Casio G-Shock GPR-B1000: al CES il primo sportwatch con GPS alimentato dal Sole

10 Gennaio 2018 33

Casio ha annunciato al CES di Las Vegas GPR-B1000, smartwatch ibrido che per la prima volta sul mercato integra un modulo di navigazione GPS alimentato dalla luce solare.

Appartenente alla serie G-Shock Rangeman, l’orologio è stato progettato per essere impiegato nelle condizioni più estreme: non è solo resistente, dunque, ma offre funzionalità ideali per chi ama l’avventura e l’attività all’aperto, incluse la bussola e la possibilità di misurare la pressione atmosferica e l’altitudine, il tutto grazie alla presenza del Triple Sensor incorporato.

Come anticipato, però, il “pezzo forte” dello sport watch di Casio è il modulo GPS, per la prima volta integrato all’interno di un prodotto appartenente alla gamma G-Shock ed alimentato dalla luce del Sole: il funzionamento è dunque garantito anche nel caso in cui la batteria del dispositivo esaurisca la sua carica. Ciò risulta molto importante specialmente nel caso in cui si stia svolgendo un’attività in un’area in cui viene richiesto il monitoraggio continuo della propria posizione in tempo reale. Lo stesso modulo GPS può comunque essere alimentato in modo “tradizionale” tramite la batteria dell’orologio (ricaricabile in modalità wireless), garantendo fino a 33 ore di utilizzo continuato.

GPR-B1000 si può connettere ad uno smartphone tramite Bluetooth e l’app G-Shock Connected, in modo tale da gestire i dati direttamente dal telefono (mappe 3D incluse).

Lo sport watch di Casio è resistente all’acqua fino 200 metri di profondità ed è dotato di un case rinforzato (in ceramica sul retro) e in grado di permettere di ricaricare l’orologio in modalità wireless. La disponibilità è prevista a partire da aprile al prezzo di 800 dollari.

infine, Casio ha presentato a Las Vegas un’edizione limitata di Pro Trek WSD-F20, lo smartwatch dotato di sistema operativo Android Wear 2.0. WSD-F20WE sarà in vendita ad aprile nella colorazione bianca fluorite ispirata alla fluorite cristallina. Con questo, verrà rilasciata a breve anche la nuova watch face “Journey”, in grado di mostrare una mappa della posizione corrente sullo sfondo del display dell'orologio analogico.

WSD-F20WE
L'unico vero Note? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Bass8 a 559 euro oppure da Coop Online a 649 euro.

33

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ZioGrimmy

Io ho un Casio PRW 3500 7er, spettacolare da ogni punto di vista. Certo, non l'ho mai provato in condizioni iper estreme, lo ammetto, ma per tutto il resto è veramente molto preciso.

Luca Piferi

Kamgusta io il test l'ho fatto affiancado il Fenix con un altro dispositivo sempre della garmin (vivoactive hr) ma di fascia inferiore e un mio amico aveva invece un Suunto. Il Suunto e il vivoactive segnavano valori simili anche se non identici ma comunque credibili, il Fenix in un paio di occasioni ha proprio sbarellato. Mi sembra un po' strano perdere il segnale gps per eccessiva velocità in una giornata di sole e non scio di certo a 75/80 km/h (velocità registrata dal suunto e dal vivoactive) in mezzo alla vegetazione. Hai ragione a dire che il gps consuma molta batteria ma anche la temperatura incide... lo si nota anche nelle actioncam. L'altimetro degli orologi erano calibrati.... comunque dai.... ho fatto bella figura con gli amici a registrare più di 150 km/h... speriamo non mi chiedano mai di vederlo dal vivo...

Kamgusta

I problemi che tu citi non mostrano alcun malfunzionamento (infatti evidentemente il display era funzionante, riuscendolo a leggerlo, così come la memoria interna, il processore e gli stessi sensori davano rilevazioni).
Quello che è invece probabile è che tu avessi un polling troppo basso del segnale GPS e, complice parte di vegetazione, seggiovia e magari nubi di nevischio non prendesse perfettamente il segnale.
Inoltre se zigzaghi l'algoritmo può non rilevare i cambi di direzione repentini (sopratutto ad alte velocità) e considerare un percorso dritto (e quindi calcolare velocità maggiorate).
L'altimetro va calibrato. Se poi è una giornata con tempo ballerino, è normale che sbarelli (non è un altimetro, ma un barometro adottato ad altimetro, così come in tutti gli altri orologi).
In soldoni, con un Suunto, un Casio o qualsiasi altro device avresti avuto simili "problemi".
Mi pare che da parte tua ci sia una certa incapacità tecnica nel capire come funzionano questi AUSILI tecnologici (ho scritto ausili perché, se non si sanno usare, non fanno certo miracoli).
Concludo dicendo che la ricarica solare non è sufficiente per l'alimentazione del GPS, su orologi di questa fascia è solo un'aggiunta inutile e anzi controproducente perché toglie spazio.
Il GPS ciuccia tantissima batteria (su qualsiasi orologio) ed è per quello che il Garmin si scaricava velocemente.

Luca Piferi

Concordo

Carlo Ambrosini

Tanto per cominciare quello è il prezzo di lancio, al momento si trova già a 675 euro best price. Sono due orologi diversi il casio ed il garmin. entrambi affidabili ed entrambi con caratteristiche di pregio. Io posseggo entrambi (fenix e rangeman 9400) e sicuramente il fenix ha dalla sua la versatilità, in modalita sapphire è robustissimo e solido. I casio però non sono da meno, solo mettendoli a dura prova in ogni condizione si possono apprezzare davvero. Questo nuovo modello è secondo me la normale evoluzione della linea rangeman, era chiaro che avrebbero dovuto renderlo più smart e il fatto di poter gestire la ricarica sia solar che wireless lo rendono un buon prodotto. Quando un orologio con gps sarà alimentato al 100% dal pannello solare ci sarà la vera svolta secondo me, la strada però è quella giusta e se non interessano le funzioni sport/smart oggi disponibili con un fenix s. è un ottimo acquisto anche se purtroppo ancora zoppo di qualcosa.

Luca Piferi

Mi dispiace kamgusta ma ti devo contraddire... Il Fenix a sciare a - 13 gradi già sbarellava con valori improbabili segnando velocità di punta di 152 km\h che neanche un campione di slalom gigante raggiunge... Anche l'altimetro non ci prendeva...la batteria poi si scaricava velocemente... Io rutta questa disfatta Casio non l'ho notata e ti parlo sia da possessore Garmin che Casio... Detto questo il Fenix funziona bene solo in condizioni non estreme, infatti mi sa che il mio prossimo acquisto sarà il casio gpr-b 1000 che con anche la sua ricarica solare sarà un punto di svolta

Jhonny Oldboy

hai mai visto un video dei test effettuati sui sunto traverse(che è nello stesso range del casio)???

massimo gallo

Grande in tutti i sensi.

Kamgusta

I Garmin Fenix sono garantiti per operare da -20°c a +55°c.
Hanno una resistenza subacquea fino a 100m (il tuo Casio arriva a 50m), il che è particolarmente utile anche nelle escursioni in quanto evita infiltrazioni di umidità che creano condensa.
Quindi, sì, funzionano. Ovviamente corpo in metallo e vetro in zaffiro per resistere a qualsiasi urto (molti modelli Casio usano invece il vetro minerale, che si graffia facilmente, e la resistenza agli urti la demandano alla scocca fatta a guscio Meliconi).
Li usano anche gli scalatori dell'Everest.
Ma per l'outdoor basta anche un semplice etrek che lo tieni nella tasca dello zaino (costa una scemata e da che mi ricordo funzionano anche a banali pile AA, con autonomia esagerata), ma oramai orologini ABC si trovano anche dal Decathlon a 30 euro.
Io mi informo eccome, sono anni che guardo la gamma Casio e ho assistito alla sua disfatta anno per anno.
Ho un Casio Illuminator anche io, pagato 20 euro, ovviamente schermo graffiato, ma per il resto va benone. Ma non vedo che c'entri.

cino

Io ho un suunto traverse da quasi 2 anni. Usato per arrampicata in parete, falesia, escursioni, sci alpinismo, freeride, helisky e anche come orologio normale. Funziona ancora perfettamente, ti fra tranquillamente 15h con GPS alla massima precisione e 10 giorni senza gps. Ovviamente il display e semplicemente a matrice di punti e l'hardware è estremamente limitato, ma per quanto riguarda il tracking GPS è imbattibile. Fra l'altro costa 1/4 di questo g-shock

Filippo Goffi

Guarda, con tutto il rispetto, ma stai dicendo Delle boiate.
Casio non è rimasta indietro.
La serie illuminator, a oggi, è sul polso di 1/5 Delle persone,
Ti ricordo che con la serie Edifice casio ha creato i primi orologi connessi via bluetooth,
il WSD F20 (che ho al polso) è stato il primo smartwatch con androidwear 2.0,
I Casio sono stati tra i primi a montare un triplo sensore ABC,
G-Shock viene ATTUALMENTE usato in ambito militare, edilizia (vedi altri commenti), outdoor e ovunque la resistenza sia indispensabile.

Prima di dire cose, informati.
Il fatto che x te sia un obbrobrio è irrilevante anche xké la caratteristica dei G-Shock è proprio quella!

Rispetto a un Fenix probabilmente ha caratteristiche diverse, mettilo tu a -20 gradi e vediamo se funziona!! xD.

Redvex

Idem ha 12 mai cambiato batteria funziona sempre

Ikaro

Son sempre stati prodotti differenti, i g shok votati alla robustezza, i protek al trekking con funzioni essenziali (alla fine ai più quando gli dai altimetro barometro e ora, già basta)... Diciamo un suunto o un Garmin per aspetti come robustezza e durata batteria non son certo l'ideale... Però un prodotto del genere con la robustezza del g shock, una durata potenzialmente "infinita" magari una bozza di smart con le notifiche dal telefono, se qualcuno deve essere sempre è per forza connesso, un buon sistema di navigazione a waypont, che si vuole di più...

Ikaro

Che casio dici?

Marco Paternuosto

Karma Diamond

Il problema è che ai casio se non ricordo male manca il GPS e alcune funzioni sportive...ora invece pare abbiano sopperito.

losteagle17

800 euro è davvero troppo per un Casio, nonostante il plauso x la tecnologia utilizzata. Bah..

CptXabaras

Lavoro in costruzione offshore. Quasi tutti usiamo gshock per lavoro, per via della loro robustezza. Ci sono prodotti, come i gshock, che hanno la loro nicchia.

Kamgusta

Casio è rimasto indietro... tagliato fuori dal mercato degli orologi classici (chi usa più quegli obbrobri?) e da quello degli smartwatch (un Garmin Fenix è molto più bello, performante e con più funzionalità)

Lucia

Hahahahah

Dark Entries

Il mio (elegante, senza gps) è il LCW-M170TD e costa 247 euro su amazon. Ottimo rapporto prezzo qualità

Antonio

Avevo un dei primi g-shock alti-baro del 1996... dopo 21 anni la plastica si è aperta in 2, l'orologio nudo e crudo ancora funziona benissimo!!!

Biso22

Scritto sopra, circa 800 dollari

Pierre

Fa pure il caffè? Scherzo!!!! A Jame Bond evidentemente gli hai rapinato un suo gadget. Hi hi hi...scherzo ancora. Non so come mi vengono.

Dark Entries

Gli orologi Casio con alimentazione solare sono eccezzionali. La batteria dura oltre 10 anni. Il mio ha cassa e cinturino in titanio, vetro in zaffiro, radiocontrollato.

Ikaro

Non ci fai certo le sfilate di moda in città alla bear grills dei fighett1 qui al massimo ti possono criticare le capre di montagna ;)

Alla ricerca del tempo perduto

sarebbe carina una funzione simil Breitling Emergency

robix92

se ti serve una cosa compatta e a pochi soldi ci sono sempre i flik flak

Ikaro

I suunto si rompono solo a guardarli, i Casio che siano pro tek o G-Shock son dei carrarmati, caratteristica direi fondamentale per questi prodotti, Garmin non so com'è ma non credo possa avvicinarsi...

momentarybliss

800 dollari per girare con quella specie di pentola a pressione al polso

Lucagildo

Idem, in lega di titanio che si ricarica al sole!

Biso22

G-Shock tanta roba, ne ho uno da anni ed è un vero carroarmato! Questo potrebbe essere un prodotto molto interessante

Karma Diamond

Finalmente un prodotto sensato, almeno sulla carta, da parte di Casio: certo che a quel prezzo si scontra con prodotti come Suunto e Garmin, vedremo se sarà altrettanto valido.

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?

TIM, ecco le prime offerte 5G: dettagli e smartphone disponibili

Apple, tutte le novità della WWDC 2019