Google Guetzli: navigazione più veloce grazie ad immagini più leggere

17 Marzo 2017 8

Migliorare la velocità di navigazione internet è da sempre uno degli obiettivi più importanti per Google, e proprio in quest'ottica, l'azienda di Mountain View ha recentemente presentato Guetzli, un algoritmo di nuova concezione completamente open source, in grado di elaborare immagini JPEG di alta qualità, con file di dimensioni inferiori del 35% rispetto ai metodi attualmente disponibili.

Un passo avanti importante per qualsiasi webmaster, che potrà così creare pagine web più leggere, più veloci nei caricamenti ed allo stesso tempo meno avide di risorse e dati. Dal punto di vista pratico, Guetzli è molto simile al precedente all'algoritmo Zöpfli, ormai datatp, che ha permesso una maggior compressione dei file PNG durante il preprocessing web content.

Per i più curiosi, il nome Guetzli proviene da un biscotto della tradizione culinaria svizzera, e come nuovo codificatore JPEG, dovrebbe entrare in funzione a breve, supportando tutti i browser esistenti e tutti i più comuni strumenti di elaborazione delle immagini. Secondo quanto dichiarato da Google, la perdita di qualità sarebbe veramente minima, a favore di una compressione nettamente superiore, approssimando la percezione del colore ed il mascheramento visivo, in maniera più approfondita e dettagliata


Il compromesso è che questi algoritmi di ricerca impiegano molto più tempo per creare immagini compresse rispetto a metodi come libjpeg, dunque il vantaggio durante la navigazione potrebbe ridursi ulteriormente.

Nell'esempio della prima foto, è possibile vedere l'immagine originale non compressa a sinistra, libjpeg in mezzo, e Guetzli a destra, con meno artefatti e pixel disturbati, proprio in prossimità di quest'ultima.

Guetzli è già disponibile al download presso la repository di GitHub.

Meglio Moto G4 ma Plus nel 2016? Motorola Moto G4 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 199 euro.

8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Danylo

(mi rispondo da solo)
Sono algoritmi che cercano pattern all0interno dell'immagine, per ottimizzare la compressione. Inizialmente avevo capito si parlasse delle ricerche web

Danylo

Penso che si siano sbagliati a scrivere. Gli algoritmi di ricerca, non creano immagini. Cercano e basta

Leon94

Dell'alfabeto italiano non esiste quella o xD

Fabrizio Mazza

Non ho capito se questo algoritmo oltre a diminuire il peso riesce anche ad avere meno artefatti nelle foto, perché se fosse così a me sembra invece che ne crei molti di più guardando le foto in fondo all'articolo. Penso mi sia sfuggito qualcosa

stiga holmen

Non ho capito questo pezzo:
"Il compromesso è che questi algoritmi di ricerca impiegano molto più tempo per creare immagini compresse rispetto a metodi come libjpeg, dunque il vantaggio durante la navigazione potrebbe ridursi ulteriormente."

Ci mettono più tempo, quando?
- in fase di creazione dell'immagine: ma allora perde tempo il webmaster (a meno di immagini generate al volo)
- in fase di visualizzazione dell'immagine: considerando che le immagini sono più leggere (max del 35%) la differenza di tempo tra il download e la visualizzazione dovrebbe essere comunque sempre positiva, altrimenti non avrebbe senso

Es. (numeri "reali" considerando immagini enormi, espressi in secondi)
p = prima, d = dopo. V = visualizzazione. D = download.
Dp = 10;
Dd = 7; (30% medio)
Vp = 1;
Vd = 2;

1 immagine prima : 10 + 1 = 11;
1 immagine dopo: 7+2 = 9

Per il download si risparmiano 3s:
Per la visualizzazione se ne perde 1s in più.

Insomma sarà sempre positivo se non ho sbagliato esempio.

Lorenzo De Simone

*Brötli

Fenobarbitale

I nomi li ha scelti Ikea?

Leon94

E Brotli non viene ne anche menzionato?

Roaming Zero: tutto quello che c'è da sapere #report | Guida | Costi | Tariffe

Recensione Interphone Tour: l’interfono perfetto?

Sondaggio | Smartphone perfetto? Come dovrebbe essere per gli utenti di HDblog?

La rivoluzione della banda ultralarga in Italia con Open Fiber e Telecom #report