione completa dello standard. A questo punto è altamente probabile assistere al debutto delle prime soluzioni di nuova generazione già nel 2019, anche se dovremo attendere almeno il 2020 per assistere alla rapida diffusione su scala globale.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 479 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gabriele

Infatti, il 2019 sarà un anno di passaggio, anzi anche il 2020.

Top Cat

Ma quello lo pensavo 6 mesi fa....

zdnko

E magari va meglio dei qualcomm visti i scarsi risultati di questi giorni

Top Cat

- MediaTek sta concentrando tutti i suoi sforzi verso lo sviluppo di soluzioni di fascia media e bassa, quindi M70 potrebbe essere il primo modem 5G a giungere su smartphone non top di gamma. -

Ma allora ci marcia pure.....

ice.man

se il 5G avrà l'andazzo delle prime soluzioni 4G....prima che i telefoni abbiano un supporto decente alle bande mondiali unito a consumi "umani" bisognerà aspettare almeno un paio di generazioni

Le migliori Powerbank per Apple iPhone e non solo | Video | #BESTBUY

4 chiacchiere con 16 smartphone TOP DI GAMMA 2018 | Video

Dipendenza da smartphone | Video

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi