Nuos è l'OS per comunicare con il pensiero

25 Maggio 2018 12

Computerizzare la mente umana e, in modo analogo, umanizzare i computer sono (pericolose) sfide che alcuni giganti del mondo tech stanno portando avanti da tempo: basti vedere cosa stanno facendo in modo più o meno nascosto Elon Musk e Mark Zuckerberg con i loro rispettivi Neuralink e Building 8, progetti “invasivi” e misteriosi che a quanto pare richiederebbero interventi chirurgici al cervello umano per poter essere messi in pratica. Insomma, eticamente e tecnicamente emergono diversi dubbi che vanno risolti prima che queste soluzioni vengano effettivamente implementate.

E allora perché non sfruttare una “semplice” app per mettere in contatto la mente umana con un computer? A questo ha pensato Nuro, startup che ha sviluppato un sistema operativo per consentire alle persone che presentano difficoltà nella comunicazione di esprimersi attraverso un’interfaccia grafica. In questo caso si tratterebbe di una soluzione non invasiva e decisamente più semplice da applicare alla vita quotidiana, specie in campo medico (ma l’azienda ha ammesso che se tutto andrà bene l’OS potrà essere sfruttato anche nell’automotive e nella smart home).

Si chiama Nuos il sistema operativo implementato da Nuro, ed è stato inizialmente creato per permettere alle persone che hanno avuto conseguenze alla spina dorsale a seguito di incidenti di comunicare con le altre persone.


Tutto ciò che serve è un tablet con l’app installata, creando un sistema che ricorda da vicino la strumentazione utlilizzata da Stephen Hawking. Il display è suddiviso in riquadri, ciascuno dei quali corrisponde ad una richiesta del paziente (“Ho sete”, “Ho freddo” e così via). Per trasmettere il concetto alle altre persone, il paziente dovrà semplicemente focalizzarsi sul riquadro desiderato, e Nuos trasformerà l’interazione uomo-macchina in una richiesta vocale attraverso le onde cerebrali. Non si tratta dunque di un concetto del tutto nuovo (oltre ad Hawking, anche Nissan aveva presentato un sistema basato sui dati cerebrali a supporto degli automobilisti per evitare gli incidenti). In questo caso, però, la novità sta proprio nel fatto che si tratta di un vero e proprio sistema operativo che “traduce” l’interazione uomo-macchina in un pensiero da comunicare.

Anche dal punto di vista del medico curante l’OS risulta essere molto utile: da remoto è possibile infatti accedere ad una serie di dati e parametri per monitorare lo stato di salute del paziente o per intervenire in caso di necessità.

L’idea del CEO Francois Gand sta avendo talmente successo che la stessa Google sta partecipando allo sviluppo con 100 mila dollari, mettendo a disposizione la piattaforma Google Cloud.

Nuos risulta essere tecnicamente fattibile - anche se i dubbi sulla sua capacità di essere finanziariamente sostenibile sono stati sollevati da diversi esperti - e sembrerebbe non destare quelle perplessità etiche che invece caratterizzano i progetti di Musk e Zuckerberg. Lo stesso CEO di Facebook aveva recentemente ammesso che “un giorno la tecnologia ci permetterà di comunicare semplicemente col pensiero”.


"Vogliamo essere il più sicuri possibile, non siamo inclini ad aprire il cervello. Per quelle persone che potrebbero chiedere: ”Stiamo hackerando il cervello?”, sappiano che farlo in modo non invasivo significa risolvere quel problema”, spiega Gand.

E nel futuro? Nuro si augura che l’app e il relativo OS possano andare oltre l’aspetto medicale, permettendo ad esempio alle persone di interagire con una tastiera più velocemente. Gand ha anche chiamato a raccolta diversi sviluppatori affinché possano implementare app da “controllare con il cervello”.

Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, in offerta oggi da Phoneclick a 459 euro oppure da Amazon a 589 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Orlaf

Sai borg? No, chi è?

P.S = Risate a profusione...

Morro Risci

Da millenni abbiamo usato strumenti per migliorare la nostra vita. Pensa quello che potremmo fare se potessimo fondere lo strumento in noi. Signori e signore, ecco a voi il cyborg!

Lele

«Nuos trasformerà l’interazione uomo-macchina in una richiesta vocale attraverso le onde cerebrali» e niente, non capisco...

DeeoK

È un utente solito dire boiate assurde. Si è fatto una nomea ed ora usa per lo più profili fake.

Top Cat

Io chiamerei tutto questo Intuizione Elettronica.

La stessa cosa che hanno i gatti da migliaia di anni.

Andrea65485

Wow... Che figura... Astratta, oserei direi che è questo personaggio

000

bene per chi ha problemi di salute, ma no...grazie il cervello è la cosa che ci distingue da qualunque altra cosa o essere vivente, vorrei che restassimo gli unici(e già così facciamo danni…)

lore_rock

Auguro a te e al tuo parente tutto il bene del mondo, avete tutta la mia stima per la vostra forza di fronte a un simile disagio.

Vinx

“Santosssss è ovunque, è intorno a noi. Anche adesso nell’art in cui siamo.
E' quello che vedi quando entri nel blog e vedi un clone, alla finestra, o quando accendi il televisore.
L'avverti quando stai sul blog e scrivi due messaggi controversi... al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse.
E' il mondo che ti è stato messo davanti per nasconderti la verità.
Che tu sei uno schiavo. Come tutti gli altri sei nato in catene.
Sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha mura, che non ha odore. Una prigione per la tua mente.
Nessuno di noi è in grado purtroppo di descrivere Santosssss agli altri. Dovrai scoprire con i tuoi occhi che cos'è.
E' la tua occasione, se rinunci non ne avrai altre...”

Andrea65485

Sento spesso parlare di questo santos su sto blog, peró non mi pare di averlo mai visto (o di aver visto un suo commento per lo meno), chi sarebbe questa pseudo creatura mitologica?

Gupi

Avendo un parente di malato SLA ho perfettamente idea di quanto ausili del genere, possano risultare fondamentali per quelle persone che devono sopravvivere senza riuscire ad esprimere mezzo pensiero..

Vinx

Santossssss o chi ne fa le veci potrebbe servirti...il problema è che tu un cervello non ce l’hai

Recensione Amazfit Verge, smartwatch completo e adatto a tutti

RETI 5G (e uccelli morti): BENEFICI... e RISCHI

Sondaggio | Smartphone perfetto? Come dovrebbe essere per gli utenti di HDblog?

Dalla MicroSD 128GB a 8 euro alle follie usate: Shenzhen e le sue strade | Video