Perchè i biglietti aerei e gli hotel hanno prezzi sempre diversi online

28 Ottobre 2017 175

Acquistare biglietti low-cost online è quasi un'arte, chi ci riesce sente necessariamente il bisogno di comunicarlo agli altri, vantarsi della propria caparbietà digitale che ha permesso il risparmio. Non è solo una questione di orario, di siti specifici, in gioco ci sono infatti potenti algoritmi che studiano il luogo da cui effettuiamo le ricerche e i dispositivi che stiamo utilizzando.

Banalmente, se ci troviamo nel centro di una grande città come Milano, e siamo da iPhone, i prezzi potrebbero essere mediamente più alti rispetto alle medesime ricerche che un nostro "amico" sta facendo contemporaneamente da un portatile a Terrasini, piccolo e bel paese alle porte di Palermo. Si tratta di una possibilità, non c'è ovviamente certezza assoluta che accada. Le regole di vendita non sono mai cambiate, siamo ancora davanti agli stessi principi che determinano il successo di un venditore d'auto tête-à-tête: i più bravi sono ottimi osservatori, bastano quindi due chiacchiere, qualche informazione sul lavoro, la precedente automobile e un'occhiata al modo di vestire per capire quanto il compratore sia disposto a spendere.

I siti web che vendono biglietti/pacchetti online creano simili profili digitali, ma al posto dell'outfit valutano il dispositivo tramite cui ci stiamo collegando ed altri parametri per offrire prezzi che siano in linea con i nostri standard. Sfruttano a loro favore i cosiddetti "big data" e lo fanno contro i nostri interessi. Ne parla di recente Rafi Mohammed su Harvard Business Review, consulente sulle strategie di prezzo che ha recentemente rilevato sostanziali differenze nelle ricerche di un pacchetto vacanze su Orbitz (portale del gruppo Expedia). Nel suo caso, la ricerca tramite notebook ha offerto un prezzo più alto del 6.5% (117$) rispetto alla medesima fatta tramite applicazione, quindi su smartphone.


Rafi ha fatto anche altro, una comparazione fianco a fianco e contemporanea con un amica tramite l'App Orbitz e il medesimo pacchetto vacanze, rilevando per lei un prezzo superiore di 50 dollari (2.8% in più). Interrogata Expedia sulla questione, un portavoce ha spiegato che effettivamente i rivenditori possono offrire prezzi differenti a clienti che accedono tramite mobile, distinguendo anche tra membri già iscritti e loggati e i classici visitatori sporadici.

Queste fluttuazioni sono classiche per l'acquisto dei biglietti aerei low-cost (e non solo), ma quali sono quindi le dinamiche e come possiamo contrastarle? Anche il Corriere della Sera ha approfondito la questione e interpellato un manager di una compagnia aerea per andare più a fondo nella materia: "In Economy ci sono quindici diverse fasce di prezzo" - ha dichiarato - e per questo uno stesso sedile in cabina (finestrino più o meno) su un volo Milano-New York può costare 300 o 900 euro.

Purtroppo non siamo davanti ad una "scienza esatta", ufficialmente nessuno spiega quale siano queste dinamiche, diverse anche per ogni settore. Amazon, ad esempio, è stata sempre chiara e assicurato un prezzo identico per tutti, sia da mobile sia da notebook, sia da Posillipo sia da Vipiteno. Per l'acquisto di biglietti aerei low-cost la cosa è invece ben differente, la geolocalizzazione è importante e l'algoritmo riconosce se la ricerca arriva da un'area a reddito più o meno alto, se siamo in centro o in zona periferica, da uno smartphone Android o iPhone. Non c'è da stupirsi, gli stessi sviluppatori di App preferiscono prima dedicarsi all'ecosistema Apple visti i guadagni migliori e una maggior propensione alla spesa di chi acquista un iPhone.


Infine, l'ultima variabile: il tempo. Qui i dati divergono ulteriormente, con il Corriere che parla di tariffe più elevate nei giorni della settimana e prezzi più convenienti nel weekend, questo a causa di un algoritmo che ipotizza i viaggi prenotati da lunedì a venerdì come trasferte di lavoro. Ma non è così semplice, il dibattito è infatti molto acceso e dal rapporto annuale di Expedia del 2016 emerge che i giorni migliori per prenotare voli aerei e hotel sarebbero la domenica e il martedì.

Se vi sentite abbastanza temerari potete seguire una vecchia regola sostenuta anche da Claudio Piga, Professore di Economia alla Keele University (Regno Unito): i biglietti aerei low-cost si acquistano 10 giorni prima del volo, quando la compagnia è più "debole" e teme di arrivare al giorno stabilito con troppi sedili vuoti. I prezzi seguirebbero quindi una curva ad U, dopo questo limite dei 10 giorni verosimilmente aumentano esponenzialmente fino al giorno del volo.

Il consiglio è di fare sempre un doppio check da mobile e computer, controllare direttamente i siti dei vettori e buttare un'occhio anche su certi siti che riportano tariffe particolarmente basse pubblicate per errore dalla compagnie aeree, tra questi segnalo cheapflightslab.com e flynous.com.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 419 euro oppure da Coop Online a 499 euro.

175

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
francesco

Può o meno farti uno sconto però...

Wild Wombat

Ti sorprenderesti di sapere quanta gente fa finanziamenti per trascorrere le vacanze in paesi esotici e anche in posti di m.... mica da ridere pur di raccontare che è stata in giro per il mondo...

Tommaso

Raga non è PER NIENTE la stessa cosa. Io se vado in un negozio a comprarmi un mobile o in una concessionaria a comprare una macchina SO che si contratta il prezzo. Ovvero che c'è un prezzo di listino e che poi sta a me cercare di abbassarlo quanto possibile.
Quando compro un biglietto easy io non posso contrattare un bel nulla. Sono loro che modificano un prezzo che tutti immaginano fisso a seconda di parametri vari. IO non posso contrattare, posso al massimo conoscere la gabola e cercare di aggirare il rincaro.
Se io cerco un prezzo di un biglietto e poi vado per comprarlo un ora dopo guarda caso è aumentato. Un caso? No.
Se vado in un negozio a comprare un divano, entro e chiedo il prezzo e poi passo un ora dopo a per comprarlo e scopro che il prezzo è diverso, non è proprio la stessa cosa. No?

saetta

le rate poi bisogna pagarle, quella è gente che a fatica paga le rate per un iphone e non si puo permettere di fare viaggi in aereo o vacanze in hotel

E K

Motivo per cui tra macbook, surface, plasticone toshiba, e vari smartphone, il toshiba o il moto g sono i migliori per fare gli acquisti. Giá appurato.

Zazzy

e come si trova expedia romania?

LeChuck

non hai capito il commento... una cineseria al quel prezzo?

Babi

sati-reborn

"I concetti che spiego" e "rammentate i miei discorsi di usare il cervello". È arrivato il genio. Ma quanto te la senti? Abbassa la cresta saccente che non sei altro.

Sheldon!

Fartelo usare sempre.piu che compassione è tortura

Body123

1) Droppare che vuol dì?
2) Sono d'accordo
3) D'accordo per quanto riguarda l'alloggio (hotel o appartamento), meno per il volo.

Body123

Non è proprio così. Il venditore cerca di venderti il prodotto che potrebbe interessarti, costoso ma comunque adatto alle tue esigenze. (singole o meno, ad esempio). Ma se tu gli dici "voglio quel letto matrimoniale X" il prezzo è lo stesso che tu abbia un rolex o un casio comprato dai cinesi al polso.

Mauro Corti (Sbabba)

Scusa ma su un'automobile da che mondo è mondo un prezzo scritto nella pietra non esiste. Sta al cliente abbassare il listino più che può e al venditore tenerlo alto, ma NESSUNO ha mai pagato il prezzo di listino di un'auto.

Idem su mobili, cucine, case e in generale qualsiasi bene dal costo considerevole.

charlie

Normalmente per i viaggi lunghi o comunque quelli dove non devo prendere i voli low-cost faccio così: vpn con server negli USA o sulla grecia , vado su expedia romania (che dovrebbe essere lo stesso dell’irlanda) e cerco il biglietto. Il massimo che ho trovato di risparmio è stato di 480€ rispetto a IP italiano a Torino

ADeltaX

Il lumia 610 (o qualsiasi device WP7/8/8.1) li considero inchiodabili.
Con W10M riesco a bloccarli anche solo respirando.

PS: Idem... poi l'hanno rimosso lol (Forse sono passati o forse qualche imbecilIe voleva essere simpatico)

Wild Wombat

Il fatto è che in Germania non riuscirai a trovare niente che costi di più che in Italia. Costa tutto decisamente meno, con alcune cose che al massimo costano come qui.

Wild Wombat

Il fatto che molti siano disposti a fare rate per acquistare un cellulare, conferma la loro propensione alla spesa :-)

cino

Se i concetti sono corretti e nessuno ti ascolta investirei del tempo nel rivedere le modalità con cui li comunichi. Normalmente alle persone non piace sentirsi dire “te l’avevo detto”...

Gabriel #JeSuisPatatoso

Dopo la brutta esperienza avuta con il Lumia 950 XL penso che il 610 sia comunque un passo avanti, almeno non si riavviava durante le chiamate.

PS da me arriva openfiber. Hanno messo l'avviso anche da te?

Danilo

Chi vende fa il prezzo... E' inutile stare qui a discutere su cosa sia giusto e cosa sbagliato... Quando venderai qualcosa tu deciderai se variare il prezzo o lasciarlo fisso. Se però sono gli altri a vendere, non possiamo decidere che prezzo devono fare, al massimo possiamo cambiare o evitare un negozio.

doctor_bike

Concordo

Lorenzo Caner

hahahahahahha

ADeltaX

Mi hai rubato le parole di bocca! (Avrei detto Lumia 950 XL, ma il contesto è quello lol)

Garrett

E' il segreto di pulcinella. Si sapeva già. Lo fa anche Easyjet.
Se ci si collega col cell e si visualizzano i prezzi, è meglio prenotare subito perchè poi se si vanno a rivedere da pc, questi chissà perchè aumentano.
Magari con un proxy e un ip nigeriano, sarebbe interessante conoscere i prezzi.

Psyco98

Ti ritrovi dislocato in Qatar e paghi Roma-Bologna 14.000€, tanto puoi permettertelo, o in nigeria e trovi la tratta Milano-Tokyo a 25€, tanto non la compreresti mai comunque ma ti prendono in giro con un prezzo ridicolo

Ikaro

Massimo. Segnalato.

Markk

Proprio così. Controlla tu stesso!!!!!????!!!!!

ww w . ikea . c o m /it/it/catalog/products/90312709/
ww w . ikea .c o m /de/de/catalog/products/90312709/

Nel giro di un anno quella francese è venuta a costare di più
ww w . ikea . com /fr/fr/catalog/products/90312709/

In Spagna 499 Euro
ww w . ikea . com /es/es/catalog/products/90312709/

NicoRoma90

Triste ma vero

Doncoco

Ma prenoti con la Oceanic? Volo 815?

capitanouncino

Sì, quello assolutamente...stavo ribadendo la ridicolezza dei video di lambrenedetto nei supermercati in Germania in mezzo al nulla

takaya todoroki

In due righe TOR preserva l'anonimato ma non la sicurezza delle comunicazioni a partire dall'ultimo nodo (che è quello che traduce in chiaro le tue richieste)

dimebag darrell

Una VPN di sicuro,se poi la VPN è a pagamento anche meglio e c'è più sicurezza a trasmettere dati bancari o altri dati sensibili!

josefor

Be ma è giusto coì, probabilmente google ci mette l ozampino, ora Siri e Safari si basano su Google che ha versato 3 miliardi di dollari ad Apple per fornire il servizio, che roba danno servizio e debbono pure pagare, ora sti 3 miliardi li dovranno pur tirar su da quache parte ed è giusto che li paghino gli utenti Apple.

saetta

" e una maggior propensione alla spesa di chi acquista un iPhone", già ma non sanno che lo hanno acquistato con sudatissime rate

efremis

Stessa cosa che ho pensato io

efremis

Ma pensa te...

comatrix

Semplicemnte perché la gente nega la realtà dei fatti, con i loro ragionamenti cui sono campati come castelli in aria.
Ma perchè, me lo spieghi come un bimbo di 5 anni? Cosa costa constatare la realtà dei fatti invece di ipotizzare fantomatiche giustificazioni?
Cioè cosa spinge a farlo e perché? Li pagano? No perché anche io mi farei volentieri qualche soldino in più eh se fosse così

Simone

E allora perché continui a dirle? Riposati.

comatrix

E questo che cosa c'entra? Se una persona è ricca o povera il prezzo dev'essere uguale, altrimenti fai discriminazione.
Poi invece lo posso capire per i negozi fisici che hanno più spese e che quindi sono obbligati ad aumentare i prezzi per logica conseguenza non perché il cliente è più o meno abbiente

comatrix
HDbIog ha scritto
se ci troviamo nel centro di una grande città come Milano, e siamo da iPhone, i prezzi potrebbero essere mediamente più alti rispetto
alle medesime ricerche che un nostro "amico" sta facendo
contemporaneamente da un portatile a Terrasini, piccolo e bel paese alle
porte di Palermo.
HDbIog ha scritto
Non c'è da stupirsi, gli stessi sviluppatori di App preferiscono prima
dedicarsi all'ecosistema Apple visti i guadagni migliori e una maggior
propensione alla spesa di chi acquista un iPhone.


Caxxarola i miei concetti che si ritrovano un'altra volta ^_^
Ora voglio proprio vedere come gli utenti Apple spiegano tale applicativo aziendale (rammentate sempre i miei discorsi di usare il cervello e sulla presa in giro dell'utente, ma sopratutto che non sono strategie di mercato ma strategie aziendali).
Sapete che sono persino io stanco di dire le stesse cose sempre e ovunque...

Danilo

Nei negozi fisici si fa sempre questo tipo di valutazione.
Ovviamente dipende dal tipo di negozio.
Per esempio Quando compri l'arredamento di casa, i pavimenti o una casa stessa di solito il venditore intelligente ti fa parlare molto, ti chiede che lavoro fai se sei single o no ecc ecc... In base a questi parametri capisce se sei disposto a pagare di più o no.

Tommaso

MA io mi chiedo una cosa... Ma tutto cio' è legale? Cioè un prezzo non deve essere lo stesso per tutti? E' come se entrando dal panettiere col Rolex al polso il pane ti costasse di più che indossando un Casio. Nei negozi fisici tutto cio' non è legale, perché lo è on line?
No io mi innervosisco perché ci ho messo un buon 2 anni a capire che mi facevo fregare dalle compagnie aeree... Non è tanto per i pochi euro, ma soprattutto per il fatto di sentirmi un pollo!
E comunque tutto cio' meriterebbe una considerazione sulla liberalizzazione selvaggia dei mercati. Oggi volare è una guerra, da quando compri il biglietto per non farti fregare, a quando arrivi e rischi l'overbooking, alle misure delle valige a mano (1 sola, borsetta si/no, etc) per finire con soppressioni sospette su voli semi vuoti.
Davvero vogliamo che tutto diventi cosi'? Perché questo è il prezzo per volare low cost.

Meditate gente, meditate....

-|benzo|-

ahahahah

-|benzo|-

lol magari :D

Maxim Castelli

Fasce tariffarie.

Maxim Castelli

Settimane. Segnalato.

Maxim Castelli

Droppare che??

Mew

Il Giappone viene al terzo posto nella mio top 3 dei desideri dopo USA e Australia... vedo sempre molte offerte vantaggiose per i voli!

Dr. Home

Mai letto un articolo così velocemente!

Bravi!

lupo

Certo c'è l'algoritmo!!

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?

TIM, ecco le prime offerte 5G: dettagli e smartphone disponibili

Apple, tutte le novità della WWDC 2019