Qualcomm: multa di 997 mln di euro da UE per accordo con Apple | Pronto appello

24 Gennaio 2018 211

Aggiornamento ore 16:25

Qualcomm ha commentato la decisione della UE preannunciando che presenterà appello contro la sentenza:. La sanzione, aggiunge, non riguarda l'attività di concessione delle licenze commerciali e non avrà impatto sulle attuali attività portate avanti dall'azienda.

Qualcomm ha confermato oggi di aver ricevuto la sentenza della Commissione Europea relativa a un accordo scaduto tra Qualcomm e Apple Inc. sui prezzi dei modem chip, in vigore dal 2011 al 2016.

La Commissione Europea sostiene che alcune clausole di questo accordo abbiano violato la legge sull’Antitrust dell’Unione Europea e ha inflitto una sanzione di 997.439.000 milioni di euro (circa 1,23 miliardi di dollari). Qualcomm si dichiara fermamente contraria alla sentenza e ha espresso l’intenzione di appellarsi al Tribunale dell’Unione Europea. La sentenza della Commissione Europea non riguarda il business delle concessioni di licenze commerciali di Qualcomm e non ha incidenza sulle attività in corso.

Don Rosenberg, Vice Presidente e General Counsuel di Qualcomm aggiunge:

Siamo certi che l’accordo non violasse le norme antitrust dell’Unione Europea né pregiudicasse il mercato né danneggiasse i consumatori europei. Crediamo che ci siano gli estremi per un riesame del caso e inizieremo subito l’iter dell’appello

Aggiornamento ore 14:40

Come previsto, l'Unione Europea ha imposto a Qualcomm il pagamento di una multa di 997 milioni di euro per abuso di posizione dominante. Di seguito il tweet di Margrethe Vestager, in cui si afferma che "Qualcomm ha illegalmente tenuto fuori i suoi rivali dal mercato dei chip LTE per oltre 5 anni".

Articolo originale

Qualcomm potrebbe essere costretta dall'Unione Europea a pagare una multa multi milionaria: avrebbe pagato Apple per essere il suo esclusivo fornitore dei chipset dedicati alle comunicazioni degli iPhone. In tal modo il chipmaker avrebbe escluso dalla competizione altre aziende concorrenti, impossibilitate ad offrire i propri chipset alla casa di Cupertino.

Qualcomm avrebbe tenuto il comportamento incriminato nel periodo compreso tra il 2011 e il 2016; a partire dal 2016, Apple ha iniziato ad usare i chipset Intel, affiancandoli a quelli del produttore statunitense, mentre risale ad ottobre scorso il report che suggerisce la definitiva interruzione del rapporto tra Apple e Qualcomm per la fornitura dei modem degli iPhone, sostituiti da quelli di Intel e Mediatek.

Le multe comminate dall'Antitrust europeo possono arrivare ad un massimo del 10 per cento del fatturato annuo, che nell'ultimo anno fiscale di Qualcomm è stato pari a 22,2 miliardi di dollari; l'azienda rischia quindi una multa da 2,2 miliardi di dollari, se l'Europa deciderà di punirla nel modo più severo.

Dal 2011 al 2016 Qualcomm avrebbe pagato Apple per essere il fornitore esclusivo dei chipset per iPhone, escludendo altre aziende dalla competizione.

Le indagini della Commissione Europea sono iniziate giugno 2015 e, pochi mesi dopo, sono sfociate in un atto formale di accusa. All'epoca, Margrethe Vestager, Commissario europeo per la concorrenza, aveva espresso il timore che "le azioni di Qualcomm potrebbero aver escluso i concorrenti o impedito loro di competere"

La rilevanza della vicenda va oltre la multa e la procedura dell'Antitrust: se Qualcomm fosse ritenuta responsabile dalla UE, la decisione potrebbe spiegare i suoi effetti anche nelle numerose controversie attivate da Apple contro il chipmaker, come ricorda il Financial Times, che avvalora l'ipotesi della multa imminente: il produttore di iPhone ha accusato il chipmaker di tattiche esclusorie e di royalties eccessive che sostiene essere costate miliardi di dollari.

Secondo quanto riportato dalle fonti, l'ufficializzazione del provvedimento potrebbe avvenire nella giornata di oggi. Non si tratterebbe dell'unica sanzione indirizzata a Qualcomm da un'autorità antitrust per illecite pratiche tenute nel mercato dei modem cellulari: ad ottobre 2017, ad esempio, anche la FTC taiwanese ha deciso di irrogare una multa da 774 milioni di dollari per ragioni simili.


211

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Thomas Schietti

Sicuro che in Italia se gli arriva una multa la contestano. In altri paese la gente comune se sa di aver sbagliato tace almeno.

jcx

Vero, in alcuni casi. Ma rimane comunque competenza nazionale

John

Gli operatori che abbiamo in Italia ci sono anche oltre frontiera

Macuser

Pare che tu appartenga a quel tipo di lettori che capisce quel che vuole e non quel che sta scritto.
Leggi il post di CAIO MARIOZ in cui riporta l'articolo del Sole 24ore e "non evitare di capire" il significato delle ultime righe e di quel che è riportato "fra virgolette:

La signora Vestager ha precisato nella sua conferenza stampa oggi qui a Bruxelles che la decisione relativa a Qualcomm «non ha alcuna ripercussione per Apple».
stefano

Mai detto che c'entri l'Europa.
Ma di fatto questo sistema fa solo si che i soldi illecitamente presi dagli operatori passino allo stato e quindi di fatto non c'é mai la restituzione del danno a chi lo ha subito...

Come dicevo è una tassa occulta, non mi stupirei se fossero d'accordo stato ed operatori

Tommy

Tu non hai fatto altro che sminuire problemi gravissimi derivanti dalla nostra situazione da terzo mondo raccontandola come una favoletta, una routine normale, "tiè qualche viadotto crolla, altri perché hanno poca manutenzione" tipo a dire "cose regolari ovunque" quando in realtà è allucinante. Neanche nelle zone più malfamate del Perù.

Poi ti sei fatto un discorso sulla normativa in ambito di sismologia. Ma chi ne ha parlato? Io ho parlato di terremoto e gente che nel 2018 crepa per un 5/6 di magnitudo. Punto, a capo: "abbiamo una legge patetica" (in generale, i buchi normativi, la burocrazia e la logica nella legge italiana lo sanno pure i sassi: fanno ridere. Che io parlassi in ambito di terremoto tel o sei inventato tu col tuo discorso inutile da scrivere sulla carta igienica).

Poi "vecchio e nuovo" "confondi gli edifici progettati con normative vigenti" bla bla. Ma cosa c'entra? Ma ti rendi conto dell'italianità con la quale dici 'ste cose? è lo stesso ragionamento per il quale le persone crepano sotto ai sassi, in italia, nel 2016, 2017, e speriamo non anche nel 2018.

I tuoi sono discorsi da bar pieni di fronzoli inutili.

blablabla

Credo di aver risposto in modo piuttosto puntuale e dettagliato alle tue convinzioni da bar del circolino Arci. Se tutto quello che hai da dire è criticare il punto e a capo e parlare in modo così semplicistico di adeguare/abbandonare le "strutture non idonee" non hai la minima idea di quale sia il patrimonio architettonico italiano, delle cifre in ballo, del piano nazionale di prevenzione, delle tempistiche, delle tecniche... e tutto ciò che ho già scritto sopra.
In una scala da: "geometra impreparato" a "G. Eiffel" ti assegnerei il livello "giocatore di Jenga".

Tommy

Io credo che alle elementari durante la spiegazione del "punto e a capo" eri andato in bagno.

Comunque in molti punti ti sei risposto da solo.

Ah, l'italia è un pese alta attività sismica da circa sempre e lo sanno tutti da circa sempre, sta di fatto che al mondo solo i paesi del terzo mondo non sono intervenuti sullo sviluppo delle zone più soggette a tale fenomeno per adeguare/abbandonare le strutture non idonee.

Infatti, siamo un paese del terzo mondo.

blablabla

Ahahahah! Ma per favore, rileggiti. La legge patetica di cui parli, rispetto al terremoto, deriva dagli eurocodici e non li contraddice ma li amplia. Più di metà Europa non sa nemmeno cosa sia la progettazione in zona sismica. Inoltre confondi gli edifici progettati con normative vigenti con quelli di 50/80/100/200 anni fa. Mettendo sullo stesso piano pubblico e privato, vecchio e nuovo, edifici vincolati (che in Italia è un problema di dimensioni tali da essere quasi unico al mondo) con la casa dello zio Guståf sul fiordo. È troppo facile sparare a zero come fai te.

Su Roma son ben poco e non mi pronuncio.

Sui viadotti (mettendo a parte pochi casi ridicoli con problemi all'inaugurazione) in Italia ci sono viadotti di notevole pregio anche tra realizzazioni degli ultimi 50 anni. Solo che non se ne parla al TG.
Ma immagino ti riferisca ai sovrappasso autostradali crollati negli ultimissimi anni, giusto? Se hanno problemi dopo 20 anni è perché al 99% non viene fatta la dovuta manutenzione. Giunti, copriferri, e dispositivi di vincolo richiedono manutenzione. Non è un problema legislativo ma un problema economico.

Ripeto: le tue idee mi sembrano confuse.

Darkat

Ahahah carissimo, io so bene cosa sono, i ero già inciampato, tuttavia le ipotesi dell'illegalità della cosa, per il pericolo che potrebbe costituire nel mercato, sono accuse fatte dalla commissione europea, capito? Aspetta lo ripeto, Commissione Europea. Forse così lo hai capito meglio, io ho solo ripetuto, non sono ipotesi mie, dell'ultimo arrivato ahahahah prova a leggere anche gli articoli magari oltre al titolo eh così, per sport

greyhound

Le quote latte , cosi come tutte le "quote", sono state decise da NOI stati dell UE per evitare un eccesso di produzione che avrebbe danneggiato l industria.

Ti vorrei ricordare di come capita che gli agricoltori non raccolgano dai campi perche il costo delle raccolta sarebbe superiore a quello della vendita.

Saddam

OK grazie

Tommy

Torna sulla terra.

RBMK_1000

Che si è assicurata il contratto.

Qualcomm non ha abbassato direttamente i prezzi, ma ha restituito ad apple parte dei costi di licenza pagati per l'utilizzo, inserendo nel contratto una clausola per la quale gli iPhone e gli iPad non avrebbero potuto usare chip terzi.

Macuser

"... pagando Apple ..." o "... la mazzetta ..." sono aberrazioni che ti portano a vedere le cose in modo allucinato.
Fra Qualcomm ed Apple sono state concordati dei "rebate" e se ti prendi la briga di appurare cosa sono vedrai che si tratta di prassi del tutto normale in USA e pure in Inghilterra ... dal centesimo al miliardo.
Per altro la mancata corresponsione dell'ultimo pagamento per il 2016 è la ragione per cui Apple a citato in giudizio Qualcomm.
Comunque è la stessa Commissione che ha escluso qualsiasi conseguenza legale per Apple, quindi una cosa è la realtà delle leggi, tutt'altra sono le fantasie giustizialiste che l'ultimo arrivato si fa per ragioni sue.

Lorenzo Caner

In questo l'europa non centra proprio nulla. Il problema sono i limitati poteri sanzionatori del garante decisi dai governi italiani anni fa e non più aggiornati

stefano

le multe dell'agcom sono una tassa mascherata.
permettono alle aziende di fare quello che vogliono e poi gli fanno la multa per finanziarsi il loro bilancio

suiras

La migliore professione è: fare l'avvocato per le imprese informatiche ...sicuramente non mancano i posti di lavoro con tutte queste cause

Mister chuck revenge

Certo 2 spicci causando più danni che Altro

Darkat

Qualcomm viene accusata di aver attuato politiche anticoncorrenziali pagando Apple e danneggiando il mercato, a sua volta Apple ha accettato la mazzetta.
Capisci bene che se il "delitto" esiste entrambe le società ne sono responsabili, in quanto consapevoli di quello che stavano facendo nonostante tutto, quindi o l'illecito bon è stato commesso da nessuno e non sussiste affatto oppure ne sono responsabili entrambi

jcx

è di competenza nazionale - e infatti ogni tanto Agcom multa.

John

Com'è che la UE non fa multe del genere anche ai nostri andati operatori telefonici? Markettari del c4zzo...

Macuser

Hai ragione, potrebbero esserci royalty su qualsiasi cosa.
Apple e Qualcomm sono multinazionali, non "ditte americane", e comprano e commissionano in tutto il mondo per centinaia di fornitori.
L'ho già scritto ma qui ci si perde. Apple fino al 2011 si forniva di componenti per le telecomunicazioni dalla ditta tedesca Infineon. Già allora evidentemente le commesse Apple facevano gola, quindi fra il 2010 ed il 2011 oltre a Qualcomm ci puntò anche Intel che acquistò da Infineon le 2 divisioni che sviluppavano quei componenti: Wireless Solutions e Commeon dando vita a Intel Mobile Communications. In sostanza Qualcomm "fece le scarpe" ad Intel creando problemi a parecchie centinaia di ingegneri tedeschi ed europei che lavoravano a Norimberga e Monaco.
Questi stessi ingegneri sono quelli che da almeno 3 anni lavorano per i recenti chip LTE e 5G di intel ... e che Apple è "tornata" a far lavorare a pieno regime per i suoi prodotti ora che ha deciso di abbandonare le forniture di Qualcomm. Ci sta proprio bene: "chi la fa l'aspetti" e mi pare ovvio che al di là delle competenze specifiche che la UE ha (e che anni fa ha usato per multare sia Microsoft che Intel, l'hai scordato?) fa più che bene a difendere "anche" i tanti dipendenti che le multinazionali hanno in Europa.
Per altro delle pratiche di Qualcomm si sono occupati "efficacemente" 2 volte i coreani, una volta i cinesi, una volta gli USA per i canadesi ed una volta i taiwanesi. Qualcomm ha collezionato svariati miliardi di dollari di multe e non ne ha vinta una sola di cause su queste contestazioni. Ora c'è ancora in corso l'indagine della FTC USA e dubito che l'esito si discosti dai precedenti ... poi arriveranno le cause private. Gli azionisti farebbero davvero bene a vendere a Broadcomm prima che le commesse calino ulteriormente e la cassa ci rimetta anche solo in spese legali.

Gef

L'onestà non è una prerogativa aziendale purtroppo per noi.

Danny #

Insomma, spiccioli no...

josefor

Se è per questo anche sul A11 Bionic di Apple non c'è scritto TSMC, però lo fondono loro, come Qualcomm, Appel non ha fonderie, poi presumo che le royalty coprano anche i sub componenti e le parti di interfaccia con i chip ed assemblaggio.. ecc ecc

ellios76

conosci qualcuno felice di pagare una multa?

Saddam

Ma Qualcomm svenendo al ribasso i suoi chip ad Apple cosa ci ha guadagnato?

Saddam

Apple non è un ente pubblico, può prendere soldi e ricevere trattamenti di favore da qualsiasi privato.

Saddam

Iliad non romperà nessun uova! Si farà la panza piena allo stesso tavolo dei tre fratelli Mariuoli.

Andrej Peribar

Ma perché non ti proponiamo al blog?
Ho già il titolo della rubrica.

Notizie da Off Topic

zanzi92

Qui in Italia possono anche mettertela a 5€ l'ADSL, ma se poi usano modi illegali per fartela passare a 5.50€ direi che meritano comunque una sanzione no? E la sanzione deve essere proporzionata a quanto lucrato. Qui si parla di contratti che non vengono rispettati, ed è grave, considerato che le compagnie telefoniche che ci lucrano sono solide economicamente

Thomas Schietti

Fai come ti pare, vedo da parte tua che partono certi insulti. Da parte mia d'altronde invece neanche uno. Veda lei signore, continui pure a dipingere i muri di bianco. Sbagliato tutti i giornali e giornalisti mondiali in merito a questa notizia, tu d'altro canto sei l'unico che sa la verità.

artick82

dipende dalla fermezza del commissario ue e dagli avvocati (qualcomm)

Macuser

Ah, beh, avrei dovuto capirlo prima che sei
Inevitabilmente e
Definitivamente
Impermeabile a
Ogni
Tentazione
Acculturante

Thomas Schietti

Ne riparliamo a settembre. Dunque secondo la tua vicenda Apple non avrebbe evaso nulla.
Secondo me hai ragione, anzi è la UE che deve 13 MLD ad Apple ...
ahahahahah

Thomas Schietti

Il Falso quotidiano e dei penta stellati ? Già da qui si capisce tutto... Addios

Macuser

Se hai letto al link devi essere menomato mentalmente per fare un simile commento.

Thomas Schietti

Aspetterò settembre. Se dovesse perdere voglio proprio vedere che scuse ti inventerai ...

Andrej Peribar

:'(

Macuser

Io non ti ho dato del "terrorista", ti ho catalogato come "integralista".

A parte che mi sembra tu ti sia incartato con una negazione incongrua e salti singolare/plurale, la frase "... principi regolatori dei comportamenti connaturati agli uomini in quanto essere libero e ragionevole e capace di discernere il bene dal male secondo coscienza." potrebbe benissimo essere stata concepita da un Talebano che bastona la moglie perché le è cascato il velo in pubblico o vieta alla figlia di andare a scuola ... vuoi che lui, come essere umano libero e ragionevole, non sia "connaturalmente" in grado di discernere coscienziosamente il bene dal male anche per sua moglie e sua figlia?

Macuser

Nei teardown di qualsiasi dispositivo Apple io ho trovato componenti fabbricati da Qualcomm o da Samsung o da Mediateck o da Broadcomm, ma nessuno mai marchiato Foxconn o Megatron, o Wistron o Compal. Se hai notizie che costoro realizzino chip per telecomunicazioni mi farebbe piacere estendere le mie conoscenze.

il Gorilla con gli Occhiali

Accipicchia piovono spiccioli.

josefor

Non era così, Apple avrebbe chiesto ai suoi fornitori, quelli citati, di non pagare più le royalty a qualcomm per produrre componenti sotto licenza, modem LTE ecc, ma scusa come potrebbe far causa a questi se Apple non li paga, che gli frega a qualcomm se Apple non paga foxconn :D

Aster

Si

Macuser

M'ero perso il P.S.
Io ho esposto una questione metodologica ed ho elencato 2 tipi di comportamento che la storia ha definito e non io. Forse avrei dovuto comprendere la "rivoluzione" ma ce n'è state di tanto tante fasulle che costituiscono un argomento scottante.
Poi ho trattato gli "atteggiamenti" che sono altra cosa.
I delinquenti non perdono tempo a contestare leggi sbagliate ... le contravvengono, consapevolmente o meno, per pura scelta di vita e senza particolare riflessione ... credo.

Macuser

Devi aver perso il conto perché negli ultimi 12 mesi Qualcomm ha dovuto pagare ben più di un miliardo. In aprile 815 milioni a Blackberry (più interessi e spese) e 850 milioni (+ interessi e spese) in Corea a settembre dopo il respingimenti del ricorso contro KFTC, l'antitrust locale.
Questi ulteriori 1.231 milioni di dollari potrebbero aggiungersi se anche il ricorso in UE fosse respinto o sbrigato rapidamente entro aprile.

Fabio

Ma queste sanzioni poi le pagano? Perché mi sembra la solita notizia il cui scopo é unicamemennte quello di alimentare un generoso impatto mediatico, per poi concludersi con un pugno di mosche.

Thomas Schietti

Però, come volevasi dimostrare Qualcomm pronta subito in appello. Tutte uguali ste aziende.

Macuser

Ormai le cause sono diventate un fottio perché Qualcomm con l'acqua alla gola ha reagito con cause temerarie un po' ovunque.
La questione originale è solo e soltanto quella di 1 miliardo di "rebate" non corrisposto. A seguire Apple ha "confermato" le accuse che aveva già sostenuto nella causa coreana (la seconda, persa da Qualcomm poche settimane fa) e che si estendono alla natura e all'entità delle Royalty pagate per anni.
Quello che tu hai postato è un "risvolto" dovuto al fatto che come ritorsione ad una delle ennesime cause temerarie Apple ha sospeso i pagamenti ai suoi "assemblatori" (che questo sono quelle quattro società) che ricevono direttamente i componenti dai produttori (Samsung &Co.) dei chip Di Qualcomm. Probabilmente oltre che riceverli li pagavano pure ... e comunque non mi pare che gli iPhone 8, Plus o X siano in vendita "privi" dei chip LTE oggetto del contendere.

Le migliori Powerbank per Apple iPhone e non solo | Video | #BESTBUY

4 chiacchiere con 16 smartphone TOP DI GAMMA 2018 | Video

Dipendenza da smartphone | Video

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi