Nel 2015 le case discografiche hanno guadagnato 2.4 miliardi di dollari grazie allo streaming

23 Marzo 2016 83

Secondo i dati rilasciati ieri dalla RIAA, Record Industry Association of America, gli introiti generati dai siti di streaming online hanno per la prima volta superato quelli ottenuti dal più classico download dei brani; la somma di tutti i servizi di streaming audio (siano essi con sottoscrizione, contenenti pubblicità, on demand o sound-exchange) hanno generato profitti per 2.4 miliardi di dollari, con un incremento del 29% su base annua.

Nonostante ciò Cary Sherman, CEO del RIAA dichiara:

Il consumo e la fruizione di musica si è impennato ma i ricavi per coloro che la musica la producono non hanno tenuto il passo. Nel solo 2015 sono stati ascoltati centinaia di miliardi di brani tramite servizi di streaming online, sia on demand che basati sulla pubblicità come lo stesso YouTube, mentre i ricavi sono rimasti al palo - di gran lunga inferiori rispetto a servizi musicali di altro tipo -, e la situazione sta peggiorando.

Cary fa inoltre notare come 17 milioni di vinili venduti nel solo 2015 abbiano generato 416 milioni di dollari mentre centinaia di miliardi di riproduzioni su siti come Pandora o Spotify ne abbiano generato solo 385 milioni.

Le strategie per combattere questo fenomeno secondo RIAA passano anche dalla lotta sempre più agguerrita contro i siti di download illegale quali Aurous, MP3Skull, Megaupload e altri, mentre lo scorso anno è stato esteso il pagamento delle licenze anche per i brani antecedenti il 1972 su Pandora e SiriusXM.

Un grande classico rinnovato? Samsung Galaxy S3 Neo, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 179 euro.

83

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
glukosio

beh piano, è successo una volta in quasi 2 anni che lo uso, e comunque è un scaricare la musica in modo legale e molto più comodo dei soliti torrent!!

alex97

parole sante.

alex97

Sono un ragazzo e utilizzo spotify nonostante io sia in grado di scaricare musica da pc. Perchè vedermi ti farebbe dispiacere ?

O_Marzo

Trai una conclusione universale da situazioni personali, io che al 99% del mio tempo non vado all'estero o in montagna ho opinioni diverse, con spotify ascolto la musica non solo dal cellulare ma dal pc, dal tablet, dal televisore, dall'impianto nello studio... Hai a disposizione un catalogo che difficilmente puoi avere a casa, hai tutto il lato social, puoi scoprire nuovi artisti o canzoni che non conoscevi in base ai tuoi gusti oppure seguire playlist altrui o specifiche per le tue attività. Come la scaricheresti la tua musica sul cellulare? Se la compri già con una decina di brani raggiungi il prezzo di un mese di spotify, se la scarichi illegalmente è un altro discorso ma se pensi di andare in un luogo dove non prende puoi scaricare i brani sul dispositivo anche con spotify, nessuno ti vieta di scaricarti comunque la tua musica preferita ed avere comunque accesso a tutto il panorama discografico mondiale..

McGremin

allora il il concetto di musica in streaming è un fallimento visto che alla fine sei costretto a scaricartela,tutto sommato una memory card costa 30 euro,tanto vale scaricartela,cosi non devi controllare quanti giga hai ogni volta che vuoi ascoltare una canzone,e quando vai all'estero hai un problema in meno.
anche quando sei in aereo hai un problema in meno.
anche quando sei in montagna e la rete fa pena hai un problema in meno.
anche quando sei in metropolitana e non c'è campo hai un problema in meno.
anche quando non hai i soldi per rinnovare l'abbonamento a spotify o simili puoi ascoltare la tua musica se ce l'hai nella tua memory card.
anche se chiude spotify la tua musica rimane con te.
ma capisco che sono scelte personali,io prefisco ancora averle sul mio hard disk

McGremin

allora il il concetto di musica in streaming è un fallimento visto che alla fine sei costretto a scaricartela

O_Marzo

Ma se proprio dovesse succede di andare all'estero uno può munirsi di tutta la musica che vuole sul cellulare ma in tutti gli altri casi tenersi la memoria libera

glukosio

infatti puoi scaricarti la musica da spotify e ascoltarla offline. Quando stavo per terminare i giga facevo così, scaricavo a casa con il wifi e ascoltavo, poi quando non mi serviva più cancellavo!

zeroC

So che è comodo per ridurre i consumi di storage, ma se hai un sd questo non è un problema. Trovo però molto più comodo avere i brani fisicamente in sd.

zeroC

Si lo so.

McGremin

All'improvviso non lo so,ma di andare all'estero capita.prova ad ascoltare la musica in streaming anche solo in aereo,poi mi racconti...

Rapid_Odeen

si e poi quando l'abbonamento a spotify finisce non hai più un càzzo

polisg96

Guarda che volendo esistono app che ti permettono di scaricare musica direttamente dallo smartphone!

O_Marzo

E si capita a tutti di essere all'estero all'improvviso e di avere un'irrefrenabile voglia di ascoltare tutta la discografia mondiale...

McGremin

comodo sopratutto qando sei all'estero o quando non hai piu giga a disposizione

Antonio rioson

Se abbassassero i prezzi gli utenti aumenterebbero a dismisura, è l'aviditá che li frega

a'ndre 'ci

sarà aggiunto da qualche bloggaro che scrive a caso

CaptainQwark®

aspetta aspetta...fa dispiacere vedere che c'è chi paga il lavoro degli artisti?

glukosio

io ero un ragazzetto che scaricava giga e giga di discografie intere, però ora come ora preferisco pagare spotify che portarmi dietro una microsd piena di musica. è più comodo, il risultato è lo stesso anzi migliore, e almeno è legale. (In più gli artisti qualche centesimo di centesimo se lo beccano, quindi meglio ancora)

Umberto RSX

zeroC

Tralasciando per un attimo gli stipendi da record dei cantanti/artisti, il mio stupore va a quella gente che ormai non sa più nemmeno scaricare musica sul pc e poi trasferirla su Smartphone... E vedere ragazzetti, cresciuti a pane tecnologia e Tablet, con abbonamenti a spotify fa davvero dispiacere.

Squak9000

Domani boom di vendite!

M3r71n0

Ho sentito di dischi che "prendono" la polvere, di dischi usati per "tagliare" la polvere (chi vuol capire capisca)...
...ma di dischi che "fanno" polvere è la prima volta
XD XD XD

M3r71n0

Solitamente i professionisti pagano a prescindere i diritti, SIAE e compagnia bella.
Il grossissimo del "download illegale" riguarda la massa.

Fabrizio

This is Italy

StriderWhite

Vabbè, ma i Tool son particolari...e poi fanno un album nuovo ogni morte di papa (ed attualmente i papi sono piuttosto longevi!)

giuseppedmdl

Cosa intendi con eliminazione dell'archiviazione locale? Se uno è un Dj o un remixer che fa, si attacca al tram?

Gianmarcolol

Gli ultimi si erano rivolti al sindacato perché avevano trovato delle telecamere. Squallidi è dir poco

Squak9000

È si... anche loro!
Quelli che affermano che i politici sono ladri

Simtopia23

c'è un servizio del genere con una buona versione free? Accetto le pubblicità tipo banner ma possibilmente niente video e niente pubblicità acustica.

Gianmarcolol

Quelle stesse persone che timbrano il cartellino in mutande e poi vanno in giro a farsi i cavoli propri?

Squak9000

Spero solamente che con il futuro e la banda sempre più larga... anche la qualitá audio aumenti.
Comunque questo è il trend.

Basta con i dischi che fanno polvere!

Squak9000

La siae esiste per dare posto di lavoro a gente.

Squak9000

Eh caxxo... fosse la volta buona che cominciassero a lavorare veramente nella loro vita... LOL

Squak9000

È solo il marchio... ma differente da quello, e da come, lo conoscevamo noi.

Giorgio

E' quello che succede da circa 15 anni, si è iniziato con myspace, ormai morto, per poi passare in diverse piattaforme....
Poi le case pescano da li e ti mettono sotto contratto, altrimenti senza è praticamente impossibile, cioè è possibile, ma rimani sempre nel tuo orticello, dipende da cosa uno vuole e si aspetta.

Jon Snow

spotify beta is the way

Giorgio

A beh, quello dipende sempre da che ascolti, pure io ho regalato ai miei una specie di raccolta di musica classica composta da 6 cd a 12,90€

CAIO MARI

No troppi

WeezyDesire

Il punto è che il fatto che sia o meno conveniente è un discorso soggettivo. Da quanto si è disposti a spendere per un servizio del genere. Se ne vale realmente la pena.
Non penso che 9,99 mensili rappresentino un costo congruo (almeno per l'utilizzo che ne faccio io).
Potrei assimilare questo ragionamento alle pay tv ad esempio....

ste

Da quello che so basta un video su YouTube per un cantante di discreto successo per arrivare a guadagnare molto di più di quando non avrebbe guadagnato 10 anni vendendo cd

Dark Entries

Su questo sfondi una porta aperta. I cd sono sempre costati carissimi, su questo non ci piove. I vinili ora costano una cifra assurda, tra l'altro sempre molto più dei cd (una volta era il contrario, caso strano).
Per fortuna per chi tiene ancora all'acquisto del supporto, si trovano molti cd in offerta che costano meno della controparte liquida

riccardo14

Boh servizi streaming di musica senza i Tool e vogliono pure che mi abboni, pff

Hybris

cioè aspettate, Napster adesso esiste ed è legale?

Fabrizio

TIM music gratis con tanti piani tariffari. Non è paragonabile a spotify ma ha anche il vantaggio di non consumare traffico dati.
Non male anche soundcloud

Popi

Di vinili se ne vendono eccome, guarda le cifre. Ci aggiungo un "per fortuna", così come vedo di buon occhio servizi a pagamento come Spotify Premium e affini che, supportati da impianti decorosi, offrono buona qualità. Purtroppo i giovani di oggi non sanno cosa sia la qualità di ascolto, abituati agli impiantini di plastica da scrivania che riproduce i brani di youtube e alle cuffie basshead. La fruibilità sarà anche aumentata, ma a discapito della qualità media.

Giorgio

Guarda che gli mp3 si possono anche comprare e costano in genere meno di 1 euro l'uno, spesso un cd intero in promozione lo paghi 6-9 euro e ce l'hai a vita ugualmente.

Dark Entries

Dai, non puoi dire così!
Con Spotify affitti l'ascolto della musica, quando smetti di pagare non hai più nulla.
Se compro un cd, ho la possibilità di ascoltarlo tutta la vita.
Acquisto e affitto sono due cose ben diverse

miroslav_kowalski

512

Giorgio

No, è come dire che pago un supporto ed una custodia di cartocino il 70% del costo del prodotto.

Xiaomi Mi Band 2: la nostra recensione | Agg.

Il Top gamma della prima metà 2016 per gli utenti HDblog è? | Sondaggio

Fitbit Alta: la nostra recensione

Computex 2016: tutte le novità mostrate, tour a 360° e resoconto finale