GoGear Connect 3: da Philips un PMP con Wi-Fi e Android Gingerbread

19 Settembre 2011



Nonostante il sempre maggiore utilizzo che viene fatto di smartphone e tablet come strumenti di visualizzazione di contenuti multimediali, sia audio che video, esiste ancora una fetta abbastanza ampia di mercato che preferisce piuttosto servirsi di media player portatili. E' a tale nicchia che Philips ha dedicato uno dei prodotti di questo genere più interessanti visti al recente IFA di Berlino, il GoGear Connect 3.


Equipaggiato con Android 2.3 Gingerbread, il PMP di Philips vanta anche un display capacitivo da 3,2 pollici e connettività Wi-Fi, grazie a cui è possibile sfruttare al meglio le centinaia di migliaia di applicazioni già presenti sul Market di Google.

Supportata la riproduzione di video con una definizione di 720p, ovviamente con una vasta selezione di codec supportati, il che rende il device virtualmente compatibile con tutti i principali formati audio/video presenti sul mercato. A proposito del comparto audio, Philips ha equipaggiato il Connect 3 con un'ottima scelta di tecnologie dedicate, incluse FullSound, Sound Personalization and Surround for Movies, che consentono di ottenere un'ottima qualità audio sia quando si ascolta musica che quando si guarda un film.

Immancabile, come nel caso di quasi tutti i prodotti Philips recenti basate su Android, la presenza di alcune applicazioni: la prima, Philips Songbird, altro non è che una versione customizzata del popolare media player open source per PC con cui sincronizzare in maniere semplice la propria musica, ed in grado anche di realizzare una playlist in maniera semi-automatica, una volta che si siano definiti i propri gusti; l'altra, invece, è Philips SimplyShare, che consente di condividere contenuti con una vasta varierà di prodotti dotati del supporto alla tecnologia DLNA. Addirittura, se si tratta di televisori prodotti Philips recenti, basta un semplice swipe per effettuare la condivisione.

Insomma, si tratta di un ottimo prodotto, sul mercato già da settembre, in alcuni paesi d'Europa, ad un prezzo variabile tra i 180€ ed i 240€ (un po' troppo vicino, dunque, al prezzo dell'iPod Touch 4G, a onor di verità). Vi faremo comunque sicuramente sapere qualcosa di più non appena riusciremo ad averne uno da testare in maniera approfondita. Intanto vi lasciamo al video ufficiale del prodotto:

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Pono Music raggiunge l'obiettivo e raccoglie 6.2 milioni di dollari

FitiBit Force con piccolo ed utile display | La prova da HDblog

277 milioni di smartphone venduti nei primi tre mesi del 2014

App Store vs Play Store (Q1 2014): Google leader nei download ma Apple genera più introiti