Intel è tra i chipmaker quella che ha investito più di tutti in Ricerca e Sviluppo nel 2015

25 Gennaio 2016 37

Gli investimenti nel settore dei processori sono ingentissimi, sia che si parli di computer sia di mobile. Secondo la società di ricerca IC Insight, in testa ci sarebbe Intel grazie a ben 12.1 miliardi di dollari messi in gioco in Ricerca e Sviluppo nel solo 2015, cifre da capogiro per l'intero settore high-tech. Se l'evoluzione corre così rapidamente lo si deve dunque ad interessi trasversali, la casa di Santa Clara è infatti leader indisturbata del panorama PC, ma subito dietro nella classifica generale dei chipmaker abbiamo Qualcomm, l'altra regina, ma del comparto mobile.

Quest'ultima ha investito $3.7 mld in R&S, meno di un terzo, comunque abbastanza per stare davanti a Samsung, salita rapidamente sul podio grazie ad importanti investimenti fatti lo scorso anno ($3.13 mld, il 5% in più del 2014). A seguire troviamo le più attese, dunque Broadcom (adesso della Avago), TSMC, Micron, Toshiba, MediaTek, SK hynix e STMicroelectronics.

Da notare che sempre Intel è la più esposta rispetto al volume delle vendite: la casa di Santa Clara vanta infatti un rapporto vendite/investimenti R&D pari al 24%, quasi come Qualcomm, che invece si ferma al 23.1%. Valori comunque altissimi, basta leggere il dato di Samsung per averne idea: a Seoul spendono infatti (in Ricerca e Sviluppo) solo il 7.5% rispetto a quanto ricavato dalle vendite. TSMC rimane invece la prima fonderia al mondo, mantiene la sua quinta posizione in questa classifica e conta su un aumento del 10% degli investimenti, in vista ci sono già i chip da 10, 7 e 5 nanometri.

Lo smartphone Android dual sim più aggiornato di sempre? Motorola Moto G 2014, compralo al miglior prezzo da Euronics a 199 euro.

37

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Danilo

Veramente io dicevo che loro che sostengono ARM si svegliano tutti sudati XD

Davide

eh già...dimmi tu dove lo trovi un processore che faccia girare tutto ciò che oggi è sul mercato, con le prestazioni di un i3 ULV e un TDP di soli 5W. Dove lo trovi? Ah, per tua informazione, il modello usato in questo """test""" è vecchio di un anno ed è il più scarso della gamma. Eppure ha la meglio sul top apple di giusto qualche mese fa con memorie più "veloci" (che sui calcoli con dati in memoria impattano in maniera notevole). Ah, poi è il solo macbook ad essere sotto visto che l'Asus lo domina in tutto.
L'innovazione non è solo in potenza! Aver portato simili prestazioni in un processore così piccolo e con consumi così ridotti non ha motivo di non definirsi la più grande innovazione degli ultimi 6-7 anni.

Davide

che ti piaccia o no l'ARM più potente deve ancora dimostrarsi all'altezza di un Celeron ULV. ARM ovunque che rimpiazza x86 è solo una fantasia di chi non sa neanche come funzioni un processore.

Danilo

E si infatti si vede tutti i supercomputer della terra tutti ARM. Le cpu ARM sono così performanti che sino a poco tempo fa avevano SO appositi. Ma dove le leggete queste cavolate? ma possibile che ancora non riuscite a capire che sono due strumenti uguali che servono in due contesti differenti?

Tetsuya Akira

Stanno facendo anche cpu server ARM e sono sempre più orientate su chip gpu centered. La concezione cpu potente al centro del sistema già da tempo è venuta meno c'è solo bisogno che il software venga adattato e poi ciao ciao x86

Danilo

Nel 2000 mai. L'architettura non è per il calcolo brutale ma per i consumi bassi. Continuate a sognare che ARM soppianti x86.

Danilo

E poi si sveglieranno tutti sudati.

Adriano

Penso proprio mai... L'avevo inserito per mostrare quanto fosse patetico... Solo quando ha dato in mano l'hardware a persone ben superiori a lui (i Cinesi), è riuscito a creare un telefono, infatti.

Tetsuya Akira

Che ti piaccia o no sarà cosi

Gios

si trova sempre un modo per usare il silicio! E io lavoro sul grafene!

Ps teoricamente è stata comprovata a livello di calcoli di stabilità della struttura cristallina l'esistenza del silicene, anche se non è ancora stato trovato un modo per produrlo

Gios

Non serve! un paio di geni europei hanno scoperto come integrare una porta nand con solo 2 transistor (ovviamente un nuovo tipo) ! Quindi indipendentemente dallo sviluppo della tecnologia è aumentata la densità delle porte nonostante non aumenti quella dei transistori! Mica male no;)

Veramente è già un bordello da sotto i 100 nm fare un dispositivoXD!!

hammolo

Più che investire sul mobile devono investire sui cassetti
con tutta sta ricerca e sviluppo inutilizzata per mancanza di concorrenza ce li hanno tutti pieni

Saverio

penso che il problema sia "maneggiarli" dato che non esiste il concetto di wafer da litografare. aspettiamo...

Davide

disse il sopravvalutato che non ha mai prodotto un processore e nemmeno sapeva come farlo o da dove partire...

Davide

ahahahah e da quando quello sapeva qualcosa di informatica e peggio ancora di elettronica in questo caso?? ahahah

Davide

lato mobile c'è il Core M che è solo il processore più rivoluzionario da più di un lustro in qua. Oh, però questi credono ancora che ARM soppianterà x86 e che un A9 vada come un i5 per cui...

Danilo

Scelta pessima già a quei tempi, bastava prendere un libro universitario a caso per scoprire che un Powerpc era più lento di un pentium 3 nell'eseguire lo stesso algoritmo. XD

Danilo

Certo come no... Infatti sul lato siamo passati da 5 ore con batteria a 9 celle a 5 ore con batteria a 3 celle. Processori xeon a 12 core e 24 thread. A ma giusto conta solo il mobile...

JackStrambo

Il silicio viene usato solo perché è facile costruirci i circuiti integrati, ma ha caratteristiche peggiori di molti altri semiconduttori, tra cui anche la mobilità.
Il futuro non è del silicio solo che ancora le tecniche adottate per integrare altri semiconduttori sono costose, quindi finché si può si usa il Si.

Adriano

Sotto i 100nm il silicio non serve più a niente, avrebbe dei delay enormi. Studi di Steve Jobs lo mostrano chiaramente - per quello impiegheremo solo ancora il PowerPC di IBM:

Adriano

Poteva essere Ballmer, ma si occupava solo di software ;)

StriderWhite

Speravo che l'avesse detto un altro Steve... :(

Adriano

corretto, contento? :D

lore_rock

Io e ad ora é così

StriderWhite

Steve Urkel?

Marco

Alla faccia di chi dice che intel se la prende comoda

Adriano

"Il silicio non ha futuro, scalda e basta. Noi siamo gli unici in grado di produrre i processori del futuro" Cit.Steve nel 2000.

Extradave

Per mantenere l'aumento di transistor costante... Svilupperanno chip di qualche metro quadro... Ottimo per la domotica, ci rivesti direttamente il pavimento di casa e non hai più bisogno del riscaldamento!

Fabio

Investimento anche sul mobile specifico smartphone?

Ratchet

Si ritorna ai 10 µm

Francesco

samsung comprati AMD...

V1TrU

Nanostrutture, probabilmente in grafene

M_90®

sperando che non si blocca tutto XD

CAIO MARI

Sono curioso di sapere se utilizzeranno angstrom, picometro o il decimale del nanometro :D

Saverio

compositi? semimetalli compositi? che vuol dire. semmai grafene

V1TrU

Si abbandonerà il silicio per assare ai materiali compositi, questa la via più probabile

M_90®

io so curioso di sapè dopo i 5nm che burdello esce fuori...

The Fork: mangiar bene, risparmiando | Video

Meizu HD50 cuffie Hi-Fi: la nostra recensione

CityMapper: per non perdersi nelle capitali del mondo | video prova di HDblog

Scarpe running Li-Ning con chip Xiaomi, la recensione di HDblog.it