Vodafone conferma l'acquisto della spagnola Ono per 7.2 Miliardi

17 Marzo 2014 2

Vodafone ha un discreto bottino in cassa vista la recente vendita di Verizon Wireless per ben 130 miliardi di dollari, soldi che serviranno per coprire i buchi a bilancio e nuovi investimenti. In questo quadro rientra l'acquisizione dell'operatore spagnolo Ono consumata nelle scorse ore per 7.2 miliardi di euro, una realtà affermata nella penisola iberica grazie a 1.9 milioni di clienti e servizi vari offerti: telefonia sia fissa che mobile, internet (tra i leader nella fobra ottica) e TV. Il CEO Vittorio Colao è certo che questo acquisto "crea un operatore di Tlc di primo piano in Spagna e rappresenta un'interessante opportunità per la creazione di valore di Vodafone".

Ono non vanta numeri da record, il 2013 si è chiuso infatti con un fatturato di 1.59 miliardi ed una perdita netta di 41 milioni, ma il subentro di Vodafone ridarà come preventivabile nuovi stimoli all'ambiente e liquidità. L'acquisto non sarà diretto, l'operatore rosso finanzierà infatti una IPO già approvata da Ono, tra contanti ed altre vie di credito. Vodafone si muove quindi in Europa, mentre nel nostro paese si preparano investimenti per circa 3 miliardi, atti sia a migliorare le infrastrutture che ad ampliare la base d'utenza con nuove offerte.

via

Il best seller rinnovato in chiave 2016? Motorola Moto G4, compralo al miglior prezzo da Amazon a 174 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
stuck_788

vogliono diventare un operatore Europeo... e sarebbe anche ora...

Nickg126

ma soprattutto ha comprato l'esclusiva del Galaxy S5 Oro!

Sondaggio | Smartphone perfetto? Come dovrebbe essere per gli utenti di HDblog?

La rivoluzione della banda ultralarga in Italia con Open Fiber e Telecom #report

Come scegliere una microSD: guida all'acquisto #report #analisi

Sigaretta elettronica, tutto quello che c'è da sapere #report