Greenpeace: i produttori di smartphone e portatili li fanno morire troppo presto

28 Giugno 2017 195

Se un prodotto non può essere facilmente riparato, si butta e se si tratta di tecnologia di consumo si trasforma in un rifiuto tecnologico che crea evidenti problemi in termini di impatto ambientale. Partendo da questa premessa, Greenpeace in collaborazione con iFixit, ha stilato un dettagliato rapporto che si traduce in una sostanziale accusa lanciata ai produttori di dispositivi tecnologici, smartphone e portatili in primo luogo.

Immaginate un mondo in cui i vostri gadget elettronici potrebbero durare, o in cui i vostri dispositivi potrebbero essere facilmente riparati ... Ma si tratta di un mondo puramente immaginario perché purtroppo il trend in crescita tra i principali marchi IT è rendere più difficile riparare e manutenere smartphone e altri dispositivi

Il rapporto prende in esame oltre 40 smartphone, tablet e computer portatili commercializzati negli ultimi due anni e il risultato non è molto incoraggiante, quando si prendono in esame i trend e si valuta quanto sono resistenti e semplici da riparare tali dispositivi. La linea d'accusa che si snoda in cinque punti.

I dispositivi sono resi intenzionalmente difficili da riparare e manutenere. Il rapporto ricorda che, in molti casi, i componenti sono saldati alla scheda madre, rendendo la riparazioni più complicata e, per fare alcuni esempi, cita gli smartphone più recenti di LG e Samsung, insieme ai portatili di Apple.

In secondo luogo, Greenpeace evidenzia un altro trend che fa riflettere: alcuni smartphone diventano progressivamente più fragili di generazione in generazione, piuttosto che più robusti. E' il prezzo da pagare per soddisfare l'esigenza di innovare il design degli smartphone che ha portato all'integrazione di display sempre più ampi in scocche dalla dimensioni contenute. Un obiettivo che si raggiunge riducendo le cornici del display e integrando pannelli dai bordi curvi. Non a caso, Greenpeace fa l'esempio dello schermo edge-to-edge di S8.

La batteria è un altro componente critico e, anche in questo caso, i produttori non fanno molto per agevolarne la sostituzione. Quasi il 70% di tutti i dispositivi valutati nel rapporto hanno batterie difficili o impossibili da sostituire, per scelte progettuali o per la presenza di una gran quantità di adesivo che le tiene fissate alla scocca. Anche in questo caso S8 e i MacBook Retina di Apple vengono portati come esempio.

Entrare in possesso degli strumenti per effettuare la riparazione è complicato. Posto che gli utenti o soggetti qualificati abbiano la competenza per effettuare una riparazione, bypassando il servizio di assistenza ufficiale fornito dal produttore, la riparazione è complicata dal fatto che per procedere al disassemblaggio del terminale è necessario utilizzare strumenti particolari che permettono di rimuovere viti ed altri componenti con standard proprietari. L'esempio in questo caso coincide con gli iPhone di Apple, il P9 di Huawei e l'Oppo R9m.

Stessa difficoltà di riscontra nel reperire i manuali di riparazione e i relativi ricambi, non facilmente accessibili al grande pubblico. Dei 17 produttori esaminati nel report solo tre - Dell, Fairphone e HP, forniscono sia i pezzi di ricambi, sia i manuali.

Il rapporto di Greenpeace, consultabile QUI nella sua interezza, individua nella tripletta di aziende citate un esempio che anche altri produttori dovrebbero seguire per ridurre l'impatto ambientale della produzione di dispositivi tecnologici. In assenza di passi in avanti in tal senso, incentivare lo sviluppo della cosiddetta economia circolare e prevedere un efficace sistema di smaltimento dei rifiuti tecnologici potrebbe essere un buon palliativo.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 415 euro oppure da ePrice a 633 euro.

195

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
LordRed

Non esageriamo

TheAlabek

Probabile

TheAlabek

Ahahahah checsi prova? XD

TheAlabek

Chi ha comprato l'edge deve bruciare

TheAlabek

Qualche altra ovvietà?

utente

Tutta colpa di quelli che cambiano smartphone ogni anno.

SL7Z4

La famosa "polaisi aziendali"

SL7Z4

Io potrei batterti... P4 e 6630( come secondo telefono )

Giulk since 71'

Il problema e che a 16 mesi non sempre ci si arriva anche trattando bene la batteria, io per esempio non lascio mai scendere sotto il 20 per cento a meno che sono impossibilitato a caricarla, ma per dire, con l'S7 alle volte lo dovevo caricare a metà giornata perché sapevo che la sera magari facevo tardi e non ci arrivava, quindi quei 500 cicli me li facevo in un anno.

Comunque alla fine è una questione di quello che si vuole, io come hai detto tu, preferisco anche rinunciare a 5 mm ma avere la batteria sostituibile da me, per dire non me ne importa neanche troppo dell'alluminio, il mio 950 xl in policarbonato mi stava benissimo, a anche il note 4 della mia compagna con il retro in pelle e frame cromato va bene se posso avere la batteria sostituibile

DeeoK

I moduli M2 poggiano direttamente sulla scheda madre, quindi la riduzione di ingombro è pressoché nulla. Stesso discorso vale per la riduzione di ingombro data dall'assenza delle viti che tra l'altro sono nettamente più affidabili della colla, generalmente poco amica del calore.
Quindi alla fine rendi un prodotto non aggiornabile per un risparmio che sarà sì e no di 3 mm e nessun altro cambiamento.
Indi per cui si riconferma quel che ho detto sin dal primo post: non c'è nessun progresso tecnologico, è solo marketing.

Chevlan

Ahahah!

Siegfried

Sì un paio di volte, con 15 merkel coins la prendi dal samsung store

mmorselli

Se trattata bene dura di più, per le Li-ion bene significa spesso, senza aspettare che la carica sia scesa troppo o ancora peggio che sia completamente scarico evitando così che troppa corrente rovini gli elettrodi per elettromigrazione. Ma anche 500 cicli sono 16 mesi, tanto vale aspettarne 24 così fuori garanzia si può andare da quei negozietti che con 20 euro te la cambiano. Certo, se posso non spendere nemmeno quelli è meglio, ma il prezzo è appunto un telefono più grande o meno funzionale. Più grande non è un problema per molti di noi, sono pochi millimetri, ma è un problema per chi lo vende dato che molti guardano le specifiche e tra uno sottile 7,0 e uno 7,2 prendono quello da 7,0 perché è più figo.

sbob

Pensa che io uso ancora un s3 uscito indenne da una centrifuga di 2.30h a 60°; ho cambiato soltanto la batteria. Va ancora meglio con l'ammorbidente usato ahahahah

Davide

gli SSD sono praticamente dei moldulini quadrati come le RAM. Se saldi anche quelli anziché mettere il disco da 2.5" o li modulo M2 risparmi spazio. Per la batteria, invece, se la incolli risparmi lo spazio delle viti.
Non ho voglia di ripetermi, son tutte cose che ho già scritto.

DeeoK

E quindi? Quanto cambia, 3mm? È quello che fa la differenza fra due prodotti? No, è solo marketing.
In più il tuo esempio vale solo per la RAM: per dischi e batterie non cambia nulla.

Davide

come no? Ci son riuscito benissimo, sei tu che eviti volutamente di farti andar bene l'esempio insistendo sull'ipotesi complottista. Prendi un notebook con gli attacchi SODIMM per aggiornare la RAM. Poi prendine uno con i modulini saldati. Et voila! Capirai che fanno salvare spazio, a dimostrazione del fatto che non sto dicendo una boiata. E' tutto il pomeriggio che lo ripeto =)
http://www . corsair . com/~/media/corsair/product-photo-root/c/cm3x2gsd1066_sodimm_install_1_13.png

Name

Ripeto: l'utente parlava di SW, parlava degli AGGIORNAMENTI. E faceva una distinzione tra aggiornamenti generici e, nel dettaglio, gli aggiornamenti di sicurezza di android, almeno i secondi dovrebbero essere effettivamente garantiti perchè se ho un telefono dello scorso anno e non me lo aggiornano con l'ultimo aggiornamento di sicurezza, io sono più a rischio ed è un piccolo motivo in più per spingermi a prendere un nuovo modello ed essere più protetto.

mister no4h

La batteria l'avrai cambiata sicuramente penso

Siegfried

boh non le ho provate ma non mi sembra ci siano motivi per cui non dovrebbero andare

Pippo

chiamasi consumismo

franky29

Funzionano le micro gaps su 7.1.2?

Siegfried

Benone per le mie esigenze. Ho la lineage weekly e nanomod (quindi senza gapps) e sinceramente mi sorprendo di quanto sia fluido e di come il multitasking regga.

DeeoK

Stai banalizzando.

Ora come ora i bisogni si creano, non si aspetta che sia il mercato a farlo. E' questa la differenza tra un'azienda di successo ed una normale fornitrice di servizi.

Comunque non è minimamente vero che la modularità vada contro le richieste del mercato. Dove l'hai letta una roba simile?

La modularità va contro le esigenze dei produttori.

Da ultimo, come ho già detto ad un altro utente, le multinazionali ed i ricavi miliardari non sono una necessità umana e nel complesso portano probabilmente più danni che benefici.

Ps: non sei ancora stato in grado di dare una qualche vaga spiegazione per cui la modularità non consentirebbe di avere i prodotti attualmente sul mercato.

PPs: chiaramente non ci sei riuscito perché è una boiata.
La riduzione dei consumi dei prodotti e l'uso di materiali differenti per costruire hanno consentito di avere prodotti più sottili e leggeri, non l'assenza di modularità.

Davide

senza profitto né io né te avremo un computer o uno smartphone. La gente non fa nulla per beneficenza. Se vuoi vendere qualcosa nel mondo dell'elettronica devi renderla alla portata di tutti e di conseguenza devi seguire ciò che il mercato ti chiede. Non sono i produttori che lo fanno apposta, sono tradeoff che bisogna assecondare. Senza soldi non c'è tecnologia e senza tecnologia non ci sono soldi. Tu compreresti, oggi, una CPU Sandy Bridge? Non credo. 7 anni fa avevi ultrabook fanless da meno di 1Kg con processori da 5W? No.
Le due cose sono strettamente legate.
Vendi -> Guadagni -> Fai cose nuove -> Vendi-> Guadagni ....
Il mondo va così da una vita. La nuova tecnologia non salta fuori dal mondo dei sogni.
Chiedere modularità va contro ciò che il mercato vuole e porterebbe a non vendere, con conseguente stagno tecnologico. E' per questo che sostengo che abbiano detto una c4zzata.

mister no4h

Wow come sta andando dopo 4 anni l'S4?

DeeoK

Non lo metto in dubbio, ma pure cambiare smartphone ogni 6 mesi è costoso e c'è chi lo fa.

benzo

Credo tu abbia parlato per molte persone :D

benzo

shahahah grande :D

DIXON

Assolutamente, limare i consumi e gli sprechi personali é un bene ma essere "green" é "costoso": basta pensare a pannelli solari efficienti, soluzioni simil-tesla (powerwall se non ricordo male) e auto elettriche che l'investimento si fa sostanzioso e per molti é piú comodo restare cosi come sta adesso.

Davide

se la RAM saldata e l'SSD saldato ti portano a ridurre lo spessore di mezzo centimetro e la batteria incollata ti consente di evitare l'uso di viti e risparmiare altri 2-3 mm puoi produrre un prodotto più sottile, con un minore ingombro e più accattivante per i tuoi clienti. Altro che consumismo. Poi subentra la questione costi. Se montare una vite costasse meno che incollare tutto, stai pur certo che metterebbero le viti.
Se costruire una scocca che permetta la riparabilità (ossia più alta fondamentalmente) non necessitasse di rinforzare la struttura, e quindi generasse un aumento dei costi, stai pur certo che anche in quel caso sceglierebbero quella strada.
Sii onesto, quante volte in vita tua hai avuto la necessità di aprire uno smartphone o un portatile (che non fosse già rotto!)? La verità è che a nessuno importa della riparabilità, come tu stesso mi confermi. Idem per aggiornabilità e sostituzione batteria. Chi è che cambia batterie ai portatili? E allo smartphone? Ancora lo si fa o si avrebbe necessità di farlo? L'ultima che ho cambiato era quella del Galaxy S Plus nel 2013 e da allora le batterie sono crescite e migliorate fino a rendere l'operazione non necessaria.
Chi critica il consumismo lo fa per partito preso o per seguire una sua ideologia politica, non certo perché non ne tragga i suoi frutti. L'individuo ha la capacità e la possibilità di scegliere, non è che si compra tutto ciò che vinee messo in vendita. Se poi non c'è ciò che si cerca si scende a compromessi, come si fa con qualsiasi altra cosa nella vita. DI solito chi ha necessità di cambiare cose è chi ha investito su un prodotto di fascia bassa, sia esso un PC o uno smartphone. Bene, da un prodotto di quella fascia non ci si può né ci si deve aspettare altro.
Chi compra prodotti di fascia alta sa già cosa cerca e non ha quel genere di problema. Il bello del mercato libero è che c'è qualcosa per ogni genere di tasca.
Io non sono saccente perché questo implicherebbe uno straparlare a fronte di una scarsa conoscenza dell'argomento ed evidentemente non è questo il caso. Potrò anche essere odioso ma credo che i punti a mio favore siano inopinabili. La verità, d'altronde, non sempre porta consensi.
Avere idee diverse non è un male fino a quando le idee diverse hanno alla base delle ragioni valide e si basano su osservazioni fatte con cognizione di causa, altrimenti sono meri capricci (o c4zzate se vogliamo).
Avere un'opinione? Certo. Ma il dover accettare per buone certe boiate solo perché tutti hanno diritto ad un'opinione anche no. Ce n'è al mondo di gente con idee strampalate e per fortuna c'è anche chi ha il buon senso di non assecondarle per capriccio o per dar seguito ad un'ideale a fronte di quella che invece è la realtà.

DeeoK

Quindi alla fine convieni che la questione sia economica.
Non c'è nessun progresso nell'attuale tecnologia di consumo. Viene generalmente offerta una maggiore potenza di calcolo, solitamente superflua, che non richiede in alcun modo i compromessi fatti dal punto di vista strutturale.
I compromessi strutturali servono a ridurre il ciclo di vita dei prodotti e sono totalmente slegati da eventuali miglioramenti tecnologici in essere. Non a caso gli smartphone stanno diventando sempre più grandi, non più piccoli. Lo spessore non cambierebbe inserendo una batteria removibile invece che saldata.
Stesso discorso vale per altri prodotti come i notebook, dove esistono prodotti sottili e leggeri che consentono aggiornamenti ed altri che non li consentono.

E' inutile girarci intorno: si sta inquinando in maniera schifosa solo ed esclusivamente a fini commerciali.
Metterci di mezzo concetti come progresso tecnologico è fazioso.
Comunque nemmeno in Europa ci sono vincoli così stringenti sui rifiuti tecnologici. I vincoli ci sono solo sullo smaltimento che, come ripeto, sposta il problema.
Se hai 50 copertoni sparsi per le strade cittadine invece che in una discarica non hai risolto il problema dei copertoni, l'hai solo spostato.

Davide

sul fatto che problemi legati al riciclaggio esistano sono d'accordo. La cina fa quel che fa perché a loro conviene, se si adattassero agli standard europei farebbero salire il costo della manodopera e le aziende occidentali, quelle che portano i soldi, scapperebbero così come sono venute. Fanno così perché a loro conviene, non è colpa dell'occidente.
Per miniaturizzazione hai evidentemente frainteso dato che non mi riferivo al pp delle CPU, quanto più al fatto che oggi l'elettronica punta all'offrire potenza in poco spazio. A cosa serve fare case o involucri più grandi? A niente. Nel 2017 le cose importanti sono batteria, peso e dimensioni. Modificare uno di questi fattori a favore di una cosa a cui nessuno importa, come la riparabilità o l'aggiornabilità, implica costi ai quali non segue un ritorno economico e le aziende non sono enti benefici.
Infatti progresso non implica affatto minor durabilità. Tutto sta a come uno tratta i propri oggetti. Di per sé l'elettronica non si rompe per magia.

DeeoK

Beh, allora è difficile non scegliere la piscina.

ROOT

L'economia lineale.

DeeoK

Il mondo non aveva multinazionali prima del 1900 e mi pare che l'umanità sia riuscita ad esistere per millenni, con discreto successo in determinati frangenti.
La multinazionale non è un'evoluzione della piccola e media impresa, anzi, ne è la più acerrima nemica. Chiedi ai piccoli commercianti se apprezzano Amazon.

Le norme e le leggi sono sottomesse all'economia, quindi prima vengono le multinazionali e poi il pianeta. E' un po' come decidere che prima si carica il carro e poi si vede se c'è qualche bue che riesce a spostarlo.

Le multinazioni non sono necessarie come non lo sono i fatturati multimiliardari.
Offrono i loro vantaggi alla società ma nel complesso portano più danni che benefici.

mds

Nessuno ha mai messo in dubbio i tuoi concetti, solo il modo in cui ti esprimi, se per un momento scendessi dal piedistallo del "so tutto io e sono inattaccabile" forse capiresti.
Prova a rileggere tutto in maniera distaccata la discussione senza prenderla sul personale...

il Gorilla con gli Occhiali

Non lo so, non ho una multinazionale.

DeeoK

No, continui a sparare boiate.
E' un fatto universalmente noto che gli scarti tecnologici siano una delle più forti fonti di inquinamento globale attuale. Non esistono norme perché in quasi tutto il mondo scarseggiano ancora veri e propri sistemi di riciclaggio di materiale elettronico. Le uniche norme riguardano lo smaltimento, che si limita a spostare il problema.
In Cina la situazione è quella che è perché l'occidente compra e spreca. Inutile scaricare su di loro le responsabilità.

Quella sulla miniaturizzazione è una boiata così pazzesca che viene da ridere.
La mia CPU è fatta con un PP inferiore a quello degli ultimi SoC eppure il fatto che necessiti di cambiarla solo ogni 5 o 6 anni la rende estremamente più ecologica.
Non esiste nessun tipo di dimostrazione che possa implicare che un progresso tecnologico implichi una minore durabilità dei prodotti.
Anzi, il progresso tecnologico è l'esatto opposto.
Qui si parla solo ed esclusivamente di mercato. Credere diversamente significa avere interi maiali sugli occhi.

DeeoK

Senza dubbio, ma c'è chi prova a contenersi.

comatrix

Non ho assolutamente frainteso, ed il fato che tu non voglia continuare lascia presupporre la ragione logica che si sia toccato il punto corretto...

mds

Hai totalmente frainteso, guarda la forma non il contenuto.
Ma ho come l'impressione che sia totalmente inutile continuare...

comatrix

Ah e ti dico ancora una cosa:

- se una persona si accorgesse di qualcosa che io non vedo arrivare e non mi avvertisse, sarebbe li che mi incaxxerei: ma come, tu l'hai visto venire mentre io no e non mi hai detto niente?

Giuro ragionamenti al contrario...

Massi91

Si ma a parità di batteria, hanno ottimizzato i software, non aumentato la capienza delle batterie

comatrix

Inutili e fastidiose?
Cioè uno sta cercando di far capire ancor prima cosa eventualmente si avvererà (e poi inevitabilmente accade) ed è fastidioso?
Complimentoni!!! (non invece la contrario ringrazierei se uno mi avvertisse su cose che no vedo, ed ecco confermato il fatto di NON ragionare col proprio di cervello fornito dalla natura).

P.S Uno cerca di avvertire casomai vedesse arrivare certe cose, non solo viene criticato ed insultato ma c'è pure astio ahahah, non c'è peggio alla stupidità del genere umano...

mds

"poiché nonostante si anticipino i concetti che poi inevitabilmente si avverano (ma guarda un po' che strano eh)"
Mi riferisco esattamente a questo, sono precisazioni inutili e fastidiose, poi sei liberissimo di continuare a farlo, non ti sto mica dicendo di cambiare, ma non far finta di non sapere perchè c'è astio nei tuoi confronti.

zzzz

e' l'unica cosa intelligente detta da greenpeace finora

luca bandini

beh la capacità e la durata sono aumentate mediamente.
rispetto all's6 in samsung hanno fatto dei miglioramenti notevoli
iphone è migliorato rispetto al 5
lg (tolto il g3/g5) è migliorato in realtà (il g2 ha un ottima autonomia questo non si discute ma ha anche un display più piccolo e meno definito, una singola camera meno definita e meno ram da gestire rispetto al g6)
in generale anche tutti i medi di gamma hanno aumentato la loro autonomia.
se sei ancora scettico vai a vedere i live batteria e noterai che gli attuali durano come quelli vecchi se non di più pur essendo maggiormente stressati.

Giulk since 71'

Non è il problema di arrivare a sera, o almeno non sempre, il problema è che se va bene ci arrivi a 500 cicli di ricarica prima di cominciare a perdere autonomia, e devi portarlo in assistenza mentre se te la puoi sostituire da te risparmi tempo e soldi

comatrix

Guarda che uso sempre un tono pacato, in seguito viene animato dai soliti.
Ed il fatto del "visto! visto! io lo dicevo! Io l'avevo già detto! è persino peggio, poiché nonostante si anticipino i concetti che poi inevitabilmente si avverano (ma guarda un po' che strano eh), si continua testardamente ad ignorarli.
Semplice logica e realtà, non c'è null'altro da aggiungere (ed ecco il mio solito monito ad usare il cervello fornito dalla natura)

Le migliori Powerbank per Apple iPhone e non solo | Video | #BESTBUY

4 chiacchiere con 16 smartphone TOP DI GAMMA 2018 | Video

Dipendenza da smartphone | Video

Recensione Jabra Elite 65T: cuffie di qualità con tanti pregi