T-Mobile, Nokia e Qualcomm insieme per il nuovo record: 1.175 Gbps in download LTE

09 Settembre 2017 22

T-Mobile, Nokia e Qualcomm Technologies, hanno annunciato di aver superato la velocità Gigabit, utilizzando un’evoluzione della tecnologia 4G LTE commercialmente disponibile. Durante i test realizzati la scorsa settimana presso i laboratori di T-Mobile è stata raggiunta la velocità di download di 1.175 Gbps sulla rete LTE di T-Mobile, che sfrutta la rete Nokia 4.9G supportata dalla Nokia AirScale Base Station insieme al modem Snapdragon X20 LTE.

Un traguardo davvero interessante che pone ottime basi per il futuro delle reti 5G che è sempre più vicino. Di seguito le dichiarazioni delle tre aziende:

“Qualsiasi innovazione di rete di rilievo degli ultimi anni è arrivata da T-Mobile. Abbiamo già la rete LTE più veloce e più avanzata d’America e l’abbiamo progettata per poter realizzare evoluzioni pensate per i consumatori più velocemente di chiunque altro” ha dichiarato Neville Ray, chief technology officer di T-Mobile. “Questi test con Nokia e Qualcomm Technologies dimostrano che i clienti di T-Mobile possono aspettarsi ancora più velocità dalla nostra rete LTE alla luce dei nostri progressi verso il 5G”.

“Utilizzando il modem Snapdragon X20 LTE stiamo superando le barriere del Gigabit, migliorando ulteriormente la capacità di rete e i data rate degli utenti” ha commentato Cristiano Amon, executive vice president di Qualcomm Technologies, Inc. and president di Qualcomm CDMA Technologies. “Lavorando con Nokia e T-Mobile e utilizzando la seconda generazione dei nostri modem, abbiamo mostrato progressi continui che stiamo realizzando nel percorso verso il 5G. I dispositivi che supportano queste velocità dovrebbero essere commercialmente disponibile a partire dalla prima metà del 2018”.

“Aiutiamo i nostri clienti a massimizzare il valore delle reti esistenti portando le prestazioni sempre più vicino a quando ci si aspetta dal 5G in futuro” ha dichiarato Marc Rouanne, president, mobile networks, di Nokia. “Con questi test che sfruttano la rete di T-Mobile e il modem di Qualcomm Technologies non solo abbiamo superato le barriere della velocità Gigabit ma abbiamo superato le performance attuali della tecnologia Nokia 4.9G, aprendo la via a esperienze d’uso di migliore qualità e servizi con velocità simili a quelle della fibra sulle connessioni mobile”.


22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Squak9000

Ma io oso gia altrove... con un ottimo tornaconto...

zSyntex

Non è accontentarsi, è farsi fregare.
Umiltà non è sinonimo di ingenuità, dove si può osare uno ci deve provare.. in qiesto caso a "spaccare" la testa a certi operatori ahah

Garcia™

Vabbè io mi accontento della mia connessione wifi ahah https://uploads.disquscdn.c...

utente

La scarichi in 1 secondo, ma non consumi di più!

utente

Per consumare tutto il traffico dati devi usare 210 mb al secondo (costanti) per 30 secondi.
Scarichi sempre la stessa quantità di GB. Potresti avere anche 1 mb al secondo, ma devi scaricare sempre la stessa quantità.

Daniele Davide

ma non c'entra con il piano tariffario.. se tu scarichi 10 o 100 mb, li puoi scaricare anche alla velocità della luce, ma sempre 10 o 100 mb scarichi...

Matteo

https://uploads.disquscdn.c...

La conversione giusta é questa... Comunque quello che intende lui é che se tu navighi tutti i giorni sulle stesse pagine non è che consumi più dati se hai più velocità, ci metti solo di meno

Luca

Mi sembra che la fibra ottica a questo punto per gli utenti medi non ha più seso.

luca bandini

sarò sc&mo ma continuo a non capire... poniamo di scaricare una applicazione da 210mb dal playstore (ipotizza velocità di risposta immediata dei server) con quella banda ad 1,75gbps scaricherei l'app in 1 secondo? è solo per capire se i miei calcoli sono giusti oppure ho commesso un errore nella conversione

Matteo

Penso intedesse che anche se le velocità fossero stratosferiche la home di google continuerebbe a pesare sempre uguale

luca bandini

la velocità non si misura in bit? 1 byte = 8 bit quindi 1,75 gbit/s=210 megabyte/s. non è giusto?

Aster

E come gli chip wifi negli ultrabook,fascia alta e prezzi alti ma pochi chip decenti e solo uno un chip 3x3

Aster

A ok:)ritiro tutto

Aster

In teoria in futuro, perché adesso sono pochissimi quelli con un modem decente di raggiungere 400-500 mbps

SydneyBlue120d

I terminali con Snapdragon 845 useranno questo modem.

Daniele Davide

la velocità non corrisponde ai dati!!!!!

luca bandini

1,75 (gbp/s) / 8 = 210 mb al secondo... finirei il mio traffico dati mensile in poco più di 30 secondi :)

Paolo Giulio

EHHMMM...

"... [omissis] ... ma queste implementazioni sono limitate a pochissimi terminali con HW adeguato..." ... cit. ultima riga...

Ce ne eravamo già ricordati.. ;-)

Aster

E non dimentichiamo che questi fantomatici chip miracolosi sono saranno un miraggio per 90% dei dispositivi.

Squak9000

Tiscali mi fa arrivare a casa 16mbs e ne sono molto felice

utente

Qui non avete scuse, è la vera Nokia.

Paolo Giulio

Questo record da laboratorio è meno impressionante del quasi Gbit raggiunto su rete COMMERCIALE in Russia e che era già stato trattato in un altro articolo...

Inoltre trovo inutile accostare questi "record" al 5G sia perchè il 5G sarà un'altra tecnologia sia perchè cmq si parla di velocità 20 volte più alte, imparagonabili ad un "misero" Gbit ottenuto in condizione di laboratorio come in questo caso... chiaro che il 5G non sostituirà da subito il 4G, come oggi il 4G affianca il 3G, e quindi ben vengano implementazioni tecniche per renderlo più prestante... ma queste implementazioni sono limitate a pochissimi terminali con HW adeguato e inoltre tra 4G e 5G c'è una differenza che è assai più marcata che tra 3 e 4G...

Come e perché smaltire rifiuti tecnologici: lunga vita al bidone barrato #report

WhatsApp vietato ai minori di 16 anni in Europa

TicWatch Express e TicWatch S: Android Wear anche per correre | Recensione

Recensione Amazfit Bip: è lo smartwatch da battere