TIM e Wind Tre poco trasparenti sul diritto di recesso: interviene AGCOM

16 Maggio 2018 18

AGCOM ha avviato un procedimento sanzionatorio nei confronti di TIM e Wind Tre al fine di verificare la trasparenza delle informazioni e il rispetto del diritto di recesso da parte dei clienti. La notizia è stata comunicata oggi dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni "nell’ambito dell’attività di vigilanza sul ripristino della cadenza mensile della fatturazione e dei rinnovi delle offerte dei servizi di comunicazioni elettroniche”, si legge nella nota.

Ciò che AGCOM intende verificare è la riformulazione delle modifiche unilaterali delle condizioni contrattuali attuate da TIM e Wind Tre dopo che il sistema di fatturazione è tornato su base mensile in ottemperanza alla legge 172/2017 e successivamente al provvedimento 27087 tramite cui la stessa AGCOM è intervenuta nei confronti di Assotelecomunicazioni, TIM, Wind Tre, Fastweb e Vodafone riguardo alla “asserita intesa concernente la determinazione delle modifiche di prezzo comunicate agli utenti”.

L’Autorità ha richiamato TIM e Wind Tre al rispetto degli obblighi previsti dalla normativa di settore affinché gli utenti vengano informati tempestivamente e correttamente, consentendo loro di ricorrere al “legittimo esercizio del diritto di recesso”. Il procedimento sanzionatorio è stato avviato in quanto dall’analisi è emerso come i due operatori non abbiano fornito agli utenti “informazioni chiare, complete e trasparenti”, elemento che non ha permesso agli utenti stessi di scegliere se esercitare il diritto di recesso o meno.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8 è in offerta oggi su a 474 euro oppure da ePrice a 653 euro.

18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
David Lo Pan

Purtroppo sì, alle rimodulazioni puoi anche sfuggire, ma loro ti troveranno comunque. Io son fuggito via da Wind perché avrei pagato 10,86€ per 300 minuti, 300 sms e 4 miseri GB di rete dati. Con Vodafone, 1000 minuti, 1000 sms e 20GB. Impossibile non cogliere l'opportunità. E, difatti, l'ho colta!

Alle prossime rimodulazioni....

Top Cat

Ja! Ja!

The0ne

Aggiungo : Gemono come delle tr0i3 f3t1sh

Top Cat

Saranno dure bastonate!!!!

Utilizzando un bastone fatto di piume di struzzo.....

Dark!tetto

Basterebbe revocare il tacito accordo, e tutto torna alla normalità. Ma siccome gli sms ormai non li legge nessuno troppi si ritroverebberò senza promozione.
Per fare un'esempio :

"La tua offerta XXX sta per essere rimodulata dal costo di 5€ al costo di 10€ se vuoi continuare a mantenerla rispondi SI a questo messaggio. Hai tempo 30 giorni, al termine di tale periodo la tua promozione XXX sarà disabilitata."

Dark!tetto

Gli altri lo fanno quando torni, è una clausola che ti permette di avere uno sconto sul costo di attivazione (di norma un furto di 19€) e pagarne solo 3€. E' un sistema per impedire di fartene andare e di fare portabilità selvagge.

Nalin

Andrebbe abolito per legge qualsiasi costo oltre a quello del canone mensile. Almeno non si hanno sorprese. Ci giocano un po' troppo ormai tra contributi di disattivazione, di attivazione e altre oscenità.

Nalin

E come per le multe, se la pagano entro 5 giorni, dimezza :)

delpinsky

Ma sì, loro sono sempre sul pezzo e i furbetti li castigano sempre! Ce lo fanno sapere con dovizia di particolari.

gioboni

Pure io sono passato da Tre a TIM, ma le rimodulazioni me le becco comunque...

Nickever Professional™

quello dipende, se quando hai fatto il contratto era prestabilito che vi fosse lo sconto per l'attivazione a patto di restare 12/24 mesi allora è un altro discorso visto che il cliente era già informato.

Nickever Professional™

Ci vuole la normativa di legge, proprio come è nata la norma che vieta fatturazioni ogni 28 giorni.
AGCOM fa rispettare ciò che esiste già a livello normativo, non può creare divieti dal nulla

Francesco

sì, e invece vodafone che si fotte il credito residuo se te ne vai prima di un anno?

Mario De Janeiro

Credo anche io, non sarebbe nemmeno giusto castrare troppo gli operatori, andrebbe trovata una serie di norme precise e condivise per approvare piani/offerte.
Come avviene in campo automobilistico per esempio

David Lo Pan

Io, alla terza rimodulazione, son passato da Wind a Vodafone. E ci ho guadagnato parecchio. Che continuino, i pigroni seriali come il sottoscritto hanno davvero bisogno di una bella scossa, per smuoversi dal divano...

Gaio Giulio Cesare

Insomma sanzione amministrativa di 35€ come al solito, mi raccomando AGCOM ;)

Giorgio

"Ma ci vuole molto a vietare le rimodulazioni?"

Credo faccia parte del diritto dei 2 contraenti, lo stesso che ti permette di punto in bianco di passare ad altro operatore

gioboni

Ma ci vuole molto a vietare le rimodulazioni? Non è da tanto tempo che gli operatori si sono dati alla pazza gioia con tali pratiche, quindi deve essere il gruppo di qualche norma recentemente approvata: basta revocarla e torniamo tutti più felici.

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi

Quanto è utile una ciabatta SMART? Ecco perchè comprarla | Video | #BESTBUY

Il miglior cavo per ricarica e trasferimento dati | Video | #bestbuy

Effetto Iliad: le migliori tariffe degli altri operatori concorrenti entro 10 euro | Video