Banda ultralarga Open Fiber in arrivo in 4.5 Milioni di case 'svantaggiate'

28 Marzo 2017 227

Open Fiber a tutta birra, si è aggiudicata su tutti i punti il primo bando Infratel per la copertura di 4.5 milioni di case in cosiddetta 'zona di fallimento di mercato' (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana Abruzzo e Molise). Un successo ai danni di Telecom Italia con cui Open Fiber (ovvero Enel e Cassa depositi e prestiti) si impegna a realizzare una nuova rete in fibra fino a casa, raggiungendo il 100% delle abitazioni presenti in questi primi territori interessati. Comprese nel pacchetto anche le 2-300 mila abitazioni dichiarate 'facoltative' nel bando (si serviranno di ponti radio wireless), forse punto di svolta per l'affido dei lavori.

Importante ruolo giocato dalle nuove tecnologie, per raggiungere le utenze più lontane e complesse verranno sfruttate così linee wireless FWA (Fixed Wireless Access), ma per i ponti radio Open Fiber sono state lasciate fuori le frequenze WiMax e verranno invece sfruttate quelle a 28 giga (aggiudicate dal gruppo nei mesi scorsi ad una gare del Mise). Tradotto, banda larga minima a 30 megabit assicurata e architettura inedita, Open Fiber gode infatti di maggior libertà di progettazione non avendo alcuna rete precedente, in queste zone si parte da zero. Non tutto passerà poi dai cavidotti Enel, quando possibile sono state privilegiate anche altre strutture.

Questa è la nuova architettura prevista dal piano Open Fiber

Andiamo ai numeri previsti dal resto del piano, l'amministratore delegato di Open Fiber, Tommaso Pompei, parla di ben 20 milioni di case connesse direttamente con la fibra, di queste qualche centinaio di migliaia tramite la tecnologia FWA. Circa 9.5 milioni di unità risiedono nelle cosiddette 'aree a successo di mercato', ovvero più redditizie e facili da raggiungere, e 2.7 milioni saranno coperte già entro la fine del 2017 (1.2 mln ereditate da Metroweb e 1.5 mln in fase di completamento, il 50% sono già pronte). L'obiettivo è di chiudere questo primo importante lotto da 9.5 mln di abitazioni entro il termine massimo del 2022 grazie ad un investimento da 3.7 miliardi di euro (e 4 mln di km di fibra ottica).

Per le altre due zone 'a fallimento di mercato', quelle C e D discusse in apertura e che contano in tutto 10 milioni di unità abitative, i soldi li metterà lo Stato con i bandi Infratel, esattamente 3.4 miliardi di euro. Il primo lo ha quindi vinto Open Fiber e le offerte per il secondo già fioccano, sul piatto la realizzazione della rete a banda larga in tutto il resto d'Italia escluse Puglia, Calabria e Bolzano (previste nell'ultimo bando).

Toni più che entusiastici su Affari&Finanza, testata che ha svelato tanti dettagli su questa vicenda, con Open Fiber che pare abbia dato una vera scossa all'intero settore Tlc, un ingresso con il botto, capace di risollevare anche le sorti di aziende terze dell'indotto. Si pensa ad esempio alla Sirti e altre realtà specializzate nella realizzazione di impiantistica di rete, quasi incapaci a star dietro all'altissima domanda derivata da questi lavori.

Ecco i vantaggi della tecnologia FTTH

Da sottolineare che Open Fiber non venderà direttamente servizi agli utenti, l'obiettivo è infatti il mercato wholesale, ingrosso destinato solo a provider terzi. Per gestire una simile e avanzatissima rete Open Fiber si servirà della centrale di controllo dell'Eur, a Roma, ma sono già pronte altre due sale di controllo nella capitale; da li sarà possibile rilevare errori o interruzioni di flusso con precisione di qualche metro.

Tutta la fibra passerà per dei grandi punti di snodo chiamati Pop, alla fine del progetto saranno 300, ma Open Fiber non si vuol fermare al 'solo' trasporto dati previsto e ha già in piano la realizzazione di due grandi dorsali ottiche che attraverseranno l'Italia. Nel mirino il trasporto video con una rete Cdn (content delivery network), tanto che big player del calibro Sky, Netflix, RaiWay e Cellnex sono già alla ricerca di un contatto per future collaborazioni.

L'atipico che non delude in Italia? Meizu MX6 è in offerta oggi su a 228 euro oppure da Unieuro a 299 euro.

227

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabio Lupo

Ahahah.....anche da me la stessa cosa. La posa era prevista per novembre/gennaio e a causa del ricorso di tim tutto è slittato per maggio/giugno....speriamo che sia la volta buona perché il bando di gara di Infratel è stato DEFINITIVAMENTE aggiudicato a OpEn fiber il 7 marzo ;)

booobiiii

E allora sarà davvero il 2020 se tutto va bene perché nel mio paesino siamo in circa 2000 non ci sono attività e a come ho capito la centrale è davvero vecchia, ho chiamato la Telecom e dicono che devono rinnovare non so che cose.... Mi sa che mi aggancio alle antenne che arrivano dalle località di mare. Che schifo però. Comunque grazie della risposta

Fabio Lupo

Se nel tuo paesino non c'è alcuna presenza di una centrale ( come in tanti paesini) è più che ovvio che non ci sia l'attivazione del servizio in fibra..... dove andresti a collegare gli armadi ? Pur vero è che se una determinata zona viene cablata...si presume che la stessa abbia una centrale di appartenenza, ma se il tuo paese dista troppi km dalla stessa ,puoi stare certo che non avrai BUL fino al 2020. Un paese poco distante dal mio è stato cablato in fibra solo per potenziare "leggermente" la propria connessione ( adsl) tramite il cosiddetto flusso appogiandosi appunto ad una centrale delle zone limitrofe. ebbene li non si viaggia più di 840K / 2 mbps...chiaramente. Poi bisogna tener conto anche delle UI e quindi del numero degli utenti di quella determinate zona. Nel mio paese i lavori "dovrebbero" iniziare per maggio / giugno in abruzzo , tramite Infratel e i lavori verranno eseguiti da OpEn fiber con un investimento di oltre 2.5 ml di euro e, appena conclusi i lavori , la fibra verrà subito attivata perché gli operatori che hanno stretto accordi con OpEn fiber in wholesale hanno già manifestato interessi nei confronti del mio comune. Il mio paese conta circa 6000 ab. , ci sono diverse centinaia di imprese e quindi tante rispetto al numero degli abitanti.....è turistico e può contare su una centrale con i contro c****. Molto probabilmente la frazione appartenente al mio comune non verrà cablata perchè il ritorno economico è pari a zero, infatti da contratto ci sono molte zone facoltative cioè non obbligatoriamente oggette di intervento. Insomma per avere un servizio commerciale in fibra è necessario la presenza di alcuni fattori tra quelli che ti ho appena elencato. Buona fortuna.

Angelo Carbone

ora arriva pure a padova

Angelo Carbone

non è fibra,quella vera arriva a 1000 e oltre

Oliver Cervera

Sì, questo è vero, ma è ENEL che sta costruendo l'infrastruttura, non EOLO... Io a questo mi riferivo. Comunque il Fixed Wireless sarà una percentuale minima, e sarà solo usato in casi estremi.

davide94

C'entra eccome, Enel non offre servizi ai privati ma fornisce solo l infrastruttura.

Oliver Cervera

Eolo non c'entra nel bando.

Andre Sergio Da Rio

io ho la fibra, eppure sono passati.

esattamente cosa si intende per fallimento di mercato in Veneto e Lombardia?

davide94

Eolo va già a 30 mega da anni, entro l'estate offrirà anche i 100, vai leggerti l'articolo

davide94

Da me la posa si infratel l'hanno fatta 5 anni fa, ancora non possono attivare niente se non il 56k. Per fortuna da me c'è eolo e vado a 30 mega.

TheZeion

Tiscali, da queste parti, ha un'assistenza pessima, quindi per 3€ al mese in più avrei optato per Infostrada, e poi che discorsi fai? Quando vai a comprare la carne o è filetto o niente? Quando compri un'auto se nn è Ferrari allora vaia piedi? La TIM ha tirato la fibra qui e quindi non permette agli altri operatori (almeno per il momento) di entrare con le loro offerte, il mio discorso era, fin dal principio, che visto che comunque devo aspettare che arrivino gli altri operatori per avere una fibra al prezzo che posso pemettermi, o che sono disposto a spendere, avrei preferito che la tirassero Open Fiber magari anche fra un anno, che avrei avuto subito una FTTH con l'operatore che preferivo. TU hai iniziato a fare il superiore (tra l'altro con me, laureato in informatica, sviluppatore software da più di 10 anni) sugli spiccioli del costo dei contratti (mi tiri fuori differenze di 3€ quando io parlavo di 20€/mese di meno) deviando il discorso su cose che non hanno senso, perché, fidati, ben poche famiglie hanno la possibilità di tirare fuori 40€/mese per la connessione internet.
Quindi, in definitiva, secondo te, considerato tutto quanto appena scritto, non era forse meglio che qui da me arrivasse la Open Fiber fra un anno FTTH, con prezzi alla portata di tutti, piuttosto che avere subito la FTTC di Telecom che però non sono disposto/non posso permettermi?

Max

Stai divagando un pò troppo. Qui si discute non di ciò di cui TU hai bisogno, ma di rapporto costi/servizio e differenza tra le due offerte. Se non fai telefonate, ti "accontenti" di una 100/10 e non hai bisogno di futuri upgrade nel breve termine, allora 22,95 (che poi sono 25,40 reali) sono un ottimo prezzo... che però non è paragonabile a quello di TIM coi plus evidenziati .

A questo punto avresti potuto optare per Tiscali che ha un'offerta in linea con Infostrada... a 19,95 al mese!

Cheers

booobiiii

infatti da me l'hanno passata con questi banda perchè è un piccolo paesino....però se devo aspettare il 2020 buonanotte. è proprio per questo il mio lamento enel tim ecc ecc ecc ma c'è ancora troppo divario dove vai a 1 giga e dove a 640 k. cavolo datevi una mossa dove possibile. poi ti dico la mia rabbia ditemi quanto passa almeno che così so che fare chiami e ti prendono per i fondelli

booobiiii

hai pienamente ragione. ma la rabbia è perchè gli scavi e la posa l'hnno fatta due anni fa, e da mesi che mi dico arriverà arriverà......macchè. adesso veramente mi sono stancato non puoi neanche andare su face che rallenta tutto. proverò a vedere quei collegamenti con le antenne

TheZeion

60 minuti di chiamate non le faccio in un anno, figuriamoci in un mese, inoltre una 100/10 per uso casalingo è più che sufficiente, se pensi che con una 11Mb scarsa in down vedo Netflix in fullhd senza problemi. A questo punto, TIM ha una tariffa a 22,95/mese? no, parte dai 29 di base, 39 per la fibra. Vuoi pagare di più per avere servizi che non ti servono? Questo significa essere "consapevole", sapere cosa ti serve e prendere l'offerta di conseguenza, non prendere il top della gamma per avere qualcosa di cui non ti fai nulla. Io voglio pagare 22,95/mese modem compreso per sempre con 75 di attivazione per avere una 100/10 ftth, TIM me la fa? Sono "consapevole" che NO, TIM non me la fa, TIM vuole farmi pagare 40€/mese + modem OBBLIGATORIO (se ho il mio devo COMUNQUE pagare l'affitto del loro, di questo eri "consapevole"?) per darmi un servizio di cui non ho bisogno, la cosa non mi sta bene, perhè sono "consapevole" che invece la concorrenza ha tariffe più in linea con i costi/benefici di cui ho bisogno

Max

Dovresti verificare il "Dettaglio Costi" invece che limitarti alla pagina principale. Ecco la differenza tra utente medio e utente consapevole ;)

TheZeion

l'assistenza va a zona, io ho Infostrada da anni e l'assistenza, qui, è ottima. Absolute fibra 22.95/mese modem incluso, prezzo fisso, è praticamente la metà di 39.90, bastava aprire la pagina principale di Infostrada

Max

Non scherziamo dai, 39.90 a regime (oltre le offerte variabili per il primo anno + 2,50 di modem comunque ingiusti a mio avviso) per una 100 Mega in FTTC non sono da considerarsi assolutamente una rapina.

Infostrada tra costi di attivazione spalmati in 30 mensilità (2,50 per 26 rinnovi), no chiamate illimitate e 10 mega in meno in upload alla fine vai a pagarla 10/15€ meno di Tim. Dov'è la metà di cui asserisci?

Ricorda inoltre che a Maggio Tim rilascerà il profilo 200/20, Infostrada ha una lentezza cronica nell'adeguarsi ai profili dei concorrenti ed un reparto di assistenza tecnica inadeguato.

Libero di pagare di meno, per carità. Ma il costo inferiore si riassume nelle carenze su elencate ;)

k87

ottima scelta, per uso aziendale e ufficio dove possibile sempre meglio andare di gruppo elettrogeno e inverter..io di solito per piccoli uffici e utenze domestiche consiglio sempre ups APC o LeGrand/Bticino,sono ottimi e molto stabili..altrimenti si va di gruppo elettrogeno,medio o piccolo dipende da quanto assorbimento si ha

kpkappa

Per l'iMac avevo preso l'iDowell, mi sembra fosse da 600W (pagato uno sproposito perché dicevano essere eccezionale...in realtà scaldava sempre come un forno, ronzava e dopo un anno e mezzo è morto mentre la ditta friulana cambiava nome e declinava il supporto), per l'ufficio avevo un ups da 3000W per 3 Mac.
Memore di quelle esperienze quando ho aperto a Verona ho preso un rack + motore a gasolio.

k87

boh,dipende anche che ups hai preso e che assorbimento hanno i pc..gli ups vanno dimensionati in base all'assorbimento,non sono tutti uguali

Soleluna

Fai conto che dove sono io FreeLuna va più veloce dell'adsl Telecom

Luca

A questo punto però è meglio se ti affidi a qualche altra tecnologia che ti permetta una velocità maggiore.

Oliver Cervera

Ecco, probabilmente sei collegato ai primissimi cabinet quando le offerte erano a soli 30 e 50 Mbit e ora sono spremuti al limite.
I nuovi miniDSLAM hanno più risorse, infatti conosco persone che hanno sempre velocità costanti.

Gark121

si, c'è la fibra da un secolo qua...

Oliver Cervera

I cabinet hanno una velocità per scheda di circa 1 Gbit per una quarantina di utenze. Ogni cabinet può contenere più schede.
Sei forse in una delle prime zone attivate in VDSL?

tulipanonero1990

Ma infatti non ti credere che tutti quanti corrino a richiedere l'upgrade delle linee, la maggiorparte dei miei amici e colleghi (parlo di sviluppatori software e professionisti IT) a casa hanno una 100/10 (alcuni anche una vecchia ADSL) e stanno benone, proprio perché non avrebbe senso pagare di più per un servizio non necessario. L'utilizzo più sensato, ovvero quello che ne faccio io, è pagare una 500Mb/s da dividere con i miei vicini, avendo così una connessione da oltre 100Mb/s ad una frazione del costo. Quanto ad investimenti, per loro rappresenta una spesa minima visto che la fibra messa li 10 anni fa va ancora benone e quindi si tratta solamente di aggiornare le cabine ed i protocolli.

DiRavello

tim

capitanharlock

"dire che una velocità che varia dai 50 ai 100 Mb/s sarà più che
sufficiente per i prossimi 5 anni per l'utenza consumer è più che
corretto".
Ne riparliamo fra 5 anni.

"In città come Montreal, dove vivo, o come Londra, sono disponibili da anni e anni connessioni da 500Mb/s o più"
Avresti dovuto dir loro che stavano facendo una cavolata rendendole disponibili, tanto per lo streaming video basta un decimo della banda.
Quanta gente che non ha "la minima concezione di come funzionino queste infrastrutture"...
Per fortuna ci sono i blog.

tulipanonero1990

Allora, la spiegazione più logica per giustificare quanto tu scrivi è che tu non abbia la minima concezione di come funzionino queste infrastrutture. Seriamente, altrimenti non potresti mai e poi mai affermare una cosa del genere. Punto primo, i servizi devono tenere conto del mezzo di diffusione. Arrivando noi ad avere una delle più moderne infrastrutture al mondo, ben distanti da quanto sia possibile ottenere oggi negli USA (grandi centri esclusi, ma nemmeno poi tutti) o altri paesi europei, avremo un bel margine di vantaggio. Pertanto stai pur certo che Netflix non cambierà mai i propri protocolli per via della sola Italia. Secondo punto, la banda ha un costo, è di primario interesse da parte delle aziende fornitrici di servizi come Netflix ottimizzare al massimo il suo utilizzo di modo da massimizzare i ricavi. Terzo, la rete in fibra ottica di ultima generazione che stanno installando CAPILLARMENTE in tutto lo stivale non ha un limite imposto, proprio per via della natura della fibra ottica, a fare la differenza sono solamente i protocolli utilizzati (ancora, rileggi commento precedente). Tenuto conto di questo e del mio precedente commento, ovvero che oltre il 4k non si andrà per motivo tecnologici ed economici, si, dire che una velocità che varia dai 50 ai 100 Mb/s sarà più che sufficiente per i prossimi 5 anni per l'utenza consumer è più che corretto. In città come Montreal, dove vivo, o come Londra, sono disponibili da anni e anni connessioni da 500Mb/s o più, eppure la banda necessaria per lo streaming video non è variato, a parità di risoluzione.

capitanharlock

Io invece direi che il paragone c'azzecca eccome.
I servizi che ci sono oggi esistono perchè l'infrastruttura li permette, proprio come i software che girano sui pc odierni lo fanno perchè l'hw è in grado di supportarli.
A differenza dell'hw però, l'infrastruttura che fornisce connettività non si può cambiare "al volo" semplicemente cambiando pc.
E' necessario perciò prevedere un consistente margine di crescita della banda utilizzata/usufruita, predisponendo "autostrade digitali" capienti.
Il traffico non può aumentare se non ci sono le strade.
Dire che 60 mb sono sifficienti e lo saranno per anni, è semplicemente miope, fornire le infrastrutture necessarie porterà allo sviluppo di servizi ed applicazioni che oggi non esistono, ma che potranno farlo se la banda necessaria c'è o ci sarà.
Se ci limitiamo alla banda necessaria ai servizi che già oggi ci sono, ci terremo quelli per anni, senza permettere o incentivare lo sviluppo di nuovi.
E' necessario, almeno in questo campo, avere una visione del futuro a 10 o 15 anni, altro che bambini.
Incidentalmente, che 640k fossero sufficienti lo diceva Bill Gates, ma abbiamo visto come è andata.

tulipanonero1990

No, è diverso. Non facciamo discorsi da bambini. Se vogliamo parlare da adulti, si prendono in esame le fonti di maggiore traffico e gli utilizzi oggi fatti di una connessione ad internet. Vediamo come la stragrande maggioranza del traffico viene per fruizione di contenuti video, il che è strettamente relazionato alla risoluzione degli schermi disponibili nelle case dei consumatori. Li si vedrà che la maggioranza sono a 1080p, si iniziano a vendere i 4k ma sono ben lungi dall'essere la maggioranza del panorama. Visto che il televisore è una spesa che non si affronta tutti molto spesso, da qui a 5 anni il mercato sarà diviso in una grossa fetta che utilizzerà ancora schermi 1080p più una molto più consistente di oggi che userà il 4k. Con gli algoritmi di trasmissione di oggi, con una 60Mb/s sarà possibile effettuare streaming in 4k e 1080p nello stesso istante senza alcun problema e, nel contempo, permettere una agile navigazione a molti altri dispositivi, sessioni di gaming online (le quali richiedono meno di 3Mb/s), o videochiamate Skype in HD. Pertanto, si, 60Mb/s saranno sufficienti per un utilizzo domestico per anni e anni. Ciononostante, il FTTC è già in fase di aggiornamento a 200Mb/s e sono stati già implementati dei nuovi protocolli di scambio che permettono di raggiungere i 300Mb/s. Quindi direi che sia il caso, almeno in questa circostanza, di svestire i panni del classico italiano sempre insoddisfatto e con la critica sempre pronta e, una volta tanto, riconoscere che si stia facendo un buon lavoro che ci porterà ad avere infrastrutture migliori di qualsiasi altro paese occidentale nel giro di pochi anni. Chi afferma il contrario semplicemente non conosce le realtà di altri paesi europei, soprattutto della provincia. Non basta essere stato un week end a Londra o a Parigi per poter dire di conoscere la situazione di Inghilterra o Francia.

capitanharlock

Certo, come 640k di ram bastavano per fare tutto, nei pc di 30 anni fa.

Giovanni

Si, ma questi bandi infratel indetti dal governo hanno termine nel 2020; solo allora si potrà giudicare

kpkappa

Non ho idea di quanto consumino. Dopo l'esperienza del primo blackout e la constatazione che l'ups garantiva una scarsa autonomia, gli collegai solo i computer. Al secondo blackout non notai però grandi benefici: quell'ups aveva dei led che ne indicavano la carica ed in pochi minuti passò da 5 ad uno.

Lolloz Lalloz

Ciao! Dipende da dove abiti, in zona via Timavo la stanno già piazzano, penso mi abbiano chiamato per quello

checo79

una triste adsl va a 7 megabit quindi almeno 4 volte di più altro che meno

Marco

ZIO BILLI!!!! che operatore hai? complimenti!!!

TheZeion

Mugelli ti ha già risposto, il fatto è che
1) i prezzi Telecom sono da rapina (Infostrada costa la metà) ma qui, dove ha tirato la fibra Telecom, per ora puoi fare solo Telecom
2) Se Telecom per fretta di accaparrarsi il mercato è arrivata con la FTTC, quando mai potremo avere una FTTH? Vero che tanta manna che ci hanno tirato quella (e comunque anche con la FTTC si viaggia più che bene), però avere sempre i lavori fatti a metà per la fretta di accaparrarsi il mercato lasciano sempre un po' l'amaro in bocca

punk3r

Io lo sto già facendo

k87

inceneriscili col drago :D

k87

allora io sono fregato mi sa,ancora neanche è pianificato

k87

calcola che plotter e stampante assorbono un botto anche in standby, non andrebbero mai collegate all'ups..molti ups neanche si accendono se gli colleghi una stampante,troppo carico

k87

crackagli il wifi alla vicina e vai tranquillo :D

k87

benvenuto nel club fratello :)

k87

e chi se ne frega...quelle si riasfaltano o si rappezzano

booobiiii

ahahahah esiste e come caro, e ti manda davvero fuori di testa... e non immagini quante chiamate alla tim per cercare quanto meno di avere una specie di roadmap ma tutto tempo perso

LaPesca

Sei in wholesale?

Stefano Landi

Io fibra tim 100 viaggia bene

Confronto Fotografico tra 7 smartphone "non noti": votate e decidete il migliore!

Come scegliere una microSD: guida all'acquisto #report #analisi

Sigaretta elettronica, tutto quello che c'è da sapere #report

Recensione Zhiyun Crane, stabilizzatore elettronico per reflex e mirrorless