Sportwatch a confronto: Garmin vs TomTom vs Polar | Video di HDblog

09 Aprile 2015 109

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Per quasi 2 mesi ho portato al polso 3 sportwatch con GPS e lettore cardio. Non è stata indecisione o troppa pignoleria, piuttosto il voler capire come iniziare a fare sul serio. Corro, da qualche mese con intenti competitivi, ma online non ho trovato un aiuto semplice, una prima scrematura dei millemila modelli in vendita. Solo recensioni stra-complete o resoconti di formidabili corridori ma discutibili scrittori.

Mi sono detto: - ok, sotto i 300 euro, con GPS e cardio, cosa c'è? - e ho identificato 3 prodotti:

Una nota, prima di iniziare: questa non è un recensione, non ha la pretesa di esserlo. È solo un confronto grossolano tra i tre sportwatch GPS + Cardio più economici, quasi una chiacchierata tra di noi, un modo per consigliarvi il prodotto dal quale partire. È molto difficile, per chi pratica attività fisica anche intensa ma non ha mai pensato ad uno sportwatch per allenamenti e tabelle, farsi un'idea di quel che offre il mercato.


l passaggio da smartband a sportwatch con GPS e Cardio è tanto fondamentale quanto complicato e noioso. E poi c'è un'altra ragione: a chi produce non interessa rendere chiare le cose. Per chi vuole prenderla alla leggera ci sono i fitness tracker o le apps per smartphone. Il resto si informi e si legga il manuale. Che la nicchia, in breve, si arrangi.

Garmin Forerunner 220

È il più anziano dei tre, in commercio dal 2013 e per questo spesso oggetto di sconti e promozioni. Ma è anche l'unico Garmin con GPS + Cardio sotto i 300 euro. L'essere stato progettato 2 anni fa lo rende il più semplice e basilare per l'utilizzo puro, ma il tornaconto è uno sportwatch facile, intuitivo, maturo e pratico. Da questo punto di vista è il mio preferito.

Forerunner 220 è anche l'unico che sono riuscito ad attivare in 5 minuti seguendo le istruzioni passo passo del manualino integrato. Le mille opzioni degli altri non rendono possibile indossarlo e uscire senza prima aver un po' capito come funziona, come si gestisce il profilo, come si salvano i dati. Bene il fix GPS, bene la rilevazione della fascia cardio (non Bluetooth) e benissimo la sincronizzazione con l'app Android.

È l'unico ad avere la funzionalità di Live Tracking per inviare in tempo reale il percorso che si sta correndo sfruttando Garmin Connect e il GPS. Uno streaming che può tornare utile anche per indicare la propria posizione a qualcuno. Permette, infine, di creare allenamenti personalizzati. Ha vibrazione e dei buoni segnali acustici. Peccato che inizi ad inviare avvertimenti sulla batteria scarica troppo tardi, appena pochi minuti prima di spegnersi del tutto.

Polar M400

L'ultimo uscito, ha il miglior rapporto prezzo/funzionalità sul mercato. È multisport quindi è adatto anche per il ciclismo, fa da activity tracker con tanto di monitoraggio delle ore di sonno, ed è l'unico dei tre ad avere la funzionalità "back to start" per riportarci al punto di partenza. La modernità del suo display permette di mostrare un sacco di informazioni durante le sessioni, di cambiare layout e lasciare un feedback immediato a fine allenamento per farci capire il livello di intensità ottenuto.

Di contro, ha un'autonomia inferiore ai modelli Garmin e TomTom del test, ed ha una forma rigida che potrebbe renderlo un po' ingombrante su polsi stretti. Scomodo anche lo sportellino a protezione della microUSB di ricarica e collegamento al PC. Il fix del GPS può essere più lento degli altri e può essere perso in corsa se non effettuato nel giusto modo. Dato che bisogna stare immobili per avere l'OK della triangolazione, conviene metterselo al polso solo ad aggancio ricevuto. Non vibra, ma si fa sentire.

Il vantaggio di Polar M400 è la sua flessibilità, la mole di opzioni che permette di attivare, la personalizzazione degli allenamenti che fa creare. Il suo servizio web Polar Flow può essere caotico i primi tempi, ma poi diventa il più versatile. Lo stesso vale per l'app Android, non perfetta per problemi casuali con la sincronizzazione, ma completa, curata e potente nella gestione dei dati memorizzati. È disponibile anche in colorazione bianca e nella versione priva di fascia cardio (che può essere acquistata in un secondo momento o presa di altre marche).

TomTom Runner Cardio

Lo sportwatch GPS di TomTom ha una gestione semplice e intuitiva, la pulsantiera più facile di tutte ed un sistema di vibrazione/sonoro che non fa perdere una notifica. Ma qui tutto ruota attorno al sensore cardio da polso integrato, responsabile del design e delle prestazioni. Il primo non ne risente (nonostante quel vistoso inserto in plastica, resta molto comodo da indossare) mentre la precisione delle seconde merita qualche dubbio.

La media dei BPM registrati è spesso molto vicina a quella rilevata con fascia toracica, ma la rilevazione istantanea, quella misurata in un determinato punto, non è affidabile. Può essere corretta, così come può essere +20 rispetto alla reale. Mi è capitato di leggere dei valori alti a riposo, e di vedere dei picchi non possibili durante certe sessioni (magari una discesa). Credo incida molto la posizione del cinturino sul polso, la sua stabilità in certi punti (è da indossare più stretto degli altri e un po' più verso l'avambraccio) ma in 2 mesi di prove non sono riuscito a trovare un giusto compromesso.

Dato che ha il fix GPS più veloce di tutti, e funzioni assenti in altri (come la possibilità di sfidare se stessi: Virtual Racer), può essere una buona idea prenderlo in considerazione nella versione con fascia cardio HR anziché con sensore integrato. Costa anche meno. Peccato per l'immaturità dell'app Android Mysports abbinata (certe volte problematica sia nella sincronizzazione che nell'utilizzo vero e proprio). Ottima autonomia. È disponibile in più colori ed anche in versione MultiSport per nuoto e ciclismo.

Differenze reportistica allenamento

A seguire delle schermate della sessione di allenamento di cui parlo nel video. Sono riprese dai rispettivi servizi online Polar Flow, Garmin Connect e MySports di TomTom. Nel complesso, mostrano gli stessi dati ed offrono le stesse possibilità di scrematura/selezione/analisi degli stessi. Cambia però la grafica, la semplicità di utilizzo e l'interfaccia, così come cambiano le funzionalità sociali integrate (condivisione profilo, condivisione sessione, sfida ad altri utenti e via dicendo).

Garmin e Polar permettono di scovare sessioni, percorsi ed allenamenti di altri utenti semplicemente guardando la mappa, ed è una funzionalità che fa comodo. TomTom MySports è molto più essenziale. Questa complessità unita alle funzionalità evolute si riflette anche nelle rispettive app Android e iOS. Garmin e Polar hanno le migliori, ma la gestione della sincronizzazione di Polar Flow non è certo impeccabile: capitano errori di sincronizzazione e pairing Bluetooth da ripetere. Quella Garmin è più essenziale perché priva di tutte le funzionalità di activity tracker di M400, ma non perde un colpo.

Considerazioni finali

I tre dispositivi hanno i loro pregi e i loro difetti ma, nel complesso, credo si possano tirare delle somme.

  • Polar M400 si è dimostrato il più equilibrato per chi vuole molte funzioni al minor prezzo possibile;
  • Garmin Forerunner 220 il più semplice e immediato per chi, al contrario, cerca qualcosa di facile e concreto;
  • TomTom Runner Cardio il più preciso nel GPS e il meno invadente addosso, ma al tempo stesso il meno attendibile in fatto di rilevazione dei battiti (consigliato a chi può farne a meno).

Tra i tre, ho deciso di tenere Polar M400, accentando quelle noie con la sincronizzazione Android, la sua autonomia inferiore agli altri e la mancanza della vibrazione. Fa più cose degli altri e mi viene da pensare che, nel tempo, anche quelle che adesso ignoro potrebbero tornarmi comode. Però consiglierei un Garmin FR220 ad un amico/amica poco smanettone (e magari chi è sistemista di professione poi preferisce la semplicità in un contesto tanto personale come quello sportivo) per la sua capacità di diventare familiare dopo 5 minuti di utilizzo - indice di maturità della UI, tra le altre cose.


E TomTom Cardio Runner? Beh difficile segnalarlo a chi cerca uno sportwatch per leggere i bpm. È migliore degli altri in alcuni aspetti (fix GPS e virtual partner) ma nel 95% dei casi, se non c'è un motivo fisico che vi impedisce di tenere un elastico al torace, conviene prendere la variante priva di sensore sul polso e poi abbinarci una fascia HR compatibile.

Prima di chiudere, ci sarebbe da discutere la questione aggiornamenti software e supporto nel tempo, ma non credo che sia questo il contesto ideale. Nei 2 mesi di prova, i 3 sportwatch hanno ricevuto più di un aggiornamento firmware, ma nessuno ha stravolto le cose. Ci sono differenze tra i tre brand, è inevitabile, ma non è una cosa indicativa in questa fase iniziale della scelta (il passaggio da "niente" a "gps+cardio+allenamenti veri").

Magari tra un anno, quando avrete sulle gambe un paio di mezze maratone e una manciata di 10 km, allora vi verrà voglia di verificare anche questo aspetto. In fin dei conti, sopratutto agli inizi, non c'è sportwatch migliore del vostro corpo.

Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro.

109

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Flavio Bassini

Volevo sapere se con il Polar durante la corsa posso visualizzare il Passo Lap:
Il passo medio per il Lap corrente, cime con il Garmin.
Grazie
Saluti
Flavio

Marta Rizzo

ciao a tutti, sto cercando uno sport watch, pratico corsa, palestra, a volte passeggiate trekking, e visto che sta per arrivare l'estate, una nuotata non la disdegno.
con funzioni:
cadiofrequenzimetro integrato
GPS integrato, se con GLONASS ( meglio)
Impermeabile
rilevazione attività 24/7
gestire allenamenti, intevalli, obbiettivi
qualità sonno auto, distanza perc., velocità, calorie bruciate
coah
notifiche
Quali mi potete consigliare in base qualità/prezzo? ( tra i 200/250 non superiori ai 300 euro)

Caste

Sarebbe bello avere anche una recensione del polar a360

Giulia F400

Seguoo!

ErgoSum

Se ricordo bene il Tom Tom Cardio utilizza lo stesso sensore del mio fuse....

giuseppe

Preso il Polar M400 ; rispetto all'APP NIKE Running su IPhone 5s, trovo una differenza di circa 400mt. (su 10 km) sulla rilevazione (Nike/Iphone 10 km - Polar 9,4 Km) , che incide poi anche nel tempo medio al km.
avete notato anche voi ?
quale ritenete più attendibile ?

giuseppe

nella fascia 300€ perchè non considerato il SUUNTO Ambit 3 ? Come si rapporta a POLAR ? quale consiglieresti fra i due? grazie

Michele

Ciao,
ottima recensione. Vorrei un consiglio: io pratico tennis, il polar potrebbe andare bene o mi consigli un altro brand.
Grazie,
Michele

Alessandro Pontil

Dal sito di Motoactv si possono esportare in diversi formati le sessioni, singole o per date, Ale

Rebe72

Si possono importare le sezioni su strava?

Nicola Basilico

Video molto chiaro. Io però ho un problema Per la seconda volta mi si è rotto il mio (secondo Garmin 310TX) e sempre per lo stesso motivo. Consumo dei tasti laterali destri (Su e giu) che l'assistenza Garmin non ripara offrendo solo di acquistarne uno nuovo, cosa che ho già fatto una volta con il bel risultato che mi sono ritrovato dopo 3 anni. Ora vorrei cambiare con Polar o TomTom. Ma sono abituato (e l'ho sempre usato tantissimo) al Virtual Partner. Fissavo una distanza (Es 2km) ed un passo (es 5') e avevo costantemente sul display la situazione della prova. Ossia se e quanto fossi al di sopra dell'obiettivo o sotto l'obiettivo. Domanda . Il Polar o TomTom hanno questa funzione.?

Anto T

Ottimo video. Per mio conto, posso confermare quanto detto sui sensori ottici. Ho provato il Wtek BT (sensore ottico tutto italiano) con app tipo polar beat, icardio e runtastic. Purtroppo, credo, a causa della forza cinetica che applica il braccio nel muoversi, il sangue nei capillari cambia spesso velocità, dando ai battiti una forma sinusoidale. E' perfetto per il ciclismo, meno per la corsa e inutile per attività come la mia: crossfit (segnalava i battiti da 90 a 170 in pochi secondi). Ho quindi scelto anche io l'M400. ottimo prodotto e la fascia la blocco con un maglietta aderente mentre faccio sollevamento pesi o burpees, situps, ecc.
La Polar però predilige Apple, quindi se avete un Android e volete sincronizzare l'M400 con lo smartphone, a meno di avere un iphone, l'app Polar flow la usate solo su PC!

Vittorio Geltride

beh dipende cosa vuoi e cosa cerchi... l'orologio a 30 euro ti dice ora e battito....

il polar m400 è un orologio con un computer che usa sofisticati algortimi dentro....

faccio alcuni esempi, elencando alcune funzioni toltamente oscurate dalla recensione.

1)e' un activity tracker... in automatico se cammini o fai attività fisica lui se ne accorge e lo memorizza per poi scaricarlo sul app e vedere quello che hai fatto.... inoltre se a suo avviso durante una certa giornata hai bruciato poco e sei troppo sedentario ti avvisa , invogliandoti a camminare o fare qualcosa.....

2)Monitora il sonno , ti fa un resoconto valutanto il metabolismo basale e ti dice come e quanto dormi....

3)Guida alla corretta intensità di allenamento, con il cardio ti dice se fermarti o no.... ti mostra i progressi a livello cardio.

Sul punto 3 c'è da fare una spiegazione tutti i cardio frequenzimetri di basso costo ti dicono "quanto" batte il cuore.... mentre i polar dicono "come" batte il cuore e qui c'è una sostanziale differenza spiegabile solo con un esempio.
Supponiamo di avere 2 persone immaginarie "Francesco(privo di allenamento) e Giovanni(maratoneta)" entrambi con un battito di 120 pulsazioni al minuto. Vien facile da pensare che le 2 persone abbiano un battito ogni 0.5 secondi. Invece no al 100% Giovanni che è un maratoneta quindi ha un cuore(che ricordo in parte essere muscolo)molto + allenato ed elastico quindi i sui battiti non saranno precisi e scanditi ma magari saranno 0.5 ; 0.3 ; 0.7 ; questa piccola irregolarità sta a mostrare quanto sia efficacie e che risultati danno l'allenamento, inoltre siccome è in grado di "captare" si può programmare un allenamento personalizzato sulle nostra precisa elasticità cardiaca creando un allenamento su misura.

4)Sull app puoi vedere miriadi di cose inoltre è previsto un aggiornamento per vedere le notifiche del cellulare.......
Insomma è un cardio frequenzimetro "differente dagli altri" in grado di vedere "come" batte un cuore, orologio , activity traker (che ora vanno tanto di moda come il fibit, loop,nike e simili),gps integrato(possiamo lasciare il cell a casa)ed inoltre misura anche l'attività durante il nuoto con l'app my fitness pal possiamo anche seguire l'apporto/cansumo calorico......

La vera pecca di questo dispositivo e che non ha cardio integrato.... mi piacerebbe vedere una recensione più completa di questo prodotto è stato "smontato" ad un unica funzione di monitorare la corsa e vedere i battiti......

Mi piacerebbe vedere se monitora i battiti cardiaci associato ad un prodotto come il mio fuse large che dicono di esser precisi più di una fascia cardiaca e cosa monitora.

Perfavore non paragonatelo ad un orologio decathlon da 20 euro.

Gianluca Palmieri

Video utile solo una precisazione la nuvolosità con i problemi di ricezione del GPS non c'entra nulla. La situazione peggiore per un gps è il bosco, oltre che i vicoli stretti.

Poi una domanda sul Polar è possibile impostare una velocità d'allenamento da rispettare?

Alessandro Pontil

Io qualche anno fa ho comprato il Motoactv, il primo smartwatch di Motorola. Al momento in Italia non si trova, ma in America e' ancora presente. E' un ottimo prodotto, stracompleto. Si trova a 150 dollari. Di sicuro superiore a quelli recensiti. Solo non ha il cardiofrequenzimetro incluso ma si puo' collegare uno tramite bluetooth o ANT. La funzione che preferisco e' la sincronizzazione wifi. Una volta completo l'allenamento torni a casa e fa tutto da solo. Per info chiedete pure, Ale

Vittorio Geltride

Gli ssd da 128 gb sono inuli a mio avviso se non supportati da un secondo disco meccanico...
per funzionare bene un ssd dev esser pieno massimo al 75% dopodichè perde velocità....
Inoltre con un ssd devi fare le ottimizzazioni del caso (spostare su hd meccanico la memoria virtuale o eliminarla in caso di pc con molta ram,disattivare indicizzazione ecc...,tutte operazioni per prolungarne la vita).

Se proprio lo vuoi da 128 prendi o prendi il samsung 840 serie pro però (no la evo) oppure il crucial , tieni presente però che modelli da 256 gb serie evo samsung si trovano anche a 120 euro.

Vittorio Geltride

Pultroppo nessuno dei 3 modelli censiti supporta uno smartphone , per quelli bisognerà aspettare ancora un pochino... attualmente sul mercato c'è il fibit surge che permette di ricevere notifiche sul polso.... ma utilizza un sistema cardio pari a quello tom tom, molta gente dice che è impreciso segnando in alcuni casi di sudorazione eccessiva sotto sforzo una frequenza di 120 battiti contro i 170 reali.... inoltre il prezzo è quasi quello di uno smartwatch siamo sui 250 euro....
Anche io cercavo un attivity traker che si adattasse alle mie esigenze pultroppo questi prodotti sono ancora imperetti, meglio per ora puntare su un orologio....
Una piccola nota personale , su questi dispositivi sarebbe bello vedere un lettore mp3 integrato ovviamente senza perdere il watherproof, dev'esser bello andare in mare o in piscina ed ascoltare la propria musica il tutto comodamente al polso.

ADIMO

Era da un po' che aspettavo una recensione di questo tipo in quanto un paio di uscite a settimana le faccio e sto cercando un orologio che mi aiuti nella corsa perché non sopporto più lo smartphone. Visto che i tempi cambiano sarebbe bello prenderne uno che mi permetta anche di ricevere le notifiche dal cellulare, quali di questi lo consente?

luca

Grandissimo Riccardo!!sei sempre il mejo!!
Quando ci fai una recensione del GARMIN FENIX 2?
Ora lo vendono anche a 270 euro...

Coccomao95

Riccardo P Ma dai, "rompipalle" potevi anche non censurarlo :') video superlativo, comunque, ottimo davvero. Complimenti!

Coccomao95

Ma dai Ric, "rompipalle" potevi anche non censurarlo :') video superlativo, comunque, come del resto tutti gli altri!

ifrancesc0

sono per chi fa sport, mica per atteggiarsi al bar...

veritiero

ma non è che ti dopi?o ti fai di pingui?cmq mi raccomando , ora che stai a fa' carriera continua a rispondere ai tuoi seguaci.
il fatto che tu interagisci con noi lettori è quello che piu apprezzo. ciao
W la F

Mirko Rinelli

Capito, si penso sia la combinazione migliore per avere un buon rapporto qualità/comodità.. Tra l'altro ho visto che su Amazon il Sony lo vendono ad un ottimo prezzo..Grazie del suggerimento..

Riccardo P

Sì, un paio di volte mi è capitato e me ne sono convinto, ma per adesso torna comodo correre da solo (senza musica, cuffie o altro) e sfruttare la "spinta extra della compagnia" durante le gare. Grazie per l'incoraggiamento!

vynnypooh

L'avevo immaginato leggendo il passo che hai tenuto nei 12 km di fondo :D e secondo me è un ottimo tempo per chi corre a livello amatoriale e non da tanto. Per esperienza personale, ma sicuramente te l'avranno già detto, correre ed allenarsi in compagnia aiuta molto a raggiungere i propri obbiettivi. In bocca al lupo ;)

Basch

Nope... Solo il Sony per ora... Ma non ha sensore cardio, che in tutti i casi non sarà mai preciso quanto una fascia cardio...
Prenditi una fascia Polar H6 o H7 che trasmettono via BT e potrai usarla sia con lo smartwatch che con il cellulare casomai ti gira di usare quello.

Mirko Rinelli

LG G Watch R e il Moto 360 non hanno il GPS? Ok grazie, darò un'occhiata..

Denny1246

Quoto completamente ciò che hai detto. Corro da 9 anni in bici anche a livello agonistico e ho sempre usato prodotti Polar, devo dire che non mi hanno mai deluso anche se costicchiano un pò. Ma il Polar M400 con il suo prezzo e funzionalità secondo me batte tutti. Vorrei precisare la questione sulla batteria: è vero che è inferiore alle altre ma non assolutamente un punto debole, con tre uscite a settimana di un ora con gps e cardio attaccato ci si può fare tranquillamente una settimana senza ricaricarlo e senza attaccare il gps arriva anche a un mese..

Denny1246

Concordo con tutto. Vorrei sottolineare (in quanto posseggo un Polar M400 con fascia e mi trovo benissimo) che quest'ultimo riceve aggiornamenti software all'incirca una volta ogni 2/3 settimane, secondo me conta anche questo aspetto. Inoltre sono venuto a sapere dalla pagina Polar Italia che il Polar M400 e V800 a breve riceveranno un aggiornamento software mediante il quale si potranno visualizzare le notifiche del cellulare sul display. dopo questo aggiornamento e considerando il prezzo secondo me l'M400 sarà su un altro livello rispetto agli altri.

Raffael

Complimenti Ric cardo...per la recensione (e questo è scontato)...ma anche perché hai smesso di fumare!!!

Basch

Comperati il Sony Smartwatch 3 ;-) è l'unico con il GPS integrato e lo puoi colegare alle fasce cardio BLE

tweak;

Il Garmin è a 219,99€ da Decathlon

tweak;

Con runtastic o compri la sua fascia oppure fasce con bluetooth che costano sui 70-80€

tweak;

Io ho l'ONRHYTHM 50 preso da Decathlon a 18-20€ mi sembra
Per quello che faccio io è buono, la rilevazione dei battiti è buona (ho confrontato a riposo con un aggeggio che misura pressione e battiti) forse manca il timer che per chi fa allenamenti programmati è utile...ma vabbè ci si arrangia con il cronometro

Yellowt

Funzioni smart? Sono tracker GPS per lo sport non orologi digitali ne smartwatch. Se ti sembrano cari è perchè non hai nemmeno capito a cosa servono...

dari89

se paragoni questi prodotti con dei normali casio non hai nemmeno capito di cosa parla l'articolo, figurarsi se hai capito a cosa serve uno sportwatch

Vittorio

Complimenti per il video.
Se volessi minimizzare i costi
E collegare una fascia cardio al cellulare ???
Che porterei sul braccio con una fascia che odi ???
A proposito che app usi per correre...
(Anni fa quella della Nike era molto bella, ti permetteva di correre con un mare di gente in sfide apappassionanti... Adesso niente di che... E ti permette di organizzare sfide solo con amici)

Riccardo P

Orgogliosi 44 e qualcosa fatti 2 mesi con un paio di salite, ora punto a 40 ma boh!

Riccardo P

Sì, mai più.

Riccardo P

Sto preparando una mezza, ma sarà la mia prima e non ho ancora deciso.

Riccardo P

beh non sono neanche pochi, di solito non supero i 56.

Riccardo P

È una SJCam, ma devo dire che quella era davvero una pessima giornata per fare riprese. Le riprese brutte mi hanno portato a cambiare idea per il video, avevo in mente un'altra cosa. Nel prossimo saranno migliori, sicuro.

Riccardo P

30 polar 50 gli altri.

Salvo Errori

non lo trovo

sniperpro360

quello che è, sono cari lo stesso, a me sembrano barbonate da 30 euro, i casio sono curati decisamente meglio e a parte le funzioni "smart" non ci vedo sto gran valore aggiunto

Dr. Fragle & MrShark

sono sportwatch, non smartwatch...

Dr. Fragle & MrShark

resti...

handrix

il migliore anche se non freschissimo rimare il garmin 310xt-

160€ per un prodotto superlativo.

handrix

io ce l ho da un anno è uno strumento pazzesco puoi programmare l impossibile inoltre è multisport quindi lo puoi usare per la corsa ciclismo e nuoto! un oggetto fantastico ma ha senso se ti alleni a certi livelli non è una cagata come il fitbit... certo non è nuovissimo ma è il migliore

Confronto Fotografico tra 5 smartphone "non noti": votate e decidete il migliore!

Lo zaino dei sogni: oltre 5500€ di gadget tecnologici per veri maniaci | Video

TomTom Adventurer, il mio primo vero sportwatch

RECENSIONE DJI SPARK: tutto quello che dovete sapere | Limiti volo e Regole