Facebook: scriveremo col cervello e ascolteremo con la pelle

20 Aprile 2017 42

La seconda giornata della conferenza F8 del colosso dei social network è stata dedicata agli strumenti che, in futuro, potrebbero migliorare o modificare in maniera significativa le nostre abitudini. Non solo fotocamere a 360 gradi e droni per portare internet nelle zone disastrate, ma anche futuristiche interfacce cervello-computer che promettono di cambiare il paradigma dell'interazione tra l'uomo e la macchina.

Un team di Facebook, formato da 60 ingegneri, nello specifico, è al lavoro per sviluppare un'interfaccia che consentirà di comporre testi con la sola forza del pensiero, senza richiedere impianti particolarmente invasivi nel corpo umano. Il team ha in progetto di utilizzare la tecnica dell'optical imaging per effettuare la scansione del cervello centinaia di volte al secondo, rilevando i pensieri e traducendoli in testo. In sintesi, una forma di comunicazione rapida come il pensiero e le parole, ma silenziosa come la scrittura.

Secondo le stime di Facebook, il sistema dovrebbe garantire la possibilità di comporre testi alla velocità di 100 parole al minuto, ovvero circa 5 volte rispetto a quanto, in media, è possibile fare tramite smartphone. Scrivere non sarà l'unica attività praticabile col pensiero: in futuro, il sistema potrebbe essere impiegato per controllare le interfacce dei dispositivi di Realtà Aumentata e Realtà Virtuale, senza ricorrere a controller esterni.

Se quanto appena riportato può sembrare eccessivamente avveniristico, è utile ricordare - come ha fatto Facebook sul palco dell'F8 - che interfacce cervello-computer esistono già e vengono impiegate per consentire a persone paralizzate di comunicare con la scrittura. Tali sistemi, tuttavia, richiedono l'impianto di sensori mediante appositi interventi chirurgici, circostanza che, per ovvie ragioni, ne limiterebbe l'impiego tra gli utenti non affetti da particolari patologie. L'obiettivo di Facebook, come detto in apertura, è riproporre il sistema, ma senza impianti invasivi.

Facebook ha aggiunto un ulteriore dettaglio che dovrebbe sgomberare il campo dai dubbi sul pericolo di mettere nero su bianco pensieri indesiderati: Non si tratta di decodificare pensieri casuali. Si tratta di decodificare parole che si è già scelto di condividere inviandole al centro del linguaggio del cervello.


C'è di più, la divisione Building 8, che sta portando avanti il progetto appena citato ne ha confermato un altro, altrettanto futuristico, che punta a trasformare la pelle in un organo per ascoltare i suoni. Il team ha sottolineato di aver realizzato i primi prototipi hardware e software che consentono alla pelle di svolgere la funzione degli organi uditivi: recepire i suoni e trasformarli in input inviati al cervello.

Nel corso della conferenza è stata data prova del funzionamento, mediante un sistema di attuatori sintonizzati su 16 bande di frequenza: l'utente sottoposto al test è stato in grado di sviluppare un vocabolario di nove parole che ha potuto 'ascoltare' attraverso la pelle. Si tratta ancora dei primi rudimentali tentativi per superare un grave deficit fisico utilizzando la tecnologia, ma, visto il fine perseguito, è sicuramente incoraggiante sapere che sperimentazioni in tal senso vengano effettuate.

Una scelta che vi fa onore? Honor 5c, compralo al miglior prezzo da Media World a 149 euro.

42

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mag1

Come faranno quelli che scrivono "con il c..o" ed ascoltano "col c...o"?

Paolo Campi

visto quello che già ci scrivono, avrebbe dovuto chiudere i battenti da un bel pezzo...

LaBattutaMortale

Idem

LaBattutaMortale

Vero

erdarkos

niente lapsus il recensore dell'articolo é pugliese ... Le "Pelle"

Fabrizio Il King Sambo

Se su Facebook la gente inizia a scrivere col cervello, è la volta buona che Facebook chiude...

kikko19

anche io! lapsus!

Squak9000

Qualcuno oltre me ha letto "palle"?

MrTec

E penseremo con il cu.... Ah no, quello lo fanno già in molti

Daniele

Ah, hai sbagliato. Si dice mitico cuore

Passante

Finiremo tutti come i ciccioni sulla Axiom. Che pietà.

darthrevanri

Almeno così le cose scritte passeranno dal cervello, almeno si spera.....

Vive

quindi come sempre su facebook.

qandrav

ah ops è proprio lì dietro non sapevo :)

Francesco

Ho letto la stessa cosa xD

Andreino

ascolteremo con le pALLE. :)

Tony Musone

Vero... Però c'è da dire che è almeno in questo caso il ventura design district è a due passi da via privata giovanni ventura, quindi non ti avrebbe mandato così tanto fuori strada

Gios

Quelli sono strumenti software presenti addirittura dai tempi di Nokia per ipovedenti!
È una funzionalità di Windows oltre che di mac os da tempo immemore! Si chiama uso facilitato!

Avendo in famiglia un disabile gravissimo da 11 , spast1co tetraplegico alimentato via peg che non parla e a ridotta capacità visiva purtroppo so di cosa parlo!
Esistono sw appositi per queste gravissime disabilità, talk back serve per gli ipovedenti ed anziani.

I progetti seri di lettura neurale al momento si fanno con sensori innestati nel cervello. Sono ricerche all'avanguardia condotti in un paio di università nel mondo

Pdor, figlio di Kmer

falziiiiiiiii

Michele M.

Mitico Lino Benfi!!

ferrari1990

ahahahahaha

qandrav

OT e buongiorno. sono quello delle vie non riconosciute su maps/google

Ieri finalmente ho trovato una via "non riconosciuta", via ventura; è tipo in zona lambrate mentre gmaps voleva mandarmi al Ventura Design District (non ho idea di cosa sia).
Inserendo invece Via Giovanni Ventura tutto a posto :)

Patatoso_Morbidoso!!

Però ricordate semore mitici amici: penseremo alla mitica tecnologia sempre e solo con il nostro mitologico cuore!!

Tony Musone

Tipo Google TalkBack?

Gios

Si ma queste ricerche NON vengono ne da Facebook ne da google ne da nessun'altra azienda top!
Sono tutte ricerche indipendenti sovvenzionate da private, piccole aziende altamente specializzate o nella maggior parte dei casi università!

Tony Musone

Nè tu e nemmeno un tuo caro ha nessuna malattia grave con una mobilità ridotta o assente, altrimenti immagino che spereresti non sia per nulla una "panzana"

Gios

Invece le str0nzate si sparano sempre a manetta sia con mani che con bocca!

erdarkos

Il problema si porrà quando mangeremo con il culoo e caveremo con la bocca

Jimmy

Zuckemberg è davvero il Big Brother

Nucleolo

Altomare: Ma che me ne frega del trauma! Uomo? Fermati. No, te lo
devo dire, ce l'ho sulla punta dei polmoni: io ti odio a te! Hai
capito? È un fatto di pèlle.

Carluccio: In senso epidermico?

Altomare: No, di pèlle, di rottura di pèlle! M'hai rotto le pèlle, va bene?

Mattia Cristofaro

Ottimo, risolto il problema del jack 3,5mm ( https://uploads.disquscdn.c... A proposito di jack, prima di buttare la scatola F5)

darkn3ss1

al momento si scrive col pisello e si ascolta con le palle..

Jon Snow

dovrebbero aprire un Arkham per ogni comune

momentarybliss

la conduzione epidermica può essere una buona idea, quella di trasformare i pensieri in testo è forse una delle più grosse panzane che abbia mai letto

iclaudio

...e prima di attaccarti i fili accetti un contratto ....

Secondo

Mammelle

il Gorilla con gli Occhiali

Giuro che al posto di pelle avevo letto altro. E non sarebbe una cattiva idea...

Nicolas

Le bufale come si scriveranno?

Epicuro

Trovo utile iniziare a scrivere usando il cervello. girando su Facebook è chiaro che adesso si scrive con il cul0

Allons-y

Con l'omino del cervelo

Bibbidibobbidibu

E per un attimo ho letto "con le palle".

FraM

e faremo la *dlin dlin* dalle orecchie :)

Roaming Zero: tutto quello che c'è da sapere #report | Guida | Costi | Tariffe

Recensione Interphone Tour: l’interfono perfetto?

Sondaggio | Smartphone perfetto? Come dovrebbe essere per gli utenti di HDblog?

La rivoluzione della banda ultralarga in Italia con Open Fiber e Telecom #report