Qualcomm studia il controllo dei droni tramite reti LTE, ci arriveremo presto

04 Maggio 2017 11

Pilotare un drone utilizzando la normale rete telefonica 4G o 5G, potrebbe essere presto una realtà, secondo gli ultimi test condotti da Qualcomm presso l'UAS Flight Center di San Diego. L'obbiettivo del colosso californiano è quello di fornire copertura sufficiente, latenza ridotta al minimo ed il massimo della mobilità in scenari diversi, sfruttando le normali reti commerciali LTE per controllare droni e velivoli senza equipaggio.

Durante i test, sono stati eseguiti circa 1.000 voli per raccogliere una grande quantità di dati, da elaborare e analizzare, e i risultati sono stati a dir poco positivi, grazie a simulazioni che hanno anche permesso di testare cambiamenti di parametri di rete in tempo reale o voli in simultanea con più di un drone.

Le prime analisi hanno dimostrato che le reti LTE possono supportare senza alcuna interruzione, almeno un drone in volo in qualsiasi condizione, attualmente fino ad una altezza massima di 120 metri dal suolo. E' stato inoltre dimostrato, che ad altezze più elevate il segnale è risultato più pulito e forte che a terra, grazie alla propagazione a lungo raggio ed alla maggior stabilità.


Per quanto riguarda invece possibili interferenze, durante l'uplink (collegamento drone-to-network), la potenza di trasmissione a terra è risultata significativamente inferiore rispetto a quella di normali dispositivi mobili. Tuttavia, una volta raggiunte altitudini abbastanza elevate, le interferenze tra il cambio di celle, non dovrebbero rappresentare un problema in presenza di un numero limitato di droni collegati alla stessa rete LTE.

In futuro verranno ottimizzate diverse tecniche per mitigare le interferenze e velocizzare la selezione delle celle. Questo è ovviamente solo l'inizio, afferma Qualcomm nel suo comunicato, mentre anche altre società stanno studiando questo metodo di controllo dei droni, collaborando con i produttori di infrastrutture di rete, per riuscire ad ottimizzare al meglio futuri standard di comunicazione.

Il compatto che non vuole arrendersi dalle ottime caratteristiche? Sony Xperia Z3 Compact, in offerta oggi da Tiger Shop a 275 euro oppure da Amazon a 364 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Justice

Quindi con questa tecnologia le distanze tra controller e drone si allungherebbero. Peccato che sulla Terra non si possa utilizzare perché le leggi dicono che il velivolo deve stare ben in vista e non così in alta quota come si dice nell'articolo.

Ngamer

cmq mi ricordo di una prova fatta forse da alcuni francesi di un ar drone 2.0 ( quindi gia di qualche anno fa) pilotato per circa 600-700m sotto rete 3g senza problemi a parte un certo lag . il problema piu grosso a questo punto resta la durata della batteria

Ngamer

bravo :)

delpinsky

Il mitico Phantom caduto, non sarà mai dimenticato...

The Marcus

Tra poco i droni recapiteranno a domicilio i pacchi che amazon & c. confezionano per i clienti, pilotare i droni con copertura LTE farà si che le consegne arriveranno ovunque, siamo noi che dobbiamo adeguarci a questa innovazione (creando per esempio un'area d'atterraggio nel giardino o nelle piazzole all'aperto), altrimenti come effettueranno la consegna ? Prendi al volo :) eheh

CAIO MARIOZ

Credevo fossero droni controllati via LTE ma che a loro volta facessero da hotspot per LTE

linix86

be per gli usi che vogliono faredei droni mi pare che usare le reti lte sia l'unica via percorribile, non vedo alternative

CAIO MARIOZ

Interessante, con il 5G si potrà fare tranquillamente

Antsm90

No, mi sa che hai frainteso, l'obiettivo non è utilizzare i droni per aumentare la copertura LTE, ma utilizzare la rete LTE (anzichè il WiFi) per pilotare i droni

In pratica in questo modo potresti fare riprese aeree di aree ampissime senza doverti preoccupare della distanza tra te ed il drone

CAIO MARIOZ

Un'antenna di 120 metri non è più sicura, upgradabile e con più portata potendo sfruttare più spazio di un piccolo drone? Se arriva un temporale con vento, acqua e/o grandine dove finiscono i droni? Scappano?

Patatoso_Morbidoso!!

Speriamo solo che non usino sim Wind mitici amici altrimenti i nostri amici droni potrebbero fare la fine dell'indimenticato Phantom di ieri :(

Roaming Zero: tutto quello che c'è da sapere #report | Guida | Costi | Tariffe

Recensione Interphone Tour: l’interfono perfetto?

Sondaggio | Smartphone perfetto? Come dovrebbe essere per gli utenti di HDblog?

La rivoluzione della banda ultralarga in Italia con Open Fiber e Telecom #report