Diritto alla Riparazione: anche la California approva la proposta di legge

08 Marzo 2018 315

La legge sul Diritto alla Riparazione ha trovato nuovi sostenitori negli Stati Uniti e, dopo essere stata firmata da ben 18 stati, sembra che anche la California voglia dare il suo consenso. Il suo ingresso tra i sostenitori dell'iniziativa è estremamente importante per il mondo della tecnologia, dal momento che lo stato americano è la sede della Silicon Valley, ove sono presenti i quartieri generali delle più importanti società del settore.

Il Diritto alla Riparazione stabilisce l'obbligo per i produttori di creare terminali in grado di poter essere riparati facilmente anche dall'utente, qualora ne abbia l'esperienza, di facilitare la distribuzione dei componenti di ricambio e la pubblicazione di tutti i manuali che illustrano le procedure di riparazione.

Questo significa che diventerà molto più semplice intervenire su un prodotto danneggiato, dal momento che anche i centri assistenza di terze parti saranno in grado di operare in maniera efficace e con i componenti originali. Oltre a ciò, il tutto avrebbe importanti conseguenze positive anche per quanto riguarda la sostenibilità ambientale dell'industria tecnologica, riducendo il bisogno di sostituire un dispositivo danneggiato o di procedere a riparazioni complicate.

Colle, adesivi e sigilli per l'impermeabilità potrebbero sparire per sempre, qualora il Diritto alla Riparabilità dovesse diventare legge anche in California, la casa dei grossi colossi dell'elettronica

Si tratta quindi di un passaggio molto importante che sembra anche dare la risposta che molti utenti cercavano, ovvero la possibilità di riparare facilmente i propri dispositivi. Tutto ciò potrebbe però avere conseguenze in parte negative, date dalla necessità di realizzare strumenti facilmente apribili e progettati per consentire interventi rapidi e semplici.

Applicando tutto ciò al mondo degli smartphone è possibile che si creino maggiori difficoltà nell'integrare le protezioni necessarie a rendere un dispositivo impermeabile, scoraggiando quindi i produttori dall'adottare questa funzione (anche se Galaxy S5 riusciva ad offrire ciò nonostante la scocca rimovibile). La riparabilità forzata potrebbe anche incidere su aspetti come design, dimensioni e la progettazione della componentistica interna, visto che ora tutti gli smartphone non vengono realizzati con lo scopo di poter essere facilmente riparabili dall'utente.

In ogni caso è probabile che i vantaggi siano superiori agli svantaggi, quindi speriamo che gli utenti possano apprezzare senza troppi problemi alcuni passi indietro in determinati campi, qualora questi si rendano necessari, in nome di una migliore sostenibilità e della possibilità di riparare più facilmente il proprio smartphone (ma non solo).

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gaming Pro a 649 euro oppure da ePrice a 775 euro.

315

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Michele Gurrado

Ah.. io ho un note 3. Ha un paio di bug hw, dovuti allo snap800 ma per il resto ancora in grab forma. Con Samsung ho avuto un contenzioso dovuto ad un f8000 con schermo difettoso (pixel bruciati e problemi di illuminazione). Dopo vari tentativi cambiando il pannello, mi hanno spedito un tv nuovo.

Tech_maniaco_

La vita dei miei dispositivi è già lunga di suo. Sono molto attenti al tema inquinamento e la riparabilità garantita non è garanzia di minore impatto ambientale. La mentalità consumistica spesso porta ugualmente ad orientarsi sul nuovo.

Tech_maniaco_

Ovviamente de gustibus

Sagitt

cosa centra con gli smartphone?

FabrizioSilveri

Da quel che ho letto qui (abito in UK) è un anno solo...

FabrizioSilveri

Come ho scritto sopra, cercati una qualsiasi recensione del Toshiba x20w...

FabrizioSilveri

Toshiba Portégé x20w, convertibile tipo yoga da 1kg, il retro si apre con le viti senza problemi e la batteria (ammesso che la vendano separatamente) è sostituibile in pochi minuti, se non l'avessero saldata anche la RAM sarebbe sostituibile altrettanto facilmente.

FabrizioSilveri

Buono soprattutto per il portatili, in cui l'uso della colla e di componenti saldati è il più delle volte del tutto arbitrario!
Penso di comprare un Toshiba x20w, che pur pesando solo un chilo può essere aperto tranquillamente, con la batteria che è subito accessibile e anche motherboard e disco lo sono con un po' di esperienza. Con una legge sul diritto di riparazione la RAM non sarebbe stata saldata, permettendo un update ai 16GB di RAM più facili e la batteria originale sarebbe acquistabile, rendendo la vita del portatile decisamente più lunga.

FabrizioSilveri

La totale non riparabilità è esattamente il motivo per cui non ho comprato un Surface Book.
Quando spendi 1700€ in un portatile ti deve durare 5 anni minimo, non esiste che se la batteria si rovina devi ricomprare tutto da capo!

Thomas Schietti

Buona cosa come passo iniziale. Spero che valga sia per smartphone che per computer. Così Apple la smette di saldare tutto solo per rendere impossibile la riparazione e sostituzione.
I prossimi passi poi sarebbero quelli di dare la possibilità di aggiornare i PC con più RAM e memoria del disco interno.
E per finire anche la garanzia, portarla a 4 anni non sarebbe affatto male.

Sagitt

no assolutamente, perchè una chiusura ermetica può essere persa visivamente, una caduta.. un'ammaccatura... ed in ogni caso con una impermeabilità così il dispositivo riceve acqua solo all'esterno... mentre un'impermeabilità fatta con un rivestimento dei componenti fa filtrare l'acqua all'interno, ed insieme ad essa tanti altri elementi che si possono depositare dentro...

Sono 2 tipologie di impermeabilità ben diverse, e l'attuale che è forse quella che si addice di più ai nostri dispositivi preclude la riparabilità in buona parte dei casi.

Ikaro

Si ma che significa? Ti sei infilato a gamba tesa in una discussione molto semplice... Posso poter riparare il telefono facilmente senza perdere l'IP... La risposta è SÌ tutto il resto è noia... Sciao brllooooo

Squak9000

...bah... su iPhone 5c è praticamente indistinguibile dall’originale se non confrontato direttamente...

Pagato 12€ su Alixpress...

per un dispositivo vecchio è più che ottimo.

Sagitt

certo, ma realizzato in maniera diversa
Visto che adesso quella più consolidata è guarnizioni e colla una preclude l'altro

in futuro con una tecnica diversa, magari no.

Ikaro

Cioè? Sempre di IP si tratta...

Sagitt

Ok ma stai parlando di una cosa diversa

Ikaro

Maddeke esistono da anni rivestimenti in nanoparticelle, è come un bagno di vernice, è che i produttori ci devono investire, tutto qui

Felk

Dipende sempre come viene fatto.
Per le macchie piano piano ti aumentano, è una caratteristica degli amoled. Tra un mesetto le vedrai molto più grandi.

Difficilmente lo riuscirai a rivendere. A meno di svenderlo, non lo acquisterà nessuno, proprio a causa del display lesionato, che è la parte che vale di più.

Felk

A 12€ non ce lo prendi neanche dai listini prezzi accesibili solamente con la partita iva.
In negozio il solo display lo paghiamo di più senza neanche aggiungerci l'IVA.
Questo ovviamente se acquistato dall'Italia.
Se lo compri dalla Cina, devi sempre stare attento a cosa acquisti. A te pare identico e di buona fattura, ma tra uno scarso ed uno buono cambia soprattutto l'assemblaggio, il colore del vetro, la qualità del frame e dei connettori, non i colori del display (che si, possono risultare leggermente più slavati ma di difficile percezione).

Michele Gurrado

Di che parli? Definisci un pcb standard.

Squak9000

non lo vendi a pezzi... lo vendi intero con schermo danneggiato

DavyDax

E come/dove si vede a pezzi?

Squak9000

Come detto ho cambiato lo schermo del mio iPhone 5C con 12€ curca ordinandolo da HongKong ed é veramente uno schermo molto buono.

La veriazione cromatica è veramente minima rispetto a quello originale.
Leggermente meno brillante ma comunque indistinguibile da una persona meno esperta... difficilmente si capisce la differenza se non lo metti vicino ad uno originale.

Sagitt

Per una corretta impermeabilità fare cover o altro non è il massimo. Sì potrebbe fare un guscio abbinabile ma poi con un pessimo impatto estetico

CAIO MARIOZ

si ma lo schermo sarà indecente rispetto all'originale

Sagitt

Anche, ma c’è anche una questione di compattezza, da quando tutto è diventato thin, compatto, leggero, impermeabile e bello è sempre più difficile rendere il prodotto anche riparabile facilmente

Squak9000

Più o meno sono identiche con piccole variazioni cromatiche dovute al tipo di produzione... chi con qualche colore più caldo chi più freddo (ma questo succede anche nelle produzioni ufficiali).

Bene o male sono tutti della stessa qualità anche perché prodotti dalle stesse fabbriche che usano gli stessi pannelli (diversificare costa e non conviene).

Squak9000

Lo schermo che compri in Italia a 30/40/60€ non OEM è lo stesso schermo CINESE che paghi 15€ ad HongKong.

Se lo vedi su amazon a 25€ è perchè hanno caricato 10€ se lo fai riparare in un negoio non ufficiale te lo fanno pagare 50€ perchè si prendono anche la responsabilitá della riprazione.

Sostanzialmente io lo prendo alla fonte... senza tutti costi nel mezzo.

Poi ripeto... 15€ è per uno schermo di uno smartphone “vecchio” come il mio iPhone 5C. Fuori produzione e pezzi in svendita.

Normale che lo schermo di un iPhone7 gia sale sui 30€.

Vermillion

Si lo so, ma ci sono varie qualità. Però se dice che è buono, buon per lui.

Vermillion

Si si lo so che non è OEM. Però quando compri LCD a quel prezzo ci vuole coraggio. Ti è andata bene.

Tony Musone

Il Note 4 mi ha dato un signor problema e ci sono voluti 6 mesi per risolvere definitivamente. E dopo anni di prodotti Samsung ho chiuso, non tanto per il telefono fallato (può capitare, anche se in realtà me ne sono capitati due con lo stesso problema) ma per come la società ha gestito, o meglio, non ha gestito l'assistenza per un top di gamma.

Vermillion

Un analisi corretta. Bisogna vedere dati alla mano quanti cambiano device ogni 6 mesi in effetti.

Tony Musone

Scusa, non ho capito :(

Tony Musone

Senti, facciamo così. Hai ragione tu, non mi rendo conto di dare la colpa alle batterie e non alla facilità della sostituzione unita alla poca civiltà dei proprietari. Grazie per avermelo fatto notare. E hai ragione tu una seconda volta, quando dici che la batteria removibile è indispensabile per potere tenere il telefono ben dopo la sua usura e andare in un centro assistenza è antieconomico. Non me ne ero mai reso conto.

Difatti tuo padre ne ha cambiata 1 in 10 anni solo per ... non si sa bene il perchè ma in realtà, secondo la tua logica, ne avrebbe dovute cambiare molte di più.

Però hai ragione tu e punto.

sbiki85

Avessi potuto cambiarla l'avrei fatto!
Ma dare colpa alle batterie( quello che stai facendo tu, pur non rendendoti conto) no eh.

Tony Musone

E dove avresti letto che io darei la colpa alle batterie? Ho solo scritto che le persone non avendo il benché minimo rispetto per l'ambiente butta le batterie dove vien prima (ti ho fatto l'esempio delle pile) e gli smartphone sono miliardi e non tutti a Treviso e provincia.

Se poi, dopo due anni la batteria comincia a cedere lo porti in un centro assistenza e te la fai cambiare. Se invece la scusa della batteria vecchia e della poca convenienza nel cambiarla ti è sufficiente per cambiare tutto il telefono, è un "problema" tuo (e meno male che eri per la "longevità")

In conclusione sono a favore della facilità di riparazione, con tutti i manuali, i pezzi di ricambio disponibili e gli strumenti adatti ma non avendo mai cambiato un telefono per problemi alla batteria, che questa sia REMOVIBILE è l'ultimo dei MIEI problemi.

Ikaro

In realtà no

Antonio Guacci

Sapevo che se ne stava discutendo in diverse sedi (tra cui l'EU), non sapevo che in USA già si discute a livello di proposta di legge.

...Io personalmente approvo appieno: venissero (nuovamente) prodotti dispositivi tecnologici non più "usa-e-getta" smettere di tirare avanti ostinatamente con un Galaxy Note 4 e non temere più di avere i problemi in cui sto incorrendo col mio iPad Pro.

E K

Se la svincoli dai centri riparazione ufficiali e permetti la vendita dei pezzi fuori dai canali chiusi ti trovi in 10 minuti sovraffollato di componenti senza marchio a prezzo dimezzato e centri riparazione che fanno le stesse cose a 1/3 del prezzo. Non conviene a nessun produttore venderti per 10€ le batterie da sostituire a casa, piuttosto che importi 89€ di costi di ricambio.

Squak9000

su amazon costa circa 6/8€ in più rispetto la cina... ed il display é sempre lo stesso.

Squak9000

ma anche vero che certi design... certe autonomie... non li ottieni con viti e bulloni facilmente smontabili.

Per far state dentro batterie più grandi devono incollare ed incastrare eliminando visiti e riducendo le giunture.

Squak9000

invece di ‘ste menate... anche perchè NON tutti sono capaci di riparare uno smartphone e inoltre, rendremmo la vita dei riparatori non ufficiali più semplice (pagando sempre la stessa cifra):

Dovrebbero lavorare sulla questione GARANZIA.

Alex4nder

Il fatto è che ai produttori non conviene che siano facilmente riparabili, altrimenti non potrebbero obbligarti ad andare in un centro assistenza autorizzato.

Squak9000

Io sapevo fosse di 4 in totale 2+2....

The_Th

non erano 8 minuti...
ovvio che le prestazioni sono migliorate, ma non sono migliorate perchè hanno saldato il disco...

Sagitt

In realtà sì

Sagitt

Bhe dura vita... è forse quella che crea dispositivi piû strutturati

Non tutti... tipo HomePod, watch o Magic Mouse.. ma iPad, iPhone, Apple TV ecc sì

Ovviamente certi dispositivi non è conveniente farli facilmente riparabili

The_Th

21 e ci sto rimettendo...

Squak9000

Lo svendi per parti di ricambio e ricompri un buon usato... riapararlo con i pezzi ufficiali non conviene.

dario

grazie per il link, appena rincaso dal lavoro ci butto un occhio!

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?

TIM, ecco le prime offerte 5G: dettagli e smartphone disponibili

Apple, tutte le novità della WWDC 2019