comScore fotografa il mercato degli smartphone in Italia nel 2016

28 Febbraio 2017 86

Gli smartphone sono entrati in maniera sempre più invasiva all'interno della vita di tutti i giorni. Decine e decine di produttori hanno portato sul mercato migliaia di modelli, contribuendo a creare un'offerta estremamente varia e diversificata, probabilmente tra le più ampie mai create per una singola categoria di prodotto commerciale.

Come abbiano reagito gli italiani davanti a questa pletora di proposte, articolate tra tantissimi brand di rilievo e diverse fasce di prezzo, ce lo mostrano gli ultimi dati di una ricerca svolta da comScore, che ci offre una fotografia di quello che è stato il mercato degli smartphone in Italia nel 2016.

Nota :I dati sono riferiti al mese di dicembre 2016, la dicitura "3 mth. Avg." è una correzione statistica che comScore utilizza per normalizzare eventuali picchi stagionali che potrebbero falsare le rilevazioni

Se dovessimo spiegarla in poche parole, ci basterebbe dire che il mercato italiano è rappresentato principalmente da un oligopolio che vede Samsung, Apple e Huawei come protagoniste indiscusse. La maggior parte degli smartphone è Android, e prevalgono i top di gamma e la fascia medio-bassa, mentre Microsoft, seppur in calo, dispone di uno share nettamente superiore rispetto alla media globale.

Ma andiamo con ordine e cominciamo da uno dei dati più interessanti, ovvero la diffusione degli smartphone all'interno del totale dei possessori di un telefono cellulare. Secondo le rilevazioni di comScore, sono ben 45.2 milioni gli italiani che possiedono un qualsiasi tipo di cellulare, di cui il 73% dispone di uno smartphone. Il restante 27% è ancora proprietario di un classico feature phone: si tratta di un dato in calo del 6% rispetto al 2015, quando questa categoria rappresentava il 33% della popolazione considerata dalla statistica.


Tornando quindi ai numeri degli smartphone, emerge che 33 milioni di italiani sono possessori di questa categoria di dispositivi, rappresentata da terminali Android per il 71.6% del totale, mentre iOS occupa il secondo gradino del podio con il 19.2%. Il terzo posto spetta a Microsoft e all'insieme di Windows Phone e Windows 10 Mobile, che permettono al sistema operativo della casa di Redmond di restare ancora al 7.7% di share nonostante, come vedremo più avanti, la sua preferenza da parte dei consumatori sia in continuo calo. Gli altri sistemi operativi si dividono l'1.2% di share, mentre BlackBerry OS continua ad esistere, pur avviandosi verso la scomparsa totale, all'interno dello 0.3% degli smartphone italiani.


Questi dati fotografano l'intero 2016, ma risulta più interessante analizzare quelli relativi alle preferenze di acquisto degli ultimi 6 mesi degli italiani; secondo comScore, 7.1 milioni di utenti hanno acquistato almeno uno smartphone nell'ultimo semestre.

Tra questi, il 74% degli utenti ha preferito dispositivi Android, mentre il 22% ha fatto ricadere la sua scelta su un terminale iOS e solo il 4% si è rivolta a Microsoft, mentre si sono azzerati gli acquisti di dispositivi dotati di BlackBerry OS. Questa panoramica è particolarmente interessante in quanto permette di farci un'idea dell'andamento che avrà il futuro market share italiano. Infatti, i due sistemi operativi principali hanno assorbito in maniera uguale il 5.2% degli utenti che hanno comprato uno smartphone e possedevano un dispositivo non-Android e non-iOS; il 2.4% di questi è migrato verso il robottino verde, mentre il 2.8% si è rivolto verso i prodotti di Cupertino.

Lo stesso campione è stato analizzato anche tenendo conto delle preferenze relative al brand. Scopriamo quindi che il 74% degli utenti che hanno preferito Android si è diviso in due grandi blocchi, il primo caratterizzato dai neo-utenti Samsung, scelta dal 29% dei clienti, e il secondo che include coloro che hanno scelto Huawei, ovvero il 22%. Le restanti percentuali, sempre relative al mondo Android, vedono LG al 3° posto con appena il 4% di share, Google al 4° con il 2% e il restante diviso tra tutti gli altri brand. Ovviamente, anche in questo caso Apple fa registrare uno share del 22%, in quanto unica produttrice di dispositivi iOS.


Questa analisi de brand negli ultimi 6 mesi ci permette di tornare a dare uno sguardo alla panoramica annuale dello share tra i vari produttori di smartphone (non sono inclusi i feature phone) sul territorio italiano. Scopriamo quindi che Samsung è il primo produttore per quanto riguarda la sua diffusione lungo tutto lo stivale (isole incluse!), con ben il 40% di share. Si tratta senza dubbio di un ottimo risultato che mostra quanto sia effettivamente diffuso e riconosciuto il brand dell'azienda sudcoreana, presente sul mercato con una vastissima gamma di prodotti in ogni fascia.

Al secondo posto troviamo Apple, che ci mostra lo stesso 19% trovato nella classifica del market share dei sistemi operativi. Anche in questo caso è un risultato degno di nota, specialmente se si tiene conto della composizione dell'offerta di prodotti Apple, tutti appartenenti a quella fascia di mercato definita premium.

Il terzo posto è altrettanto interessante, dal momento che troviamo Huawei con un 12% di share, che continua la sua scalata grazie al tasso di crescita più alto di tutta la categoria. Il produttore cinese sta rapidamente conquistando la fiducia del pubblico italiano e questo fatto viene evidenziato dalla sua crescita del 132% su base annua.

Proseguendo troviamo Nokia, al quarto posto con il 6% di share con la quasi totalità degli smartphone Windows presenti sul suolo nazionale. Nonostante tutte le difficoltà, la casa finlandese è ancora presente nelle tasche di molti italiani. Chissà che i recenti sviluppi non la possano riportare verso percentuali più importanti. Concludiamo l'analisi di questo punto citando il quinto posto di LG, ferma al 5%, e il pareggio di Sony e Google, entrambe al 2%, sebbene Big G non abbia alcun interesse ad ottenere grossi share con i prodotti della gamma Nexus.


Per finire, i dati di comScore ci offrono un'interessante panoramica relativa alle preferenze d'acquisto degli italiani, sia per quanto riguarda i singoli dispositivi, che in relazione al budget stanziato per l'acquisto di un nuovo terminale. Ed è proprio questa classifica a spiegare l'enorme crescita di Huawei nell'ultimo anno, dal momento che il dispositivo più popolare del 2016 è stato Huawei P8 Lite, seguito del suo successore Huawei P9 Lite, scelti nel 6.3% e 6.2% degli acquisti.

A seguire troviamo le proposte di fascia media di Samsung, ovvero Galaxy J5 2016 e Galaxy A5 2016, rispettivamente al 2.8% e 2.7%. Si tratta di due prodotti, specialmente A5 2016, particolarmente convincenti e che hanno saputo restituire lustro al brand anche in queste fasce di prezzo più popolari. Andando oltre, troviamo un vero e proprio outsider, scelto nel 2.5% degli acquisti, ovvero Asus Zenfone 3. Alle sue spalle giacciono tutti dispositivi caratterizzati da un prezzo tipicamente di fascia alta e nell'ordine troviamo iPhone 7 32GB (2%), Galaxy S6 Edge (2%), Galaxy S7 Edge (1.9%), iPhone 5s 16GB (1.6%), e iPhone 6s 64GB (1.6%).

Interessante notare come iPhone 5s, pur avendo alle sue spalle ormai oltre 3 anni di presenza sul mercato, venga scelto ancora in maniera significativa. Sicuramente il merito va alle recenti offerte delle grandi catene di distribuzione che hanno permesso all'utenza di entrare nel mondo iOS a fronte di un prezzo mediamente contenuto. Significativa anche la presenza di Galaxy S6 e S7 solo in versione Edge, segnale di un'evidente preferenza di questa tipologia di prodotto da parte dell'utenza.


Concludiamo l'analisi considerando il budget stanziato dagli italiani per l'acquisto di un nuovo smartphone nel 2016. I dati ci mostrano due fasce di prezzo estremamente popolari, ovvero quella che va dai 125 ai 250 Euro (in realtà due fasce in una) e quella dedicata ai top di gamma oltre i 400 Euro. Nel primo caso vediamo che il dato combinato contribuisce per il 33% degli acquisti, mentre il 19.5% degli utenti ha stanziato un budget top per il suo acquisto. Significativa anche la fascia bassa compresa tra i 90 e i 124 Euro, mentre è evidente una certa diffidenza nei confronti di quella medio-alta, tra i 251 e i 399 Euro.

Non è poi così difficile spiegare questi dati, dal momento che, grazie al miglioramento delle prestazioni e della qualità dei prodotti di fascia medio-bassa, il budget compreso tra i 125 e i 250 Euro è quello che permette di accedere a dispositivi con un impeccabile rapporto qualità prezzo. Al salire del prezzo, notiamo che il consumatore non riesce a percepire un reale incremento qualitativo e prestazionale tale da giustificare una spesa aggiuntiva, anche se solo di poche decine di euro. Discorso diverso per la fascia top di gamma, che racchiude tanto gli smartphone più prestanti e senza compressi quanto quelli più iconici e ricercati dal grande pubblico.

Insomma, il quadro della situazione che emerge è quello di due principali tipologie di acquirente italiano. Da un lato abbiamo quello attento alla spesa e all'evoluzione dei nuovi brand, mentre dall'altro troviamo quello che non ha paura di spendere, attento alle innovazioni e che non si accontenta del compromesso offerto dalla fascia media; in entrambi i casi è evidente la polarizzazione nei confronti dei grandi brand, ma anche una certa fedeltà nei confronti di quelli storici.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, compralo al miglior prezzo da Amazon a 789 euro.

86

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Body123

Io lo ho, ed è ottimo (dopo aver sostituito la batteria). Onestamente pur essendo un grande appassionato di tecnologia non sento l'esigenza di qualcosa di superiore, cioè se me lo regalassero ok, ma i soldi non valgono la spesa per le differenze che ci sono fra un 5s e un 7, secondo me.

Body123

Ho preso il 32gb (usato di 2 mesi) a 470€, ma quasi 3 anni fa..

MatitaNera

ci sto ancora provando, tengo duro, ma è sempre più difficile

Squak9000

Perchr era belli e funzionale solo per te e 4 gatti.

look47

Sì e no, in realtà ha copiato qualcosa ma i vari p8 e p9 lite sono nati da lei

Xfce

Sul sito c'è scritto 3, se lo fanno da due hanno fatto 4 telefoni per venderne uno

franky29

Un successo copiato XD

GianlucaA

Affarone visto che si trova 5se a 350

Alex'99

Parte da 2,vedremo come arriverà poi in Italia

mdma

Non sai quanti miei amici se lo sono regalati a natale, convinti di fare un mezzo affare per il 16GB a 299€.

Xfce

Il plus 3

GianTT

Io ho comprato a Giugno il mio S7, e c'era l'S6 a 399€ in negozi fisici, non parlo dell'online. Mentre S7 costava oltre 550€.
In abbonamento con Wind S6 era 9€ al mese più 149€ iniziali, S7 era 14€ al mese più 149€

Alex'99

G5 Plus con 2 gb di ram? A me darebbe un fastidio tremendo,non lo prenderei per principio guarda ;)

Number 1

In poche parole in Italia non c'avemo na lira e siamo pieni di vecchi col 3310

Enrico Garro

Se penso che windows phone stava al 18% un paio d'anni fa... Microsoft e proprio riuscita ad affossarsi da sola

GianlucaA

nettamente superiore no visto che nei superstore s6 si è trovato spesso sopra ai 500€ quest'anno. Solo ora si inizia a vederlo "sottocosto" a 399€

Tiwi

era una notizia errata

GioCarro

Già, ad oggi il G6 è il telefono che prenderei anch'io.
Con un occhio al budget però vincono gli ottimi S7 e OP3T.

mdma

Se Nokia dovesse fare qualche spot nelle TV italiane fa il colpaccio, incredibile come alcuni stiano con un OS moribondo (e io a casa ne ho due

Angelo Sabra

Ci sono anche scelte migliori, ma manca sempre qualcosa, e non intendo il marketing. Diciamo che sono quelli un pò più completi e che hanno fondi a sufficienza per mostrarlo in pubblicità. Poi da rivenditore preferisco mille volte avere da fare con i post vendita di Samsung e huawei, piuttosto che LG. Sony e Asus. Ma devo darti ragione sul fattore delle pecore, in fin dei conti siamo noi che facciamo crescere queste aziende così tanto da metterli nella posizione quasi di dirci cosa deve o non deve piacerci.

Gabriele_Congiu

Eheh, in realtà quel quarto posto è solo all'interno della categoria Smartphone, quindi non sono inclusi i vari feature phone.

Elias Koch

ah ok, avevo frainteso.

Tiwi

insomma, nulla che già non si sapesse :D

Xfce

Ho detto ottimi non top, lenovo p2, motorola g5 plus, zte v8...altri non so perché samsung non mi piace, huawei monta lettore impronte sul retro, sony è sopra i 300

Fabrizio

Eh dipende, dal portafoglio, fatta eccezione ovviamente per gli s7

Fabrizio

Esatto, il concetto di universale usb sfugge

Paperotto

È quello che conta, non certo che è "praticamente magico"

Davide

io metterei Blackberry in Others e porrei fine all'agonia una volta per tutte.
La cosa sorprendente dei dati, invece, è che c'è chi ha avuto il coraggio di comprare iphone 5s negli ultimi 6 mesi.

RafaStyle

"carica batterie per il Samsung"

RafaStyle

Esatto, é Huawei il new entry. Pubblicità , buoni terminali sotto tutti gli aspetti per tutte le fasce, os scopiazzato da Apple, ed ecco la ricetta vincente

RafaStyle

Vabbe ma Apple é meno invasiva dai, altri produttori ti fanno un elenco delle specifiche nelle pubblicità

RafaStyle

Alla fine é giusto cosi, se sei un utente piu consapevole hai ampi margini di discrezionalità , altrimenti dai retta ai trend, pubblicità ecc e segui la massa

GianTT

S7 è arrivato nei negozi a fine Marzo 2016 (se non erro), e nel periodo iniziale ha avuto un prezzo nettamente superiore all'S6. Ci sta che le vendite sui 12 mesi di S6 e sugli 8-9 mesi di S7 siano state simili.

RafaStyle

Prevedo un buon risultato per Nokia con android, ora che sono stati annunciati in tutto il mondo e arriveranno in Italia. Praticamente quel 7.7% sono ancora i vecchi proprietari di lumia targati Nokia perche in negozio non vi é piu traccia nemmeno di quelli Microsoft .

Elias Koch

qualitá top a 300?
fammi degli esempi che mi eviteri volentieri altri passaggi doganali

Nicholas Scardigno

Perché non funziona bene ovvio

Marco Paternuosto

Praticamente due milioni e mezzo di italiani hanno windows mobile. Questo per dire che se Nokia uscisse ancora con questo so venderebbe in Italia gli stessi terminali

Xfce

Veramente ne vedo tanti e non guardo import dalla cina

CaptainQwark®

non ho detto che fa successo solo grazie al marketing, ovviamente il marketing gioca un ruolo importante ma se non fai ottimi telefoni la gente ci casca una volta poi non li compra più

Mustik

Se nokia é oggi il quarto in classifica con i rimasugli Microsoft e i GSM con Android potrebbe fare il botto

SteDS

E' un riferimento perfettamente lecito visto che si parlava di Apple, Samsug e Huawei ma chissà perchè secondo alcuni Huawei fa successo grazie al marketing (e le altre no eh?)

CaptainQwark®

non capisco cosa vuoi insinuare visto che io manco ho nominato Apple, semplicemente è normale che un prodotto se pubblicizzato venda di più ;)

FedeChicca

Rimangono un terminale per più di due anni? E dopo che cosa diventano? :D :D :D

Vive

Curioso che qua diano ancora Samsung prima, mi pare qualche altro sito dava già il sorpasso di Huawei come share.

PassPar2

Mi sembrano dati apocalittici nei riguardi dell'intelligenza umana.

Vive

Tra gli smartphones più venduti S6 Edge ha lo stesso share di iPhone 7 Plus e S7 Edge è appena sotto.

SteDS

Si Huawei ha proprio rotto con quel "praticamente magico"! ...ah no

MatitaNera

sottile analisi...

MatitaNera

e perchè allora windows phone non ha sfondato ?

look47

Huawei nel giro di qualche anno (io butto lì fine 2018) sarà il principale produttore mondiale di smartphone, riuscirà a battere anche Samsung. Sarà un successo meritato.

Che operatore utilizzate? Quante SIM avete? | Sondaggio

Confronto Fotografico tra 5 smartphone "non noti": votate e decidete il migliore!

Lo zaino dei sogni: oltre 5500€ di gadget tecnologici per veri maniaci | Video

TomTom Adventurer, il mio primo vero sportwatch