Monitorare il sonno a distanza? Google ha trovato la soluzione

12 Maggio 2017 22

L’introduzione dei dispositivi indossabili sul mercato ha portato diversi utenti a rivedere - seppur parzialmente - il rapporto con lo smartphone: per monitorare la propria attività fisica basta infatti oggi avere una smartband o uno smartwatch al polso, prodotti che consentono (nella maggior parte dei casi) di ricevere anche le notifiche di messaggi e chiamate senza necessariamente tirare fuori dalla tasca il telefono, gestire la playlist musicale preferita e, perché no, scattare una foto da remoto.

Alcuni dispositivi indossabili consentono anche di tenere traccia del proprio riposo, monitorando il sonno durante la notte e fornendo preziose informazioni utili per migliorarne nel tempo la qualità. Vuoi per la scomodità di tenerlo al polso anche quando si è a letto, vuoi per la scarsa autonomia che spesso caratterizza questi prodotti, non sempre si è nelle condizioni di misurare la qualità del proprio sonno, limitandone così i potenziali effetti benefici. Tuttavia, un nuovo brevetto depositato da Google cerca di risolvere questo “problema” proponendo una soluzione alternativa.


Lo US Patent Trademark Office ha infatti pubblicato la documentazione relativa ad un sistema implementato dall’azienda di Mountain View che prevede l’utilizzo di un sensore a infrarossi per tracciare il sonno di una persona. I dati vengono raccolti sulla base dei movimenti effettuati, comparandoli costantemente ad un “profilo del sonno” per determinarne le caratteristiche. Il sistema implementato da Google prevede anche la possibilità di tenere traccia della respirazione attraverso la luce infrarossa riflessa sul retro del dispositivo.

Si tratterebbe in sostanza di una soluzione costituita da un unico sensore esterno a infrarossi da posizionare in prossimità del nostro letto e capace di bypassare i limiti dei dispositivi indossabili, i cui sensori a contatto con il corpo potrebbero anche creare fastidio o non essere del tutto funzionali (vedi il monitoraggio del sonno di un neonato).


L'iPhone più classico di sempre? Apple iPhone 6s, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 459 euro.

22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Babi

Hai ragione però è anche vero che siamo ormai nel 2018 ed è abbastanza avvilente veder scrivere certe castronerie!(soprattutto se si parla di giovani ragazzi, come penso tu sia)
Comunque si può sempre migliorare!!
Questo è solo il mio pensiero, nulla di personale eh!

Ikaro

Perfetto, grazie... Si può aiutare il prossimo anche evitando tutta questa saccenza ;)
Comunque ne prenderò atto e cercheressi di non fare più questo orrore...

Babi

Ikaro

Troppa fatica, non fai prima a dirmi cosa ho sbagliato, così da non rifare lo stesso errore.

Babi

Ikaro ti consiglio di dare una sfogliata a qualche libro di italiano in futuro! ;-)
Non è cattiveria, è solo un consiglio...

ale

È questione di fisica, ma se vogliamo parlare di scie chimiche, fai pure...

Garrett

Eh già, siccome siamo immersi, onda più onda meno. La Fiera del qualunquismo.
Quindi siccome uno ha magari 5 device wireless, allora può arrivare a 6. Tanto uno più uno meno.

Poi arriverà un altro che dirà: siccome ne ho 6, ne prendo un altro, tanto uno più uno meno.

E così di questo passo. Personalmente quando dormo non uso wireless e se non posso farne a meno, come ad esempio gli auricolari BT, uso quello che ha l'antenna il più possibile lontano dalla testa.
Comunque la salute è vostra.

ale

Dormi in una gabbia di faraday ? No, e allora le onde elettromagnetiche del bluetooth sono irrilevanti rispetto a tutte quelle che ci sono già in giro che non ti fa differenza...

Ikaro

E se vorresti avere un bimbo in futuro... Più che altro.
Dormire col cellulare a 2cm, robbe da pazzi

boosook

e se sei in coppia? e se vuoi monitorare un bimbo?

Garrett

Si. Sono sempre radiazioni elettromagnetiche e almeno durante il sonno sarebbe opportuno evitarle, dato che siamo sempre costantemente immersi. L'intensità è più bassa del wifi, ma usare le onde radio quando si va a dormire.......

Garrett

Beh, io ho quelli dei parlamentari di Roma.

ghost

Come tutte le cose bisognerebbe testare e monitorare altrimenti sono solo teorie. Però considerando la potenza e propagazione a parità di esposizione dovrebbe fare più male dormire con un telefono e/o router wifi acceso.

ComicBit

Si ho sentito anche io di almeno 3 persone che si sono impiccate con una smartband al polso. E di almeno 20 morte nell'ultimo anno per incidente stradale

peogty

giusto i dati del nostro sonno gli mancano a google! ;)

Maurizio Mugelli

ci sono stati casi in cui il proprietario ci si e' strangolato.
bizzarro il mondo vero?

Life_XP

Ma basta tenere il cellulare sul materasso...

Fabrizio La Daga

Secondo voi le smartband perennemente collegate in BT e perennemente al polso potrebbero far male?

Vinx

Molto interessante...

dario

ma che è la prima immagine?!? mi ricorda questo...
https://uploads.disquscdn.c...

ghost

Sono pazzi

Tizio Caio

Registra anche i video quando si fa bunga bunga? ahahaha xD

La rivoluzione della banda ultralarga in Italia con Open Fiber e Telecom #report

Come scegliere una microSD: guida all'acquisto #report #analisi

Sigaretta elettronica, tutto quello che c'è da sapere #report

Recensione Zhiyun Crane, stabilizzatore elettronico per reflex e mirrorless