Visori AR e VR: segmento in crescita nel Q2 2017. Samsung e Sony al vertice

05 Settembre 2017 29

Il mercato dei dispositivi per la Realtà Aumentata e Virtuale cresce, anche se non a ritmi comparabili a quelli di altre tecnologie emergenti. E' questo il quadro che emerge dal recente report di IDC che fa il punto sull'evoluzione dello specifico segmento di mercato con dati aggiornati al secondo trimestre dell'anno.

Nel trimestre in oggetto sono stati consegnati 2.1 milioni di dispositivi AR e VR, valore che si traduce in un incremento del 25 per cento rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2016 e in un leggero calo su base sequenziale. In prospettiva futura, il trend dovrebbe tornare in crescita, sia grazie alla riduzione di prezzo dei visori già in commercio, sia grazie ai nuovi prodotti che debutteranno in autunno (si pensi ai visori Windows Mixed Reality).

Le criticità dello specifico segmento di mercato evidenziate da IDC sono legate agli investimenti che le aziende devono sostenere per sviluppare tali tecnologie, unitamente all'attività di marketing necessaria per portare il prodotto all'attenzione del grande pubblico:

La crescita nel mercato VR è stata piuttosto lenta rispetto ad altre tecnologie recentemente introdotte, perché la quantità di investimenti e soprattutto la necessità di istruire gli utenti finali sono molto elevate nel caso della VR.


Una delle priorità diventa quindi consentire ai potenziali utenti di toccare con mano il prodotto prima dell'acquisto:

Anche se le recenti riduzioni dei prezzi su tutte le principali piattaforme contribuiranno a mitigare una delle barriere che ne ostacola l'adozione, fornire ai consumatori l'opportunità di conoscere i prodotti e di provarli prima dell'acquisto rappresenta uno ostacolo significativo affrontato da molte aziende

I visori di Realtà Virtuale, rapportati all'ammontare complessivo dei prodotti AR/VR, rappresentano la tipologia più diffusa (98 per cento del totale), mentre lo sono molto meno i visori che rendono possibili esperienze in realtà aumentata. Restringendo il campo di analisi ai visori VR, emerge che oltre la metà delle unità consegnate è ''screenless" (quindi utilizza il display dello smartphone). Crescono inoltre i visori VR cablati: 43 per cento del totale, contro il 34 per cento registrato nel precedente trimestre, grazie alla diffusione di PlayStation VR e Oculus.

Vanno peggio i visori per la Realtà Aumentata che registrano un calo su base annua. Si tratta di dispositivi realizzati in quantità non elevate, e più diffusi in ambito enterprise che business. L'arrivo di importanti Big del mercato smartphone nel segmento, a partire da Apple e Google, potrebbe renderlo più movimentato:

Ora che Apple e Google sono entrambi concentrati ad aiutare gli sviluppatori a creare esperienze AR sulle proprie piattaforme - tramite ARKit per iOS e ARCore per Android - possiamo prevedere l'arrivo di una serie di nuove app AR per smartphone entro fine anno e nel prossimo. Questi sviluppi, alla fine, dovrebbero portare ad occhiali AR destinati all'utenza consumer, ma, per un po' di tempo, ciò non avverrà con volumi significativi e a prezzi accessibili.

ARCore rappresenta la sfida lanciata da Google ad Apple nel segmento della Realtà Aumentata per smartphone.

Il report di IDC si conclude con una panoramica dei principali produttori di visori di Realtà Aumenta e Virtuale del Q2 2017. Al vertice si trovano Samsung e Sony. Il primo ha trovato nel lancio del Galaxy S8 e S8+ un'ulteriore occasione per proporre il suo Gear VR, grazie alle offerte in bundle. La compagnia registra comunque un calo delle consegne su base annua. Il produttore nipponico, sull'altro fronte, tallona Samsung con il Playstation VR che nel Q2 ha registrato vendite costanti, sostenute dall'arrivo di titoli come Resident Evil 7.

Unità consegnate Q2 2017 Market Share Q2 2017
Samsung 568.0 26.7%
Sony 519.4 24.4%
Facebook 246.9 11.6%
TCL 106.4 5%
HTC 94.5 4.4%
Altri 594.8 27.9%
Totale 2130.0 100.0%

Fonte: IDC, valori espressi in migliaia

La terza e la quarta posizione sono occupate rispettivamente da Facebook e TCL. Il colosso dei social network ha ridotto il prezzo del visore Oculus da 599 a 499 dollari nel corso del trimestre, provvedimento che ha consentito di rilanciare le vendite e di incrementare lo share nel segmento dei visori cablati. TCL, invece, ha ottenuto buoni risultati con il visore Alcatel VR, grazie alla scelta di fornirlo in dotazione con alcuni suoi smartphone di recente produzione. Chiude la classifica dei top five HTC, perdendo terreno rispetto ad Oculus. Il produttore taiwanese ha recentemente annunciato una riduzione del prezzo di vendita del Vive (ora fissato a 599 dollari negli States) e continua a detenere una posizione di primo piano nel segmento dei visori destinati all'utenza aziendale.

Stile classico, prestazioni ottime e prezzo contenuto? Huawei P8 Lite 2017, compralo al miglior prezzo da ePrice a 144 euro.
Sony Playstation Vr + Camera V2 + Gioco Vr World è disponibile da puntocomshop.it a 449 euro.

29

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marko Lestat

Il vero lavoro lo farà la gpu della scheda video insieme a windows 10 con i propri driver, i visori targati windows 10 costeranno la metà di htc e facebook e faranno le stesse cose , anzi di più visto che sarà anche realtà aumentata, se poi saranno avanguardia lo vedremo appena usciranno, le premesse se me lo permetti ci sono tutte.
Visto che :

1)un visore windows 10 ti costa 200 euro
2)Visore oculus ti costa 400 euro
3)Visore Htc valve ti costa 500 euro

1)visore windows 10 sarà realtà aumentata + realtà virtuale
2)visore oculus è solo realtà virtuale
3)visore htc valve + solo realtà virtuale

giuseppe

Una tecnologia ancora acerba iper costosa per la qualità che rappresenta e su PC richiede hardware di fascia High End per avere risultati poco più che sufficienti ...... Detto questo per alcune tipologie di giochi è il futuro , simulatori di guida in primis

MatitaNera

appunto per quello

ghost

Perché come per il 3d se dicono che va male si scatena il panico e nessuno da fiducia con gli acquisti

ghost

Hanno contato i vr di plastica altrimenti erano costretti dire che vr e ar non vendevano

Antsm90

Ancora i visori MR creati insieme q Microsoft non sono manco usciti...

Simone

Nono...

Tra i non cinesoni

Simone

Con la differenza che Sony li ha venduti, Samsung regalati...

Legend94

Quello di Sony peggiore di quelli cinesi,non credo proprio

Simone

Sorry, thank ...

Simone

A questo punto il leader del mercato è il supporto di cartone fai da te.

D3stroyah

devi davvero fare qualcosa con quel correttore

Simone

Quelli Sony è qualitivamente il peggiore ...

E tu che hai provato Oculista dovresti capire a che livelli siamo..

Eppure alla gente fa impazzire, l'avranno mai provato???

Choz Chozzy

E vabbè, camminano lo stesso! Per me poi l'importante è che ci puoi guardare i porno a 360 gradi, altra utilità non ce la vedo al momento! XD

manu1234

Questi sono tricicli, non macchine...

Squak9000

Vorrei tanto dire... non ne comprerei mai uno.
Ma so benissimo che prima o poi ne avró uno...

Choz Chozzy

Anche la panda è una macchina, non è che devi avere per forza la ferrari per poter camminare. E comunque penso che in "altri" siano contati anche i cinesi!

D3stroyah

metà delle vendite è di visori cinesi quindi...quegli obrobri (e ci sono cascato con 2 ormai). TCL è inspiegabile :D

manu1234

come conti Samsung dovresti contare anche i cinesi. i veri vr sono di htc, facebook, sony e i nuovi arrivati dell, hp, asus, acer, lenovo, 3glasses.
tutto il resto è fuffa

Choz Chozzy

No, perché il telefono senza il pezzo di plastica non può essere vr, quindi l'insieme del telefono più il pezzo di plastica fanno il vr... Ovvio poi che ha poco senso contare i millemila cinesi che li producono!

manu1234

si ma non sono vr, il telefono è il vr a quel punto. se contassero anche i millemila cinesi che le producono, allora il mercato vr sarebbe enorme.

Choz Chozzy

Per il momento i pezzi di plastica con telecomando sono gli unici vr accessibili a più o meno tutti...

Midnight

Samsung e Sony si rivolgono ad un' utenza diversa rispetto a quella di MS...

manu1234

che poi, soprattutto con cifre inferiori al milione, com'è che quando a ms va bene è un mercato di nicchia mentre quando devono ancora uscire i suoi vr un mercato da meno di 5 milioni di unità è la vita?

manu1234

l'avanguardia nel settore dei pezzi di plastica vuoti con lenti polarizzate, minchi@ ne vale proprio la pena.

manu1234

se contate come vr dei pezzi di plastica con un telecomando, allora tutto è vr

MatitaNera

nell'articolo nessun riferimento a Microsoft, per fortuna che era all'avanguardia in questo settore...

MatitaNera

ma adesso arriva Microsoft...

Scottyy Wiz

Samsung vende vr perche li regala in bundle...se no si sognerebbe quei numeri

Recensione Amazfit Bip: è lo smartwatch da battere

Quanti GB usate ogni mese per navigare | Risultati sondaggio

Recensione Honor Band 3: ho abbandonato la Mi Band 2 | Video

Backup WhatsApp: di quanti GB è il vostro? Lo odiate anche voi? | RISULTATI