Spotify down: il sito ufficiale non è raggiungibile

07 Marzo 2018 307

Il sito web di Spotify non è più raggiungibile da qualche da qualche minuto e non si tratta di un problema legato alle recenti contromisure anti pirateria. Molti utenti che sono soliti utilizzare la versione web del celebre servizio di streaming stanno segnalando l'impossibilità ad accedere alla piattaforma, anche se al momento sembra che il malfunzionamento non coinvolga tutti. Accedere al sito web comporta la comparsa dell'errore 503 Service Unavailable.

Per il momento non sembrano esserci problemi per quanto riguarda la fruizione di Spotify tramite app, quindi vi consigliamo di utilizzare i vostri dispositivi Android, iOS o Windows Mobile per poter continuare ad ascoltare i vostri brani preferiti, almeno sino a quando il problema non verrà risolto.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Techinshop a 904 euro oppure da Unieuro a 1,059 euro.

307

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ilmiocanestupido

Guarda se lo Stato da o non da un servizio o un altro gratuitamente se ne può disquisire quanto vuoi. Se ritieni di non avere vantaggi ad essere italiano puoi andare in altri paesi dove lo Stato da ai cittadini e poi mi dici dove sta.
Tu fai una supercazzola infinita per giustificare una pretesa a qualcosa che non esiste. Sporify è privato e se lo vuoi paghi se un giorno verrà concesso in versione socialista da non so quale entità vedremo

David Lo Pan

Certamente. Se non mi bännäno prima (qualche schiavetto del potere che mi segnala l'ho già beccato), te lo indico: devi andare sul sito di Aleandro1d, una volta lì devi cercare, tramite lente di ricerca, Spotify möd (con la "o" normale, s'intende), poi segui le istruzioni. È spiegato tutto in modo molto esaustivo. Devi solo installare la versione a te più congeniale. Successivamente, dovrai creare un nuovo account, anche fittizio. Fatto!

Ehm, che ti offendi se ti dico che non ho la minima idea di cosa significhino tutti quei nomi/sigle/gruppi da te menzionati??? Quando, e ciò avviene comunque di rado, auguro "Buona Vita" ad un individuo, in quella forma di saluto vi è parte della mia essenza. La V di Vita, volutamente in maiuscolo, la rappresenta appieno, giacché il mio nome di battesimo porta la stessa iniziale, V.

È da alcuni anni, dopo una mia presa di coscienza, che interpreto così il mio auspicio (verso chi mi trasmette energia positiva, principalmente) per una vita oltremodo dignitosa, meritevole d'essere vissuta e celebrata. Non solo il singolo giorno, quindi, come difatti hai notato anche tu

Squak9000

A me la casa non costa una vita....

visto il tutto... ho puntato per una professione redditizia, studiando ed impegnandomi.

Certo... Ferrari, Lamborghini villa extra lusso... quelli costano tanto per me.

Ma il resto... è tutto fattibile

Maxim

Mi potresti indicare dove l'hai trovata il fix, per piacere?

Gaia sopravvivrà, su questo non c'è dubbio, con o senza l'essere umano.

È la prima volta che incontro qualcuno che, come faccio anch'io, augura una buona Vita, e non solo un buon giorno o un buono weekend! Per caso sei famigliare con The Venus Project, The Zeitgeist Movement, Zeitgeist Addendum, Zeitgeist Moving Forward?

Maxim

Condivido le tue parole appieno, ad eccezione di: "Allora Donald Trump, Bill Gates e tutti gli altri Paperoni che dovrebbero fare? Loro appena aprono bocca veramente umiliano e sotterrano qualsiasi altra persona" — essere incredibilmente ricco non è automaticamente uguale a essere incredibilmente inintelligente. Questi due, per esempio, non dicono nulla di importante, nulla che va a sfidare lo status quo. Sono ben altri gli individui che ci propongono delle idee importanti e rivoluzionarie...

P.S.
Umiliare e sotterrare gli altri - non mi sembra il massimo.

Maxim

Mi dispiace se non mi hai capito, ma il mio è un discorso più generale.

TUTTO è molto più costoso del dovuto. Per esempio, parlando di cose veramente importanti: ti sei mai chiesto perché una abitazione deve costarti una vita di lavoro? Una cosa, che in un mondo così tecnologicamente avanzato, dovrebbe essere garantita come diritto (alla nascita), altrimenti a cosa serve lo Stato, se non a distribuire le risorse naturali del proprio territorio tra i propri cittadini... A te risulta che hai una tua parte nelle risorse del "tuo" Stato? Non credo. Però hai una tua parte nel cosiddetto "debito pubblico" (circa 38 000 €, dalla nascita)... Chiamarsi "cittadino italiano" (o di qualsiasi altro Stato) sarebbe sensato solo se avessi una parte delle ricchezze naturali di quel Stato, altrimenti non ha nessun senso, altrimenti sei semplicemente un essere umano singolo, nato in uno Stato non tuo, in uno Stato di qualcun'altro, e l'unica libertà che hai è di obbedire quel "qualcun'altro", ti è vietato usufruire delle risorse naturali DIRETTAMENTE (un esempio semplice tra i tanti: vuoi abbattere un albero in un bosco - multa se lo scoprono), e così via.

Perché lo Stato permette ai privati di avere in mano le risorse naturali del proprio territorio, e ci scostringe noi il Popolo a pagare per aver accesso a quelle risorse?

David Lo Pan

MusicAll è un'app simile a Spotify, Deezer e compagnia bella. Niente di che, si appoggia a YouTube, i brani provengono da lì.

Io l'ho utilizzata giusto un paio di giorni, poi è uscito il fix per Spotify

Squak9000

Prezzo così alto? Ma 5-10€ al mese è alto?

Misa che stai messo male...

Maxim C.

Sì, sono consapevole di questo. Ma dico, se un giorno alla Google decidessero di farci oltre che pagare con i dati sensibili, anche con denaro... Niente li impedirebbe di farlo, e considerando che in tanti abbiamo un mucchio di file/documenti/email ecc. nei server della Google, li dovremmo pagare per continuare ad avere accesso ai servizi e ai nostri file...

Maxim C.

«Spotify sta guadagnando talmente tanto dagli account premium che è in rosso e sta entrando in borsa per pararsi il cu

Maxim C.

Sì, troppo. Quando fanno miliardi in profitti — vuol dire che potrebbero (e dovrebbero) mettere un prezzo molto più basso.

«Ci sono ragazzini di 15 anni che hanno in mano iPhone da €1300» — Ti stai dimenticando che hanno in mano un iPhone da 1300€, ma non li resta molti quattrini una volta comprato quel iPhone. E il fatto che dei consumatori compulsivi comprano ogni nuovo iPhone, non vuol dire che Spotify non potrebbe chiedere un prezzo molto, ma molto più basso di 1200€ in 10 anni.

In ogni caso, pure alla Apple dovrebbe essere vietato fare profitti oltre la decenza (e pagare spiccioli coloro che li fanno questi maledetti iPhone).

Il problema sai qual è? Che FINCHÉ noi (il grande pubblico, Popolo) consideriamo ACCETTABILE che pochi si possano arricchire oltre la decenza, avremo l'1% della popolazione che possiede il 50% della ricchezza del pianeta, e avremo i più ricchi (individui, e/o corporazioni) che controllano Governi...

Maxim C.

Forse si capiva, ma evidentemente io non l'ho capito.

Maxim C.

Quello che voglio dire è molto più vasto/importante: che noi come il grande pubblico dovremmo considerare INACCETTABILE che pochi si possano arricchire oltre la decenza. Perché è proprio accettando questo, che ora abbiamo l'1% della popolazione possiede il 50% della ricchezza del pianeta, e che i più ricchi (individui, e/o corporazioni) controllano Governi...

5-10 Euro all'anno sarebbero più che sufficienti, forse meno (non sapendo quanto esattamente fanno in profitti).

N.B.
"Il catalogo" non diventa tuo, perciò il prezzo non dovrebbe essere così alto (ma non dovrebbe essere così alto PRPRINCIPALMENE per il motivo che ho descritto all'inizio di questo commento).

Maxim C.

Musica - generalmente, è una cosa inutile. Almeno che non sia della musica che vuol comunicare dei messaggi importanti... Ma chi è che oggigiorno ascolta musica per pensare? Pochi, se non pochissimi.

La stessa cosa riguarda il nostro SACRO LAVORO — cominciando con i call center e finendo con, per esempio, il presidente della Repubblica — la maggior parte dei lavori sono completamente inutili, insensati, irrilevanti per il star bene e per il prosperare di una società umana.

Maxim C.

Anche una banca "è un'azienda", un'azienda che pratica usura, un ente che letteralmente fà da strozzino — questo forse vuol dire che uno Stato sovrano non dovrebbe intervenire e nazionalizzare le banche, farle funzionare al servizio del popolo?

Sciocchezze, diresti? Non credo, se anche un Ispettore Capo di Polizia lo denuncia. Non intendo dire che l'opinione di un poliziotto sia più importante di un "semplice" cittadino, però questo ha un certo significato. Ecco il suo messaggio al Popolo e una intervista con lui (sta a te decidere, da questi due video, se sembra una persona sensata/ragionevole o meno): 1) Titolo video del messaggio su YouTube: "Messaggio al POPOLO italiano dell'Ispettore Capo di Polizia Giuseppe Quarta."
2) Titolo video intervista su YouTube: "Parliamo di criminalità bancaria Intervista con lispettore capo di Polizia Giuseppe Quarta 2105201"

Riguardo la benzina, la spesa: ti propongo di leggere la mia risposta all'utente «ilmiocanestupido» (sopra), il pezzo dove ho parlato delle risorse di uno Stato (che dovrebbero non avere costi per il cittadino), dove ho chiesto "esattamente quali vantaggi porta essere nato in Italia (o in qualsiasi altro Stato) al cittadino?", e per quale motivo le risorse presenti nel territorio di uno Stato, non sono direttamente accessibili ai cittadini di quel Stato (perché ci costringono a COMPRARLI, tramite un intermittente)?

Se sempre più numerosi di noi (Popolo) si faranno certe domande — forse un giorno saremo noi a dirigere il Governo, e non vice versa (come accade attualmente)...

Maxim C.

Se non l'hai notato, io ho fatto un ragionamento molto più vasto/importante, non limitato a un servizio di streaming del cavolo...

Le "differenze" tra un ente pubblico e un ente cosiddetto provato esistono nelle nostre menti, non nella realtà. Non ce motivo per cui "lo Stato" non possa offrire servizi/materie di prima importanza (tra qualli quelli ho descritto nel commento sopra), ma anche quelli di poca importanza sociale (come il servizio offerto Spotify), gratuitamente. E siamo ancora governati dalla elite, proprio perché non crediamo che questo sia possibile. È possibile perché il vero "Stato" siamo noi - il popolo, e quando capiremo questo fatto - creeremo tutto il necessario per una vita dignitosa per noi stessi.

Il punto non è "avere tutto gratis dallo Stato", ma è capire che attualmente le nostre comuni risorse, sono in mano a un piccolo gruppo di persone, e che è lo Stato che permette questa ingiustizia, ingiustizia perché le risorse naturali sono "gratuite", e che le paghiamo solo perché c'è un intermediario (assolutamente non necessario) tra noi e le nostre risorse.

Per esempio: ti sei mai chiesto quali vantaggi ti dà essere, per esempio, un cittadino italiano? Forse hai diritto a un pezzo "gratuito" del territorio dell'Italia, o forse diritto a una abitazione "gratuita" sul territorio italiano, o forse hai diritto all'acqua/elettricità/cibo "gratuiti"? Se l'Italia è "la tua" nazione, per quale motivo non hai diritto a queste cose, a una piccolissima parte della ricchezza/delle risorse naturali di questa "tua" nazione?

Non devi rispondere a me a queste domande, devi chiederteli a te stesso e darti una risposta sincera/quanto più oggettiva possibile, non essere soddisfatto di una risposta superficiale, "è giusto che sia così" o "ci penserò su questo un'altra"...

BlackBook

Mai condiviso nulla. Compero per me, oppure regalo, abbonamenti annuali (la foto è esplicita).

BlackBook

Sui termini e condizioni del servizio non ci sono riferimenti, e solo quello vale ai fini legali. Io comunque non violo nulla visto che ho l'abbonamento annuale.
Sul resto...la cultura è come una rete: qualcuno ha la maglia fitta, altri delle voragini che non trattengono nulla. https://uploads.disquscdn.c...

giu46

Dovresti leggere bene perché è ben descritto negli accordi (dovete essere residenti nello stesso indirizzo, da qui account "famiglia") quindi violi una loro policy pagando quasi il 70% in meno il servizio.
Invece i miei genitori mi hanno dato una discreta cultura, così come anche l'ambiente e qua certa gente sembra che dal proprio orticello non ci è mai uscita. Ora tiri il fuori il tutto perché non sai come rispondermi, e continui a giudicare; quindi confermi il mio primo giudizio di persona che si crede SUPERIORE perché pagante un servizio e pure a scrocco violando una policy.
"A ragionar da povere si resta sempre povero" è proprio la frase che ti calza a pennello. Bei valori guardare solo al soldo, al denaro. I soldi nella vita non sono tutto, e tu sei un piccolo uomo nel giudicare una persona solo da questo aspetto.
Smetto di rispondere ulteriormente

BlackBook

Quando chiesi informazioni per investire mi dissero che la condivisione allargata era accettata per aumentare i numeri. Sul sito c'è l'indicazione di limitazioni alla condivisione, ma nei termini e condizioni (che fa fede a livello legale) non vi è traccia, mentre hackerare è esplicitamente vietato. Nulla vieta che mi sia perso qualcosa, non sono infallibile su cose che non mi interessano granché.
Sul resto passo, ti manca uno strato di conoscenza-esperienza-cultura che genitori/ambiente non ti hanno trasmesso.

giu46

mai avuto bisogno di piratare? non esiste nessuna persona sulla faccia della terra che non abbia piratato o visto materiale in maniera illegale e tu mi spari sta roba così a caso? Ma dai.
E questo avete poi non mi piace per niente: 1) se scrivi sei un italiano all'estero oppure uno straniero che sa l'italiano, e questo non consente di giudicare con l'aria da superiore come hai fatto trasparire in ogni commento 2) spotify condiviso (genietto) tra amici è reato lo sai vero? viola l'eula dell'account famiglia visto che non siete sullo stesso tetto, e non mi venire a dire che hai 4 persone che ascoltano spotify tutte in una stessa casa che non ci crede nessuno. Quindi diventi ipocrita, perchè a livello di legge si è entrambi perseguibili allo stesso modo 3) "30 euro all'anno di Spotify condiviso li tiri su con una serata al bar" se facessi una cosa così SICURAMENTE non li spenderei per un servizio come spotify, ce ne sono altri per avere lo stesso servizio solo con la minore comodità e diversa interfaccia; era secondario alla mia vita e che nemmeno usavo più di tanto, un plus. Ma con questo entri in pieno diritto nella corsa per il nobel, favoloso, vado a lavorare un giorno per pagarmi spotify XD ci vuole genialità per spararle così creative

BlackBook

Mai avuto bisogno di piratare.
In Italia avete una cattiva abitudine a giustificarvi e ad autoassolvervi su tutto: 30 euro all'anno di Spotify condiviso li tiri su con una serata al bar, non pagarli è una questione, spesso, di cultura.

Cristian P.

Li prende da YouTube. Tant'è che a volte la qualità audio fa decisamente schifo.

Cristian P.

Però c'è la rottura di scatole che perdi tutti i brani salvati, le playlist..

Cristian P.

Voi tutti parlate di sostenere gli artisti e tutto il lavoro che viene svolto.. Ma voi ai concerti ci andate? Anche così sostenete gli artisti eh.

Comunque qui e su vari siti tutti che denigrano chi usava una versione crackata e a vantarsi di pagare il premium.. Ma purtroppo peccano di immodestia perché non tengono in considerazione le condizioni delle singole persone.. C'è chi ha voluto usare quella crackata per dispetto ma anche per "necessità", perché pur essendo uno sfizio può aiutare nei momenti bui di una persona, esiste la musicoterapia non per niente.

Criticano facendo finta di dimenticarsi quando magari da ragazzi facevano un po' di cresta con le monete date dai genitori per uscire, quando hanno scaricato un file di qualsiasi genere in maniera non proprio legale e via dicendo.. Perché in fondo in fondo tutti almeno una volta nella vita abbiamo fatto una cosa simile e non si tratta di essere delinquenti, ladri o quant'altro, ma semplicemente ragazzi desiderosi di provare quella e quell'altra cosa, di voler uscire il pomeriggio o la sera a divertirsi.

Come con la festa della donna di ieri, anche la notizia di Spotify si è trasformata nel mercatino delle pulci dove tutti cercano disperatamente di mettersi in mostra, di far sapere a tutti la loro ostentata e alquanto dubbia agiatezza economica, di far sapere a tutti che loro possono permettersi di pagare Spotify Premium, come se fosse un obiettivo, un risultato da sbandierare ai quattro venti che porti a qualcosa.

Allora Donald Trump, Bill Gates e tutti gli altri Paperoni che dovrebbero fare? Loro appena aprono bocca veramente umiliano e sotterrano qualsiasi altra persona, eppure lavorano e si fanno i cavoli loro.. Purtroppo l'italiano appena esce dal tunnel oscuro della miseria lo deve far sapere a tutti, ma non si rende conto che resta sempre un miserabile d'animo, appoggia appieno il detto "dimmi chi sono ma non chi ero fino a ieri", diventano tutti dei finti miliardari alla ricerca di attirare l'attenzione delle persone perché altrimenti non si sentono realizzati, non hanno potuto dimostrare la loro presunta superiorità economica. Punto. https://uploads.disquscdn.c...

giu46

Che risposta del piffero, a parte che non mi hai dato alcuna risposta e ti sfido a non aver mai guardato o posseduto nulla illegalmente.
Secondo punto: ohh abbiamo quello con i soldi e si fa pure il fichetto su un blog! A parte che non tutti hanno un lavoro, seconda cosa sono uno studente universitario e per qualche annetto ancora devo stare alle spese dei miei genitori. Quindi meno commenti da radicale chic del cavolo

BlackBook

Mi hanno insegnato a far soldi, non a perder tempo per cercar modi per risparmiare.

giu46

non offrono la scelta libera della canzone su smartphone.
Ascolto volentieri la pubblicità, ma se non posso scegliere nemmeno cosa sentire che senso ha?

giu46

scommetto che tu non hai mai ascoltato musica piratata o peggio non hai usato nulla di crackato

apps accaunt

Non sto dicendo quello..ho solo marcato la diff...e momentaneamente la soluzione è il blocco del sito se non si disattiva adblock

Michele Ruggieri

Da questo punto di vista hai ragione, ma a te farebbe piacere avere un blog con tutti i lettori dotati di adblock? Se tutti facessero come te fallirebbero.
E poi bisogna anche ammettere che non costa nulla avere un piccolo banner, certo, può infastidire, ma una volta abituato non costa nulla.

Mattexx

Fino a circa 1 anno fa io avevo incluso nella mia offerta Tim Music illimitato che non consumava GB poi per colpa degli stronzi dell'AGCOM che l'hanno valutata come concorrenza sleale la Tim lo ha tolto dandomi in cambio 2GB extra e lo streaming dalle app principali che non consuma GB. Avrei preferito tenermi Tim Music che era incluso e non dovevo pagare alcun costo in piú per avere un servizio libero.

BlackBook

"A ragionar da povero si resterà sempre povero".

Di3go™

Sono sicuro che ti piacerà, ma scarica l'apk giusto

apps accaunt

ZERO...non hai capito una sega..sono 2 cose diverse

apps accaunt

Dai su...non è difficile..ragiona...se ascolto spotify a sgamo quelli devono pagare diritti sui miei ascolti...se vedo hdblog con adblock non costo una cippa di nulla

Michele Ruggieri

Beh certo, non sei un costo...
Quel blog da cui vai ad informarti lavora gratis per te?

Alessandro

L'imposizione delle play list casuali rende il servizio inutilizzabile.

Tizio Caio

Ma veramente no, l'ho scaricata proprio perché la uso di rado e quando la uso vorrei ascoltare le canzoni che VOGLIO.. cmq sia buona fortuna a Spotify, 10€ non glieli avrei cmq mai dati

Carl Johnson

Spotify rischia grosso se non riuscirà a monetizzare maggiormente. Attualemente sono in perdita per oltre un miliardo di dollari.

Bestmark01

Google già la paghiamo fornendogli una mole di dati immensa sulla nostra vita

hydrophobia

Certo che la manovra è sensata: Spotify doveva pagare i diritti alle case discografiche anche da parte di chi ne usufruiva in maniera illegale, e senza gli introiti dalla pubblicità bloccata dalle mod avevano solo perdite enormi.

<quote>inserire le pubblicità e rendere gratuito invece monetizzerebbe di più secondo me, soprattutto se si riducono le funzioni del base a favore del premium</quote>
Hai descritto Spotify free com'è ora: senza funzioni e infarcito di pubblicità. E vedi com'è apprezzato dalla gente :)

Simone

Link?

Body123

Sai perché lo si fa con leggerezza? Perché si pensa che:
1. I creatori e dirigenti di Spotify di certo non muoiono di fame se io studentello non pago i 10€, cosa che comunque non farei non potendo me lo permettere, cioè per farlo dovrei rinunciare a cose molto più importanti.

2. Idem i musicisti, Fedez (per fare un esempio) non mi sembra muoia di fame perché ascolto le sue canzoni gratis (ripeto, è un esempio, non fossilizzatevi sull'artista), e se proprio fossi un suo fan andrei al concerto e lo supporterei davvero, di certo non 120€ l'anno per tenere della musica in sottofondo in auto.

P. S. Quando ci sono stati i tre mesi premium a 99cent li ho pagati, quello era un prezzo onesto e giusto, secondo me.

Body123

C'è già

Body123

Allora diciamo che "la massa" che ascoltava quelle canzoni già prima non comprava il CD originale ma quello masterizzato, se proprio non era in grado di scaricarsi l'mp3 da solo e masterizzarlo da solo il CD con le canzoni che voleva

Alessandro

Avranno avuto sicuramente le loro ragioni, però mi sembra non troppo sensato perché, ora hanno bloccato tutti con i mod e queste persone si divideranno tra chi abbandonera Spotify, chi troverà un altra mod e chi prenderà l'account premium, in questa ultima categoria però non penso aderiranno molte persone, inserire le pubblicità e rendere gratuito invece monetizzerebbe di più secondo me, soprattutto se si riducono le funzioni del base a favore del premium

peyotefree

La versione mod da smartphone non é niente altroché la versione tablet free.
Giusto perché é inutilizzabile quella smartphone tutti quanti usano la mod.

EvCo

Sono "gratuiti" perchè si sostengono con la pubblicità dentro al sito genio! Quindi non usando adblock commetti lo stesso reato di chi usa spotify moddato. Se non ci fosse la possibilità di mettere la pubblicità nel sito allora vedresti subito fioccare gli abbonamenti al sito

hydrophobia

Spotify sta guadagnando talmente tanto dagli account premium che è in rosso e sta entrando in borsa per pararsi il cu

TIM, ecco le prime offerte 5G: dettagli e smartphone disponibili

Apple, tutte le novità della WWDC 2019

Recensione Amazfit Verge, smartwatch completo e adatto a tutti

RETI 5G (e uccelli morti): BENEFICI... e RISCHI