MediaTek annuncia i SoC ottimizzati per Android Oreo (Go Edition)

07 Dicembre 2017 7

MediaTek continua a lavorare a stretto contatto con Google e nel corso delle ultime ore ha annunciato una nuova partnership per portare alcuni SoC ottimizzati espressamente per Android Oreo (Go Edition), lanciato pochi giorni fa. Il chipmaker cinese segue quanto anticipato dal concorrente Qualcomm e specifica anche quali saranno i chip ad essere compatibili sin da subito con la proposta Google pensata per i dispositivi entry level.

Al momento MediaTek ha introdotto il supporto sui suoi MT6739, MT6737 e MT6580, i quali dispongono già da ora dei Board Support Packages (BSP) su cui eseguire Android Oreo (Go Edition). Ricordiamo che questa versione del sistema operativo è pensata per tutti i terminali dotati di memoria RAM compresa tra i 512MB e 1GB e utilizza sino al 50% di spazio in meno rispetto ad una build tradizionale di Oreo, il tutto con prestazioni del 15% superiori a quelle di Android stock, ovviamente su dispositivi di fascia bassissima.

Grazie alla mossa di MediaTek, anche i SoC entry level ricevono il supporto all'ultima versione di Android in pochissimo tempo dal rilascio. Si tratta di un cambiamento molto interessante, visto che il mercato di questi dispositivi continua ad espandersi all'interno dei paesi in via di sviluppo, i quali potranno accedere a tutte le ultime funzionalità del sistema operativo anche su fasce di prezzo estremamente basse. I primi dispositivi Android One (Go Edition) equipaggiati con SoC MediaTek dovrebbero giungere sul mercato nel corso del primo trimestre 2018.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8 è in offerta oggi su a 479 euro oppure da Amazon a 539 euro.

7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
piervittorio

Sono seghe mentali che non interessano a nessuno o quasi.
Percentualmente parlando, sono più o meno gli stessi che valutano la bontà di un'auto in base alle possibilità di ottimizzare (taroccare) la centralina Bosch.
Poi l'idea che un telefono di primissimo prezzo, da poche decine di euro, debba essere aggiornato per anni e poi modesto per ridargli nuova vita è ridicolo: stiamo parlando di beni che costano quanto un paio di mutande di marca.

Florekx

Si come no,niente aggiornamenti e niente modding per dare nuova vita dopo anni di utilizzo.

piervittorio

Il SoC MT6739 in realtà è piuttosto buono, nella sua categoria dei quad core entry level.
Ottima GPU, anche.
Di gran lunga superiore agli Snapdragon 425 e 427 con cui va a confrontarsi.

Domenico Belfiore

Chi sa se Wiko fever torna in vita

Felk

LAMMERDA.

boosook

No, ma sara' comunque vuoto l'elenco degli aggiornamenti per i telefoni che li utilizzeranno! :)

Mav

Mi aspettavo un elenco vuoto...

Amazon Black Friday 2018: date, orari, come funziona e live blog

4 chiacchiere con 16 smartphone TOP DI GAMMA 2018 | Video

Dipendenza da smartphone | Video

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi