Google Chrome, in arrivo la riproduzione dei file FLAC

13 Gennaio 2017 22

9to5google ha notato una funzionalità non documentata ma molto interessante sull'ultima versione Beta di Chrome, la 56 rilasciata qualche settimana fa: la possibilità di riprodurre nativamente i file FLAC (Free Lossless Audio Codec).

Si precisa che non è una novità assoluta: su Chrome OS è già possibile farlo da qualche tempo. Ma è molto importante in ambiente Apple, in cui non è prevista una soluzione nativa/integrata per riprodurre questo formato lossless particolarmente apprezzato dagli audiofili. Chrome, del resto, è una delle applicazioni di terze parti più scaricate in assoluto in ambiente desktop. Per Windows e Android è un vantaggio minore: entrambi i sistemi supportano lo standard open nativamente.

L'implementazione al momento è piuttosto rudimentale, ma funziona. Basta trascinare un file in una nuova scheda e comparirà un basilare player come potete vedere nell'immagine qui sotto. Diciamo che non è una soluzione buona a sufficienza per chi dispone di un'intera collezione di musica in questo formato e desidera ascoltarla regolarmente, ma per l'ascoltatore occasionale può essere sufficiente.


Lo Smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S7 Edge, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 479 euro.

22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ale

Si perché devono sempre utilizzare formati proprietari e non standard... perfino Windows Media Player ora supporta i formati open più comuni (flac, mkv, vp9, ogg, ecc)

Mr.price

apple per fortuna non conta piu un caxxo

dodicix

FLAC uber alles! Altro che MP3 et similia...

Stefano

si si che play music supporta flac..

Malco

Emh infatti la penso come te, forse mi sono espresso male

ghost

Devi! Non puoi rimanere ancorato a cose inventate negli anni 80
#obsoleto
#vivailcambiamento
#abbassoifiliwlepowerbank

TwinkiPinki

Manco play music lo supporta e pensare che poweramp invece lo legge da sempre

red5goahead

e per l'uso mobile ho anche le beyer DX160. stupende.

Fabio Biffo

Ah giusto! Aspetta un secondo, in questo momento ci sono esattamente 5738754 audiofili che si stanno pulendo il c**o con carta igienica con scritto iTunes e Beats. Il formato lossless standard è più comunemente usato è il FLAC, se la Apple lo supporti o no è un problema della Apple, non di certo nostro.

red5goahead

e in treno

red5goahead

che vergogna le mie 880, con i filo , ma non mi faccio vedere. io ho risolto così.

Giuseppe Geps Pintaudi

quasi quasi butto via le shure SE 846 e le BeyerDynamic DT990PRO visto che hanno i filo ahahha

ghost

Sono meglio delle cuffie da 300 € con jack secondo loro

Fox

Il FLAC è molto diffuso tra gli audiofili, così come l'Apple Lossless è diffuso tra molti musicist e audiofili del mondo Apple.

Personalmente ho la raccolta in entrambi i formati :)

Giuseppe Geps Pintaudi

le airpods vorrai dire ahaahah

Marco.27

Di fatto è uno standard ugualmente. Per una volta Apple non conta un caz :)
La diffusione dei FLAC è molto maggiore di ciò che si possa pensare.

Stefano Ferri

Bene ! Qualcosa di finalizzato finalmente.

Rommel

gli utenti apple usano M4A - codicifcato AAC (lossy) per la stragrande maggioranza della musica e M4A - codificato ALAC (lossless) in modo sensibilmente inferiore.
lo standard di fatto per la musica lossless è FLAC

Malco

Nha, non è un formato comune, il formato FLAC è uno standard che la Apple ha deciso di non supportare, infatti itunes non può riprodurli e ha creato il suo formato.

emmeking

E poi li ascoltano con le beats.

Fox

Gli utenti Apple usano gli M4A codificati Apple Lossless. E' un formato comune, identico al FLAC.

Malco

Certo, Apple e audiofili sono contrari

Sondaggio | Smartphone perfetto? Come dovrebbe essere per gli utenti di HDblog?

La rivoluzione della banda ultralarga in Italia con Open Fiber e Telecom #report

Come scegliere una microSD: guida all'acquisto #report #analisi

Sigaretta elettronica, tutto quello che c'è da sapere #report