Burger King sfrutta 'OK Google' per promuovere i suoi panini

13 Aprile 2017 48

Con la sua ultima trovata pubblicitaria, Burger King ha scatenato un gran putiferio su Internet. Un brevissimo spot di 15 secondi mostra un impiegato della catena che, non avendo tempo di spiegare tutti i motivi per cui il Whopper, il suo panino più famoso, è fantastico, si avvicina alla telecamera e lo chiede "per noi" ai nostri smartphone, tablet e altri device usando l'ormai iconico comando "OK Google".

In genere, a domande di questo tipo Google risponde leggendo le prime righe della relativa pagina Wikipedia, se presente. The Verge ha scoperto che quella del Whopper è stata modificata di recente, dopo circa 10 anni, con un taglio più promozionale e meno informativo, dall'utente Fermachado123. Ci sono forti indizi che corrisponda a Fernando Machado, responsabile marketing di Burger King stessa, che usa nickname molto simili su altri social network. Alle richieste di chiarimenti di The Verge a riguardo, l'ufficio stampa della società ha smesso di rispondere. Da notare che Wikipedia vieta espressamente la pubblicazione di modifiche auto-promozionali.

Il problema, a cui Burger King pare non aver pensato, è che Wikipedia è un'enciclopedia libera, a cui tutti possono apportare modifiche. Prevedibilmente, ne è scaturita una cosiddetta edit war, spesso con definizioni ben poco lusinghiere per Burger King e per il Whopper.

Dopo qualche ora di confusione, comunque, la situazione è tornata alla normalità. Google, completamente estranea all'iniziativa, ha fatto in modo che il video non azioni più l'assistente vocale (probabilmente usando l'audio del video stesso), e Wikipedia ha ripristinato la vecchia pagina del Whopper e bloccato le modifiche.

Il problema dello sfruttamento improprio dei microfoni sempre in ascolto rimane irrisolto.

L'atipico che non delude in Italia? Meizu MX6 è in offerta oggi su a 228 euro oppure da Unieuro a 299 euro.

48

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DIXON

Grande serie, la sto vedendo in questo periodo.

Raiden

E a sua volta Berrino (si, con la B, il correttore del mio Honor me l'ha messo in Perrino e non so il motivo) ha risposto così:
“Il Fatto Alimentare” mi accusa di creare allarmismo indicando le farine raffinate come “veleno”. Ammetto di aver usato spesso la parola “veleno” in riferimento alla farina 00, intesa come prototipo del cibo “spazzatura”, compiacendomi dell’effetto retorico, sempre specificando però che non si tratta di un veleno che uccide subito, con il primo boccone, bensì di un contributo all’insorgenza di gran parte delle patologie croniche che affliggono l’umanità. Il cibo spazzatura, il cibo ricco di zuccheri, grassi e, appunto, farine raffinate, è il cibo ad alta densità calorica che il Codice Europeo Contro il Cancro raccomanda di limitare, ed è il principale misfatto alimentare dell’ultimo mezzo secolo.
Gli esperimenti animali e gli studi epidemiologici sull’uomo sono coerenti nel mostrare che il consumo di cereali nella loro integrità è associato a una riduzione importante e significativa del rischio di obesità e dell’incidenza e/o della mortalità per diabete, malattie cardiovascolari, tumori, malattie dell’apparato respiratorio, malattie dell’apparato digerente e anche malattie infettive, mentre non c’è protezione da parte dei cereali e delle farine raffinate, cioè private della crusca e del germe, quindi di gran parte delle sostanze nutritive utili alla salute (molte revisioni di letteratura, fra cui 1,2). Sulla base di questi studi nel 2012, negli Stati Uniti d’America, la first lady e il ministero dell’agricoltura (DA, Department of Agriculture) annunciarono nuove direttive per le mense scolastiche: nel volgere di due anni nessun cibo a base di cereali avrebbe dovuto avere, come primo ingrediente, una farina raffinata. Più lobby si opposero, e oggi che un lobbista dell’American Beverage Association è stato nominato a capo del DA le cose saranno più difficili.
Pochi studi hanno esaminato specificamente il rischio associato al consumo di cereali raffinati. Già studi casi-controlli condotti 20 anni fa suggerivano una relazione fra consumo di cereali raffinati e tumori del tubo digerente. Gli studi prospettici dell’università di Harvard sui lavoratori americani della sanità hanno evidenziato che i dolciumi e i cereali raffinati (nonché patate, bevande zuccherate e carni rosse) favoriscono l’obesità, mentre i cereali integrali (e inoltre legumi, verdure, frutta e semi oleaginosi) proteggono (3), e in Italia Il gruppo del dr Krogh ha mostrato che il carico glicemico (il consumo elevato di cibi ad alto indice glicemico) favorisce lo sviluppo del cancro dell’intestino (4), della mammella(5), e dell’ictus cerebrale (6). Due studi casi-controlli condotti in Italia e negli USA avevano suggerito fin dagli anni ’90 che il consumo di cereali raffinati sia associato a un maggior rischio di tumori dell’apparato digerente (7,8). Un terzo studio casi-controlli condotto in Giordania, appena pubblicato, conferma il rischio associato al consumo quotidiano di pane bianco (pitta) e di riso bianco, mentre la pitta integrale appare protettiva (9). Nelle donne operate di tumore al seno, il consumo di pane bianco e di riso brillato è risultato associato a un maggior rischio di recidive, mentre il riso integrale è risultato protettivo (10). Uno stile alimentare caratterizzato dal consumo di cereali raffinati e carni rosse è stato riscontrato associato sia a una maggior incidenza (11) sia a una peggiore prognosi (12) del cancro dell’intestino. Pane bianco e carni rosse sono l’altro fattaccio alimentare cresciuto pericolosamente nell’ultimo mezzo secolo.
Ringrazio per l’opportunità che mi è data di informare su alcuni studi scientifici che possono essere sfuggiti ai non addetti ai lavori e forse anche a qualche collega.

Franco Berrino

boosook

ascolta, io non sto dicendo che non hai ragione... hai ragione, ma quello che dico e' che probabilmente se si dovesse fare come dici tu non si farebbe il prodotto, anche perche' immagino che per avere un riconoscimento con una soglia di confidenza sufficientemente elevata devi non avere rumori di fondo, la voce perfetta, da vicino al dispositivo... insomma, praticamente lo renderesti inutilizzabile.

Freerider

Si ma la differenza è che quelli sono tutti interruttori fino a se stessi, l'IoT è collegato a tutto e a guidarlo è il tuo account dove ci sono memorizzati i dati sensibili. Che un mio amico faccia gli scherzoni e mi abbassa le tapparelle con l'interruttore mi importa poco, Invece se la pubblicità di ziociccio lancia un comando e mi fa comprare tutti i prodotti sul loro sito mi preoccupa un po di più, oppure qualcuno potrebbe attivare un comando vocale e si inoltra una email con i miei dati personali ecc.. Burger king ha effettuato un accesso non autorizzato ad un dispositivo elettronico che utilizza il mio account connesso ad internet e ha fatto eseguire un comando, praticamente ha fatto la stessa cosa di un virus ma con una facilità estrema. Evidentemente sono troppo fissato io, a me sembra una falla di sicurezza bella grossa.

Adriano AdrianTaps Zuntini

Non ho capito, puoi ripetere?

Cit: OK Google

Beralios

1) la farina intergrale è una cosa, la farina 0 è un'altra. poi ci sono delle 00 che sono raffinate in modo artigianale e nulla hanno a che fare con le 00 industriali. Ci sono da fare tanti distinguo sulla qualità delle materie prime e sto prof. Berrino(non Perrino) generalizzando si dimostra un incompetente.

2) per certi prodotti come la pizza la farina integrale non è assolutmanete adatta ne consigliabile perchè troppo ricca di fibre, il quale rende la pasta molto meno elastica, è consigliabile invece una farina 0 perchè contiene il giusto mix di fibre e glutine per avere una pasta elastica ma non pesante.

3) il caro prof. Berrino è stato smentito dal prof. Krogh, primario dell' istituto di epidomologia e oncologia di milano. Il prof. Krogh smentisce tutte le affermazioni fatte da Berrino.

29atal

Come non ci vuole un amico super tecnologico per accendere o spegnere determinate luci, premere l'interruttore del volume sullo stereo, aprire il cancello ad un estraneo o alzare le tapparelle di una finestra! La tecnologia non è e non sarà mai perfetta, ad ogni singola mente la scelta se i pro superino i contro o viceversa :)

Freerider

Se avessi un sistema domotico, nessuno deve avere accesso a parte me e chi ho deciso io di farlo conoscere al sistema. Se arrivano gli amici a cena non gli do di certo l'accesso ai miei dispositivi di casa. Se hanno accesso i miei amici senza controllo, ci vuole poco perchè qualcuno riesca ad accedere in qualche modo al sistema senza che io me ne accorga, infatti con burger king è successo questo, tramite il televisore un estraneo è riuscito ad attivare un mio dispositivo connesso a tutto il resto della mai vita, per me è un gravissimo baco di sicurezza.

Raiden

niente da ridire, concordo alla perfezione..però in caso di scelta preferisco non andare in nessuno dei due

Raiden

il famoso olio di fogna! Il bello è che qualche giorno fa uno in una notizia aveva commentato con "dovremo prendere esempio dai popoli asiatici"...

Raiden

anche la pizza va mangiata con testa..nel senso che purtroppo la maggior parte delle pizzerie insistono con la maledetta farina00, e pochi vogliono spingere su quella integrale. Come dice il prof. Perrino, la farina 00 è uno dei più grandi veleni che ci hanno imposto.

boosook

Eh il problema e' che poi se non lo fai in condizioni ottimali magari poi non riconosce la tua voce, o la riconosce una volta su due, insomma rischi di pregiudicarne l'usabilita'. Poi arrivano i tuoi amici a cena e che fai, gli fai fare il training vocale... no dai, dal punto di vista dell'usabilita' e' un problema.

OfficialFlorekx

a me piacciono i fast food ma sono anche amante della pizza :)

Alex Alban

esageratoooooooo

Freerider

Un conto è la scelta, un conto è la mancanza, se come dice l'altro articolo, in Google Home non c'è la possibilità di far riconoscere la propria voce per me è un bug di sicurezza. Sarò paranoico io, ma sulla sicurezza non farei scegliere, una procedura guidata alla prima configurazione non credo sia difficile. "Ciao, per prima cosa devo imparare a riconoscere la tua voce.. ripeti: ok Google accendi la luce". Credo sia una cosa banale per tutti. Tanto poi è tutto nel cloud, una volta che ha imparato la tua voce non credo che devi rifare la procedura per tutti i dispositivi.

boosook

IMHO, il fatto e' questo: tu sei il product designer di Google (o Alexa o Apple eccetera), ti trovi davanti a due scelte:
1) mettere obbligatorio il riconoscimento vocale per ogni utente, con tanto di addestramento, per un dispositivo che verra' usato la maggior parte delle volte con comandi banali, complicandone l'utilizzo e allontanando potenziali compratori
2) fregartene
Ora, dovendo vendere il prodotto al grande pubblico anche io farei la scelta 2. Infatti se ci fai caso nessun assistente vocale, nemmeno Siri, di default richiede di essere addestrato a riconoscere solo la voce del proprietario... si puo' impostare come opzione. Cosi' come, seguendo lo stesso ragionamento, nessun telefono ti costringe a impostare un blocco, nonostante per me sia pazzo chi non lo fa ci sono persone che lo tengono sbloccato e un telefono che ti imponesse un blocco o password complessa non lo comprerebbero. E il ragionamento si puo' estendere (ad es., l'autenticazione a due fattori)...

takaya todoroki

In una pizzeria generica mangi a prezzi normalissimi

takaya todoroki

In tutta la serie Archer, ogni volta che chiamano Cyril, lo fanno dicendo "Hey Cyril" ;)

Comunque ennesimo esempio di come la tecnologia si può usare facilmente contro il 'proprietario'

GoodSpeed

Milano è proprio l'esempio di città dove con poco mangi. Vieni a Genova e vedi che mazzi ti fanno...

Minestra Riscaldapple

Usano il gutter oil magari (non cercare cos'é se stai per mangiare fritro)

Minestra Riscaldapple

Se vuoi un'intossicazione alimentare

Freerider

Ho letto ora su un altro articolo che i dispositivi con Google Home non sanno riconoscere la voce del "padrone". Sarebbe stato più grave sugli smartphone, ma anche su quei dispositivi lo vedo come un problema di sicurezza.

SteDS

Ovviamente puoi fare in modo che riconosca solo la tua voce, basta impostarla.

Freerider

Ma scusate, non c'è il riconoscimento vocale? Quindi se pronuncio in un ambiente affollato "OK Google" iniziano a rispondere tutti gli smartphone che lo hanno attivato? Altro che attacchi ddos fatti da milioni di computer zombi, ad un concerto faccio partire "OK Google, manda un sms a tutti" e mando in tilt tutta la rete :D

DKDIB

Burger King non è certo McDonald's: quest'ultimo penso che sia inarrivabile (in basso, ovviamente).

rsMkII

Ahahahah una volta al giorno? Secondo me una volta a settimana! XD

Aster

quindi sia gia la risposta,hamburger e insalata al posto delle patatine:)diciamo che al estero a volte se vai veloce e vuoi risparmiare ti aiuta(se sei in grecia o turchia mangli suvlaki e donner),ovviamente a me l'hamburger piace

Raiden

Una botteghina, panino con bresaola e sei apposto, fidati!

asd555

Quando sono stato a Milano, se non volevo spendere 100 € a pasto per due c'erano solo 'sti posti.

Raiden

Se già qui l'olio per frittura lo Cambiano (se va bene) una volta al giorno... non voglio immaginare in Vietnam!

Aster

a volte e conveniente a volte sono abituati cosi,a volte in vietnam non c'e altro a parte la cucina locale che non puo piacere a tutti:)

Raiden

Non capirò mai come facciano certe persone a mangiare in questi posti..

Everything in its right place.

MITICO AMICO non abbandonarci mai!

KeePeeR

https://uploads.disquscdn.c...

Matteo

https://uploads.disquscdn.c...

dicolamiasisi

meglio il crispy

xan

è geniale!!

Patatoso_Morbidoso!!

Semplice mitico amico! Dovevo semplicemente aggiornarmi sulle nuove e più pure tecnologie prima di rispondere ai vostri tecnologici dubbi!!

Helix

Ecco a lei, signore. Torni a ritrovarci! :D

https://uploads.disquscdn.c...

Helix

"The Verge ha scoperto che quella del Whopper è stata modificata di recente, dopo circa 10 anni, con un taglio più promozionale e meno informativo, dall'utente Fermachado123. Ci sono forti indizi che corrisponda a Fernando Machado, responsabile marketing di Burger King stessa"

https://uploads.disquscdn.c...

Patatoso_Morbidoso!!

Mitico amico la tecnologia non va letta.. Va interpretata!!

Extradave

Tutto questo tempo assente e nemmeno una giustificazione? ;-)

LOL619

ho voglia di un whooper... quindi ha funzionato

Desmond Hume

Ci fosse una volta che non dimenticano gli ingredienti...
Quando si dimenticano la cipolla...
Quando invece del double whopper ti mettono un solo hamburger... Insomma...

Desmond Hume

Mancavi :'(
Santos è di una noia mortale. Tu invece con la tua morbodosità ci dai la gioia di vivere.

boosook

Almeno potevi leggere l'articolo prima di commentare.

Patatoso_Morbidoso!!

Mamma Google e sfiziosi panini in un unico progetto super innovativo?? Ma quanti passi da gigante ha fatto la nostra amica tecnologia in mia assenza :(

Insider

Un genio!
Molto probabilmente il suo obbiettivo era proprio la "edit war", o meglio ancora "auto-pubblicità" fatta dalle stesse persone che partecipano alla guerra.
Uno spot normale sarebbe passato inosservato, questo no.

Confronto Fotografico tra 7 smartphone "non noti": votate e decidete il migliore!

Come scegliere una microSD: guida all'acquisto #report #analisi

Sigaretta elettronica, tutto quello che c'è da sapere #report

Recensione Zhiyun Crane, stabilizzatore elettronico per reflex e mirrorless