MediaTek presenta MT2511, un nuovo biosensore per indossabili con front-end analogico

22 Febbraio 2016 0

MediaTek impegnata anche sul fronte della tecnologia indossabile, in forte espansione proprio a partire da quest'anno come hanno testimoniato gli ultimi dati relativi al Q4 2015. Dopo aver presentato al Mobile World Congress 2016 il nuovo SoC di fascia medio alta Helio P20, MediaTek ha esteso anche il proprio portfolio Wearable, con il primo chip bio-sensing con front-end analogico, interamente ideato e realizzato dalla società.

MediaTek MT2511 nasce come chip per dispositivi dedicati al benessere e al fitness, è stato progettato per funzionare con o senza la presenza di un display touchscreen e può essere impiegato su indossabili già esistenti o legati al mondo dell'Internet delle Cose (IOT). Proprio come molti altri sensori di rilevamento della frequenza cardiaca, la raccolta e analisi dei dati avviene congiuntamente con il chip principale, e da questo punto di vista, MediaTek ha garantito una retrocompatibilità con alcuni dei suoi principali SoC, utilizzati su smartwatch ed altri wearable device, come l'MT2502, MT2523 ed il più recente MT2601.

Il chip è dotato inoltre, dell'esclusiva tecnologia MediaTek per la misurazione dell'intervallo del battito cardiaco, per ottimizzare i consumi complessivi del sistema durante il monitoraggio della frequenza a riposo, attraverso un circuito di pilotaggio LED per risparmiare spazio di layout.

Caratteristiche:

  • ECG+FPG per una facile sincronizzazione dei dati (PLL interno)
  • Potenza attiva più bassa < 0,6Ma per FPG (frequenza di campionamento 125Hz senza LED) < 0,6mA per ECG < 1,25mA per FPG+ECG
  • 4KB memoria SRAM integrata
  • Alta precisione di rilevamento: oltre 100dB di gamma dinamica
  • Supporto per interfaccia SPI/I2C
  • Package estremamente ridotto, WLCSP 3mm×3,4mm, 56 ball, pitch 0,4mm

Grazie ad uno sviluppo congiunto, durato quattro anni, tra MediaTek e la National Taiwan University Hospital, questo nuovo sensore può essere utilizzato anche all'interno di macchinari biomedicali, come sensore di elettrocardiografia (ECG) elettromiografia (EMG), elettroencefalografia (EEG) e pulsossimetria (SpO2), grazie all'approvazione per l'utilizzo in ambienti sanitari.

“Il mercato dei dispositivi mobili per la salute è uno dei settori tecnologici dalla crescita più veloce e possiamo solo iniziare a immaginare come soluzioni wearable di questo genere potranno migliorare sia le cure mediche sia il benessere quotidiano a livello mondiale”, dichiara JC Hsu, corporate vice president e general manager della IoT business unit di MediaTek. “Grazie al supporto di ECG e FPG insieme ai bassi consumi di energia, MT2511 è un chip completamente integrato ideale per una varietà elevata di dispositivi come fitness tracker, smartwatch per stili di vita attivi e sportivi".

Presentato ed esposto a quest'edizione del Mobile World Congress 2016, la produzione inizierà durante la prima parte del 2016.

Il compatto che non vuole arrendersi dalle ottime caratteristiche? Sony Xperia Z3 Compact è in offerta oggi su a 339 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Hoverboard Kawasaki - Puro: divertentissimo ma consapevolmente

Samsung Gear S3 Frontier: la nostra recensione

Filo, il piccolo gadget per non perdere mai nulla | Idee regalo per Natale

Qualcomm presenta Snapdragon 835: 10nm e realizzato da Samsung