MediaTek presenta Helio P25, SoC per smartphone dual camera

08 Febbraio 2017 6

MediaTek continua a produrre interessanti processori, ultimo dei quali è il Helio P25, una naturale evoluzione del P20 che si rivolge principalmente agli smartphone medio di gamma con doppia fotocamera posteriore.

Il nuovo SoC della serie P è un octa-core Cortex A53 realizzato con processo produttivo FinFET a 16nm, possiede una potenza di clock pari a 2.5 GHz ed è supportato da una GPU Mali-T880 a 900MHz e da massimo 6GB di RAM LPDDR4. Il produttore dichiara un'efficienza energetica migliorata del 25% rispetto alla precedente generazione. Non manca il supporto all'upload in LTE (sino a 64QAM in uplink in modalità LTE-TDD) e ad un quantitativo di memoria RAM LPDDR4x sino a 6GB.

Troviamo, inoltre, una tecnologia chiamata MediaTek imagiQ utile per fornire effetti avanzati al comparto fotografico, come una migliore profondità di campo ed una esposizione automatica ad alte prestazioni che permettono di catturare immagini di qualità superiore in qualunque circostanza.

Ecco nel dettaglio le principali caratteristiche del nuovo processore d'immagine imagiQ:

  • Risoluzione inedita: fino a 24MP con una sola fotocamera o 13MP+13MP in modalità dual-camera
  • Ottimizzazione dual-camera: riduzione del rumore colore + b/n e generazione di bokeh grazie alla diminuzione della profondità di campo in tempo reale
  • High Dynamic Range: video HDR con anteprima completa
  • Esposizione automatica a elevate prestazioni: turbo 3A che accelera la velocità di convergenza AE del 30-55%

Jeffrey Ju, Executive Vice President e Co-Chief Operating Officer di MediaTek, ha dichiarato:

MediaTek Helio P25 apre la strada a smartphone dotati di fotocamere a elevata risoluzione ricche di funzionalità, per scattare immagini statiche incredibili e riprendere video 4K2K".“Supportando due fotocamere fino a 13MP di risoluzione ciascuna, MediaTek Helio P25 ridefinisce le aspettative della fotografia mobile, mentre le nostre funzionalità multimediali, come la tecnologia MediaTek MiraVision, arricchiscono continuamente l'esperienza video delle persone

Potremo vedere i primi smartphone equipaggiati con il nuovo Helio P25 nella primo trimestre di quest'anno e quindi, presumibilmente, già al Mobile World Congress di Barcellona. Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale MediaTek.com .


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
densou

non poco, proprio nulla: solo per i nuovi X hanno annunciato una 'feature' per il risparmio energetico hardware a schermo spento.
Questi saran sempre accompagnati dal solito schifoso supporto software :( (mettetece gli sleep state e che cavolo)

Piervittorio Trebucchi

Non cambia nulla a livello di supporto fotocamere tra P20 e P25.
Entrambe gesticono una fotocamera posteriore da 24MP o due da 13MP.
Anche gli Snapdragon 625 e 626 di Qualcomm sono identici, e differiscono solo per i 200 Mhz di frequenza.

Peppesale

Aumentare il clock solo per fare girare due fotocamere?

Piervittorio Trebucchi

L'unico produttore che ha annunciato un telefono bastato sul P25 è elephone, 15 giorni fa.
Gli altri utilizzano il P20, che è identico, cambia solo la frequenza della CPU, 2.3 Ghz anzichè 2.5.

Piervittorio Trebucchi

Il Mediatek P20 e P25 sono i naturali antagonisti, come architettura (true octa core), degli Snapdragon 625 e 626, rispetto ai quali hanno il 10-15% in più di potenza della CPU, ma a fronte di una GPU che va la metà, degli Exynos 7880 (rispetto ai quali guadagnano il 20% come CPU ma ne perdono altrettanto come GPU).
Solo i Kirin 650/655 gli sono inferiori, tra gli octa core A53 di ultima generazione, sia come CPU che come GPU.
Direi che è un po' poco come argomenti di vendita.

Peppesale

Lo troveremo già su qualche smartphone al MWC?

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi

Surface: tutte le novità presentate da Microsoft

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?