I nostri blog

SMS, i ragazzi ne inviano e ricevono più di 60 ogni giorno

Di il 21 marzo 2012

Secondo un nuovo studio, gli adolescenti amano gli SMS più che mai e il loro pollice non mostra segni di rallentamento. La messaggistica, anche grazie alle nuove app, non sembra conoscere crisi. Sono oltre 60 gli sms inviati e ricevuti ogni giorno.

Un nuovo rapporto del Pew Internet & American Life Project ha rivelato che la quantità di testi inviati e ricevuti ogni giorno tra gli adolescenti è salita negli ultimi anni, soprattutto tra i ragazzi, gli anziani e gli adolescenti.

Lo studio ha esaminato il comportamento di quasi 800 ragazzi dai 12 ai 17 anni nel corso di un sondaggio tenutosi tra aprile e luglio 2011 con una serie di focus group che coinvolgevano 57 persone dai 12 a 19 anni.

I numeri sono cresciuti nel corso del tempo. Pensate che attualmente l’invio e la ricezione di 60 messaggi al giorno, contro i 50 nel 2009. L’incremento è stato guidato da adolescenti di età compresa tra 14-17 anni, che è passata da una media di 60 testi al giorno a 100 due anni dopo.

Le ragazze sono ancora quelle più attive. L’invio e la ricezione di 100 testi al giorno supera la quota maschile che si attesta intorno ai 50. Tuttavia, anche i ragazzi sono più sms-dipendenti di quanto non fossero solo due anni fa. Nel 2009, hanno inviato circa 30 sms ogni giorno.

Di tutto il gruppo, il 75% degli adolescenti ha dichiarato di essere quasi dipendente del cellulare e dei messaggi e un ragazzo su quattro dice di possedere uno smartphone. Non sorprende, dunque che le chiamate vocali siano in calo.

La messaggistica è di gran lunga il modo di comunicare più popolare tra i ragazzi. Solo il 39% ha dichiarato di effettuare chiamate sui loro telefoni su base giornaliera. Anche inviare messaggi tramite siti di social networking (29%) sembra una pratica abbastanza comune. Stupisce, a questo punto, che il 35% abbia dichiarato di socializzare faccia a faccia al di fuori della scuola. Non pervenuti, invece, sono dati circa la comunicazione tramite app come whatsapp, viber o skype, sempre più di moda tra i giovani. Probabilmente, la fascia d’età di riferimento preferisce utilizzare il cellulare in maniera più tradizionale anche perchè la connessione dati, nella maggior parte dei casi, impone una tariffa legata ad un abbonamento.

Pensate anche voi che sms potranno, in futuro, sostituire le telefonate? E’ già finito il tempo delle e-mail?

Storie:

Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Regolamento
^ Torna in cima