Spotify prepara il suo smart speaker

20 Febbraio 2018 51

Spotify sembra interessata ad entrare nel mercato degli altoparlanti smart. Lo suggeriscono le informazioni contenute in un tre annunci di lavoro pubblicati dall'azienda e recentemente avvistati in rete. L'altoparlante farebbe parte della prima linea di prodotti fisici realizzati da Spotify, da tempo impegnata nel settore dei servizi di streaming musicale.

I servizi di Spotify vengono gestiti tramite gli smart speaker di aziende come Google, Amazon e Sonos. Uno o più prodotti sviluppati in prima persona le consentirebbero quindi di entrare in diretta competizione con l'Homepod di Apple, che non offre il supporto a Spotify e fa affidamento esclusivamente da Apple Music.

Nell'annuncio Spotify conferma di essere in cerca di operation manager, senior product manager: hardware production, e project manager: hardware production and engineering, figure che si occuperanno di gestire il processo di approvvigionamento delle risorse, la fase di produzione vera e propria, le vendite e le iniziative di marketing dedicate ai nuovi dispositivi. Il progetto, come si può intuire, si trova in fase embrionale e non è possibile avanzare previsioni sulla data di esordio.

Si tratta di una mossa rischiosa per Spotify, proprio perché l'azienda non ha un'esperienza nel campo della produzione di dispositivi hardware, ma evidentemente resa necessaria da una pressione proveniente dalla casa di Cupertino che si fa sentire in mercati chiave, come quello USA. Secondo quanto recentemente riportato dal Wall Street Journal , i numeri di iscritti di Apple Music potrebbero superare quelli di Spotify nel mercato statunitense nel corso dell'anno.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Phoneclick a 825 euro oppure da ePrice a 923 euro.

51

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Wall-e

Ad oggi in Italia poco nulla.. Nel prossimo futuro.. Chissà

Wall-e

In realtà su sonos arriverà anche google assistant

Pinco Pallino

Ne sentivamo la mancanza.

Modho

"A smart speaker is a type of wireless speaker and voice command device with an integrated virtual assistant (artificial intelligence)
that offers interactive actions and handsfree activation with the help
of one "hot word" (or several "hot words"). Some smart speakers can also
act as a smart device that utilizes Wi-Fi, Bluetooth and other wireless protocol standards to extend usage beyond audio playback, such as to control home automation devices. This can include, but is not be limited to, features such as compatibility across a number of services and platforms, peer-to-peer connection through mesh networking, intelligent personal assistants, and others. Each can have its own designated interface and features in-house, usually launched or controlled via application or home automation software.[1] Some smart speakers also include a screen to show the user a visual response."

Squak9000

dove sta scritto che smart vuol dire... assistente vocale?

Mastro Tracco

Un prodotto come Apple Watch comunque dopo 3-4 anni si cambia comunque, Apple TV funziona tranquillamente da solo, homepod funziona comunque con AirPlay disponibile tramite app anche su Android e Apple Music c è anche su Android, in ogni caso come fatto per Apple Music non mi stupirei di un App per Windows e Android tra qualche anno al massimo

Modho

Perché sono degli smart speaker.

albe

Basta che per la concorrenza non gli venga la malsana idea di togliere il supporto a sonos visto che ho comprato speaker per tutta casa. altrimenti lo piglio nel nido del cuculo. 2000 euro di investimento tra sound bar,subwoofer e 3 play.

Saeliçar

Il guaio è che iPod ormai è morto, come del resto il mercato degli apparecchi simili. Lo smartphone ha fagocitato troppe cose...

Squak9000

...dove sta scritto che ci sarà un assistente vocale?

Marco

Gli chiedo tutto, dalla sveglia alla mattina alla lista della spesa. Lo trovo molto utile, anche se dovrebbero fare meglio

ctretre

Quando Microsoft ha dismesso Groove Pass ha pubblicizzato Spotify (e non era necessario). Potrebbe ricambiare il favore introducendo Cortana.

Jam

Rileggi le parole di stallman nei giorni seguenti la scomparsa di Jobs.

Vittorio Vaselli

non comprarli.

Vittorio Vaselli

sostituisci tutti i produttori hardware con apple.

Chirurgo Plastico

Ormai tutti i produttori hardware stanno mettendo su i paraocchi. Le mie cose funzionano solo con il mio hardware, stop.
Questo farà si che sia più difficile cambiare marca di prodotti: se ho HomePod, un iPhone, un Apple Watch e Apple Music, anche se volessi prendere un Android mi troverei con la Apple
Tv ,l'Apple Watch e lo speaker inutili.
Sarei costretto a cambiare tutto con spesa non indifferente.
Scelta malsana per gli utenti, lucrosa per le aziende

Nalin

Motivo per cui proprio ms potrebbe cercare una partnership.

MJ

Tra i multipiattaforma metterei "Netflix" che grazie ad esso ha spaccato di brutto!

Mongomeri

Il Google Home Mini (che possiedo anch'io) è un prodotto nato male: è stata disabilitata praticamente subito la possibilità di attivarlo appoggiandoci la mano e spessissimo va in crash se si imposta il volume al massimo. Penso che se Apple avesse fatto una cosa del genere i blog di settore non parlerebbero d'altro.

In ogni caso, il dialogo con Spotify sembra funzionare bene: spero che arrivi il prima possibile il supporto all'italiano :)
Tu come ti trovi? Per cosa lo usi principalmente?

Marco

Vedremo, anche se Microsoft con cortana non ha tutta questa grande visibilità

Modho

Però Alexa è di Amazon, e lei è in competizione diretta con Spotify, con il suo Music, quindi la vedo difficile una collaborazione. Cortana per il momento vive senza Groove, che è stato chiuso da poco, quindi sarebbe più ideale.
Se no a pensarci ci sono anche Hound e assistenti minori sul mercato, che potrebbero trovare occasione con Spotify.

Monomarco

Volendo anche Alexa, come ad esempio i sonos

Monomarco

Ho problemi con la riproduzione tramite richiesta ad assistant su Google home mini, inoltre in base alla giornata se imposti il volume massimo e avvii la riproduzione su spotify il ghm crasha e si riavvia, questo bug ce l'ho da quando l'ho acquistato (novembre). Ho provato a resettarlo più volte (come la pagina di supporto Google consiglia di fare) ma da questa situazione non se ne esce.
Spotify potrebbe comunque appoggiarsi ad Alexa, amazon permettendo.

Modho

Son sicuro che l'assistente vocale sarà Cortana. È l'unico che non dipende da un servizio musicale.
Per il resto bisognerà vedere quanto varrà la pena svilupparlo.

Gillo

Sarà che non sono un audiofilo però io la comodità di avere lo smartphone e tutto lì dentro la trovo impareggiabile, poi non devo portare altro con me e non sento tutta questa ansia di avere la memoria piena scaricando le canzoni..

Tizio

Beh a proposito di ciò, c'è già Tidal che non se la passa benissimo...

Mongomeri

A meno che non vogliano realizzare un prodotto con base Google Home. Già adesso Spotify funziona benissimo sul Google Home, ma la qualità audio non è il punto forte di questi prodotti...

theItN

Fantascientifico per fantascientifico mi verrebbe da dire che non sarebbe a questo punto insensato che Samsung provi a fare una proposta d’acquisto per Spotify.. Ma chissà, avrebbe più senso allora aspettare il fallimento dello speaker per poi acquisirla a prezzo inevitabilmente minore allora..

Maniscalco

Ma l'utilità di questi speaker smart? Non la vedo neanche con un binocolo.

Tizio

C'è da dire però che Amazon non si fa problemi a cedere Alexa in questi casi, come su alcuni speaker di Bang & Olufsen.

Qua andiamo sul fantascientifico, ma vedrei bene una collaborazione con Samsung:
La casa coreana non ha un servizio di audio streaming, ha comprato AKG ed ultimamente ha dichiarato che investirà parecchio su Bixby per portarlo fuori dagli smartphone ed utilizzarlo su altri dispositivi.

theItN

Che è quello che faccio io. Sarà che ho sempre adorato l’iPod che trovo uno dei dispositivi tech più innovativi nella storia dell’elettronica di massa, ma devo dire che mi trovo benissimo al momento senza servizi streaming ed annessi, e ci vedo anzi solo vantaggi per il momento a restare così come sono:
1. Utilizzando quotidianamente un iPod non usuro troppo la batteria dello smartphone, visto che un minimo sindacale di 2-3 ore al giorno la musica l’ascolto
2. Utilizzando la mia libreria personale posso ascoltare musica in qualità anche superiore: con iTunes o con un altro lettore audio posso ascoltare tracce in qualità lossless mentre con Spotify non posso andare oltre la codifica mp3 a 320kbps e con Apple Music oltre la codifica aac a 256kbps, qualità ottime ma, è un dato di fatto, non la migliore qualità possibile.
3. Ammesso pure che io voglia usufruire della qualità massima di Spotify o Apple Music, ma avete idea di quanto pesi un album codificato a 256 o 320kbps? Se sono un ascoltatore assiduo di musica sarei costretto ad aggiungere alla spesa anche un contratto più costoso col mio operatore telefonico che mi garantisca più GB altrimenti tempo pochi giorni e i giga sono terminati.
4. E se non prende il Wi-Fi (tipo per buona parte del percorso della metro C a Roma, nella quale passo l’inizio della mia mattinata)? Devo pure mettermi a scaricare le canzoni per poterle ascoltare offline.. Cioè capite bene spero che è un controsenso tutto ciò.. Io finché i miei iPod campano penso proprio che continuerò ad ascoltare la musica in mobilità così come l’ho sempre ascoltata.

Enzo

Altra cosa non consumi batteria del telefono...

Squak9000

Ma non è che lo produrrá Spotify....

Spotify lo commissionerà a qualcuno... bisogna vedere quel qualcunonchi è...

theItN

Non solo Spotify non ha esperienza nel settore hardware dell’audio Hi-Fi, ma non mi risulta neanche che abbia esperienza software nel campo dell’intelligenza artificiale, e correggetemi se sbaglio ma Apple, Google ed Amazon hanno tutte un assistente che è parte integrante del proprio smart speaker.. Vero che Spotify si è trovata con le spalle al muro (ma davvero sono così polli gli svedesi da credere che Apple immettesse sul mercato un prodotto open-minded capace attrarre nuovi utenti nel settore della musica streaming?), ma la sfida a me pare davvero tosta perché non è raccattando qua e là qualche ingegnere che arrivi a immettere sul mercato un prodotto competitivo e in tempi brevi.. Non vorrei dire altro ma, perlomeno per quanto riguarda gli utenti iOS, credo che oramai i buoi stiano già scappando dalla stalla.

Squak9000

Con Connect sulla rete puoi fare multiroom e indirizzare la musica senxa disconnetersi e riconnettersi passanto per le impostazioni

El GalliThor

Ah ok, quindi niente di niente

M_90®

Basta che sono large per le donne, posso essere smart per il resto.

cristiano

neanche sonos è disponibile in italiano

Moveon0783 (rhak)

Effettivamente...

Andhaka

Ma poi non sei smart abbastanza.. e come gestisci il multi-room, manco fossimo un ospedale con l'impianto audio centralizzato. :D

Cheers

The

Compatibile solo con Apple Music

Squak9000

Se avrá il display e suonerá anche bene non costerá meno di 500€...

Andhaka

Stareo... stereo e dischi... comodo, semplice da usare e non mi spia. :P

Cheers

M_90®

Ma a sto punto non conviene più prendersi uno stereo o cassa bt è usare il telefono?

Jon Snow

dal balcone

Moveon0783 (rhak)

In pratica in questo settore avremo tutti prodotti forniti dal relativo fornitore del serizio tramite cui potremo fruire solo dei suoi contenuti?
Solo quello di Google pare essere quello più "multipiattaforma"?

H6

;)

R4nd0mH3r0

stonex dovrebbe lanciarne uno a breve

El GalliThor

Ma uno smart speaker in italiano esiste?
Mi viene in mente solo il sonos, tutti gli altri non sono disponibili in italiano

momentarybliss

beh spero che nel caso avrà un display con tutte le funzionalità dell'app

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?

TIM, ecco le prime offerte 5G: dettagli e smartphone disponibili

Apple, tutte le novità della WWDC 2019